Arriva il tartufo di cittadinanza, l’Iva scende al 5 per cento: nessuno deve rimanere indietro

Arriva il tartufo di cittadinanza, l’Iva scende al 5 per cento.

agriturismo granoantico bologna1

In un Paese nel quale si taglia su tutto, sulla solidarietà, sull’informazione, sull’immigrazione, sui pensionati, ecco che nella manovra del popolo (dopo la marchettina sui microbirrifici artigianali) spunta un emendamentino infiocchettato che prevede un taglio netto dell’Iva sui tartufi freschi dal 10 al 5 per cento e sui tartufi lavorati (le salse e simili) dal 22 al 10 per cento. Un bell’aiutino a un mercato che quest’anno va già alla grande, grazie ai prezzi dimezzati. E’ il tartufo di cittadinanza. Il tartufo del cambiamento. Se il popolo non ha il pane, avrà le brioche. Ripiene di tartufo bianco. E’ l’Alba di una nuova era: più tuber magnatum per tutti, nessuno deve rimanere indietro. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*