Il Marchese osteria mercato liquori Roma, apre il ristorante e ‘Amaro bar’ che nobilita la scarpetta con l’amatriciana

Il Marchese osteria mercato liquori Roma, apre il ristorante e ‘Amaro bar’ che nobilita la scarpetta con l’amatriciana

Il Marchese osteria mercato liquori Roma. Apre a giugno 2018 nella storica vetrina di via di Ripetta a Roma Il Marchese osteria mercato liquori, un’osteria (come il nome suggerisce) ma anche un “Amaro bar”. Piatti della tradizione romana, dove la famosa “scarpetta” viene addirittura nobilitata in menu. E al contempo un elegante cocktail bar dedicato alla cultura dell’amaro.

Da una tradizione tanto cara ai romani ma anche ai turisti, che di Roma vogliono scoprire la parte più vera e romantica, nasce l’idea di due giovani imprenditori, Davide Solari e Lorenzo Renzi, entrambi romani con un passato nel mondo della ristorazione.

Il concept del nuovo ristorante nasce dalla storia, tanto amata non solo dai romani, de “Il marchese del Grillo“. Lo scenario è perfetto: il centro storico, i sampietrini, l’Ara Pacis che sbircia dall’angolo ed un locale che aspira a ricreare le atmosfere del salotto francese, dove il Marchese era solito rilassarsi davanti al camino, e di un’osteria dell’800, il posto preferito di Gasperino il carbonaro.

Per ricreare l’atmosfera, non mancherà la piazza del mercato, intorno alla quale si sviluppavano tutte le attività della vita quotidiana: per questo l’ingresso dell’osteria avrà un pavimento di sampietrini, un’illuminazione a giorno e tutti gli ingredienti della cucina esposti a riprodurre l’immagine di un vero e proprio mercato. E dopo aver attraversato il “mercato” si entra quindi nell’osteria, un locale con enormi finestre su strada, un bancone, una cucina a vista e tutti prodotti a km 0, molti dei quali presi direttamente dalla “piazza”.

In controtendenza con il trend dominante di una cucina sempre più elaborata e pretenziosa, qui si torna al passato, alle origini, a partire dallo chef che torna ad essere un cuoco che porta in tavola la tradizione della terra, i prodotti laziali e le ricette che a Roma hanno fatto la storia. Non a caso il cuoco viene dalla cucina di uno chef del calibro di Arcangelo Dandini, che in fatto di ricette della tradizione romana è da sempre un maestro.

La pasta del Marchese è fatta in casa, a mano da una signora pastaia, perché come la tradizione vuole, la pasta viene meglio se fatta dalle mani di una donna, e verrà servita in cocci di terracotta.

Tra i piatti più originali, “la scarpetta del Marchese” un piatto che permetterà di provare i tre sughi della storia romana, il ragù, la carbonara e la amatriciana, direttamente nel piatto serviti con una rosetta (8 euro).

Si potrà mangiare a tavola, al tavolo sociale (che la sera prenderà il posto del mercato) o al bancone, chiacchierando con la cucina o gustando un cocktail nel bar.

Ecco infatti l’altra novità: superata la trattoria (e abbandonato Gasperino il carbonaro ai suoi bagordi), il locale ci accoglie nella casa del facoltoso Marchese del Grillo.

Il cocktail bar, di ispirazione francese è elegante, distinto ed offrirà più di 500 etichette di amaro made in Italy.

Il Marchese porterà così a Roma il primo Amaro bar d’Italia, un format che Oltreoceano sta già spopolando ma che da noi fino ad oggi era ancora inedito.

Mentre in America, ormai da diversi anni, infatti, è esplosa la moda e la cultura dell’amaro, tanto che a San Francisco e a New York questo classico liquore italiano è tra i prodotti più amati, in Italia invece la riscoperta dell’amaro è ancora un trend recente.

Il barman, dopo anni di esperienza in America ed in Giappone, è tornato in Italia per riportare a casa l’amore per un prodotto tutto made in Italy di cui ancora non si apprezzano appieno le qualità.

Il Marchese proporrà dunque una carta degli amari di primo livello (dove tra i tanti si potrà sorseggiare: Vega, un tipico e agrumato amaro siciliano,  Juith, un amaro del Trentino a base di giuggiole, menta e camomilla o Lumia Amaro con i limoni “fior di Sicilia”) ed una una carta dei cocktail, ovviamente tutti a base di amaro, come il Garibaldi in Love (bitter, vodka, limone e pompelmo che vengono miscelate con uno sciroppo allo Yerba) o il Truffold Fashioned (amaro umbro al tartufo nero, miele, rye whiskey e cognac aromatizzati al tartufo, assenzio e chip di tartufo a guarnizione) che saranno suggeriti anche in abbinamento ai piatti del menu.

Dalle 19 ci sarà la possibilità di fare l’aperitivo, dove le creazioni del cocktail bar verranno accompagnate da appetizer (12 euro circa) o da tartare e selezioni di formaggi e salumi (18 euro circa).

Il locale ospiterà complessivamente 100 coperti di cui 10 al bancone sulla cucina e 10 al cocktail bar, più dieci posti esterni  per chi non volesse perdersi la vista su una delle passeggiate più belle di Roma.

Il Marchese osteria mercato liquori, via di Ripetta 161-164, Roma. Contatti: info@ilmarcheseroma.it. Aperto dalle 11 alle 2 tutti i giorni.

About author

You might also like

Domus Pinsa Roma, impasti ad alta digeribilità nella ‘pizzeria’ al Pantheon

Domus Pinsa Roma. Dopo il primo locale a Velletri e il secondo su via Prenestina, inaugura oggi Domus Pinsa Deluxe in via delle Coppelle, una delle strade più belle e dense di …

Eventi 0 Comments

Sagre Lazio dicembre 2015: dalla ramiccia a Percile fino al Brunello di Montalcino a Fondi

Sagre Lazio dicembre 2015, weekend 5-6. Anche questo fine settimana del mese di dicembre le sagre dei borghi del Lazio vi faranno compagnia: la ramiccia a Percile, polenta e olio novello a …

Mamà laboratori di cucina a Roma, nuovo spazio di cultura del gusto (con forno) nel quartiere Trieste

Mamà, Laboratori di cucina a Roma. In una delle vie più eleganti della Capitale, in via di Priscilla nel cuore del quartiere Trieste, si trova l’ingresso di Mamà Laboratori, una cucina open …