Sagre Lazio novembre 2017: dal tartufo nero a Parco Egeria alla castagnata di Paganico Sabino

sagre lazio novembre 2017

Sagre Lazio novembre 2017 (weekend 4-5). Inizia novembre con un’accoppiata perfetta: tartufo nero e castagne. Volete assaggiare questi prodotti della nostra terra? Due le sagre di questo weekend che fanno al caso vostro: a Roma a Parco Egeria il tartufo nero arriva da Avezzano; in provincia di Rieti, invece, a Paganico, torna la famosa castagnata.

Sagre Lazio novembre 2017

ROMA

Parco Egeria – Sagra del Tartufo Nero di Avezzano

sagre lazio novembre 2017

Sabato 4 e domenica 5 novembre, dalle 10 alle 17, il Parco Egeria in via dell’Almone,105, ospita la Sagra del Tartufo Nero di Avezzano. L’azienda agricola Orlandi Tartufi preparerà un menu a base di tartufo nero fresco, raccolto nelle proprie tartufaie di Avezzano con l’aiuto dei suoi 20 cani ammaestrati. Si partirà con dei tagliolini all’uovo al tartufo nero fresco, per continuare con il maialino porchettato al tartufo e finire con dei taglieri di formaggi e salumi tartufati. L’azienda darà anche la possibilità di acquistare tartufo fresco e prodotti tipici al tartufo. Ci saranno poi 4 cucine allestite nel parco: il ristorante Il Bersagliere di Lariano cucinerà i Cellitti (pasta acqua e farina di propria produzione) ai funghi di bosco con tartufo fresco, il pastificio “Amor di Pasta” i ravioli di ricotta e tartufo al burro e salvia, i cuochi della Cooperativa Biologica Agricoltura Nuova i tonnarelli all’uovo cacio e pepe, mentre i ristoratori dell’Anonima Brasseria Aquilana di Possa la zuppa di ceci, castagne e porcini. Il menu termina con i dolci espressi quali il Mont Blanc, il Tiramisù alla castagna ed il Tartufone di cioccolato del laboratorio artigianale Mitirosù di Roma.

Quando: sabato 4 e domenica 5 novembre dalle 10 alle 17

Info: Evento Facebook

RIETI

La Castagnata di Paganico Sabino

Domenica 5 novembre a Paganico, borgo in provincia di Rieti, si tornerà a festeggiare la castagna, prodotto legato a doppio filo all’economia agricola del luogo, tra i cibi poveri utilizzata in mille modi (arrostita, bollita in acqua o latte, seccata e macinata come il chicco di grano e impiegata in polente e puree  castagne locali). Questa domenica la troverete protagonista da gustare nel classico cartoccio insieme alla pasta fatta in casa, alle salsicce, alle bruschette e al vino rosso, all’interno del centro diurno con posti coperti da capienti tensostrutture. La giornata di festa include anche la possibilità di visitare la mostra di arredi sacri e attrezzi della civiltà contadina e sarà allietata dagli spettacoli musicali e folcloristici dal vivo. Per tutta la giornata, poi, tra i vicoli del borgo troverete gli stand dei prodotti tipici della Sabina. A disposizione dei visitatori un bus-navetta per raggiungere la sagra dopo aver parcheggiato l’auto lungo la via che porta al paese.

Quando: domenica 5 novembre dalle 11 aslle 22

Info: Evento Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*