Gigi Buffon si dà al vino del Salento (e fa concorrenza ad Al Bano)

Gigi Buffon si dà al vino del Salento (e fa concorrenza ad Al Bano)

Gigi Buffon dà il nome ai vini del Salento. Il portierone della Juventus e della Nazionale si dà al vino, dal primitivo del Salento al Rosato di Negroamaro. Dopo aver associato la sua testa allo shampoo per capelli preferito dagli sportivi e aver trangugiato croccanti patatine, una nuova sponsorizzazione è appena partita per Gigi Buffon.

buffon vini 2

Come da lui stesso annunciato sulla sua pagina Facebook, ecco il suo nuovo progetto legato alla cantina Fabio Cordella che ha lanciato la categoria “La selezione dei campioni“. E Buffon è già in ottima compagnia, dato che insieme a lui ne fa parte il centrocampista del Galatasaray, Wesley Benjamin Sneijder. I vini di Gigi sono: un Salento Igp Primitivo, un Salento Igp Rosato di Negroamaro e un Salento Igp Chardonnay (costi dai 20 ai 30 euro).

al-bano-e1440759594572-1900x700_c

Due calciatori folgorati sulla via del vino. Ma non saranno certo gli unici vip che, più invecchiano (non ce ne vogliano i tifosi) più si dedicano alla produzione o sponsorizzazione di vini. Un esempio su tutti? Al Bano Carrisi, che nella sua azienda di Cellino San Marco produce anche qui Igp del Salento (ricordate la polemica con Slow Food di qualche anno fa?). Carrisi vs Buffon: chi vincerà la partita?

Dalla Puglia al Piemonte, altri vini sono quelli de “Il Barone“, alias Nils Liedholm, protagonista del calcio svedese, che militò da calciatore nel Milan e, da allenatore, oltre che nel Milan anche nella Fiorentina e nella Roma. La sua produzione vinicola inizia nel 1977, dopo aver acquistato  una villa in quel di Cuccaro Monferrato in provincia di Alessandria sulle colline del Monferrato, già dotata di vigneti di Barbera e Grignolino.

eventi milano marzo 2017

Ma oltre a calciatori e cantanti? Non vorrete dimenticarvi di Trentalance, l’ex pornodivo di fama internazionale, che ha deciso di chiamare la sua produzione “Il peccatore”: un San Giovese Biologico DOC, prodotto dall’Azienda Santa Lucia, Mercato Saraceno (Cesena).

dalema_vino_940-700x299_5

E poi non poteva mancare lui, baffetto Massimo D’Alema, che tra Narni e Otricoli, in provincia di Terni, si occupa della cantina La Madeleine. I vini prodotti sono il Nerosé, uno spumante rosé di pinot nero metodo classico, Sfide, un vino senza solfiti aggiunti, NarnOt, un rosso impegnativo di grande struttura così chiamato in omaggio ai due comuni tra i quali si trovano le vigne. E il Pinot nero, il preferito di D’Alema.

About author

You might also like

Un saturnino e il carciofo alla giudìa

Il saturnino che atterrò in piazza San Lorenzo in Lucina in un sabato qualunque aveva un buco nello stomaco, Un buco vero, mica metaforico. Non tratteneva nulla, neanche le pillole …

Livia's Wine 1Comments

Vino, terroir e seno a coppa

Vino, terroir e seno a coppa, Lesson One / Dove si racconta perché un Barolo viene bene nelle Langhe e il Riesling lungo le rive della Mosella: la vitivinicoltura – …

Classifiche 0 Comments

I migliori cocktail bar di Bologna 2019, sei locali in centro città

I migliori cocktail bar di Bologna 2019. Bologna la dotta, la grassa, la rossa: Bologna “abbeveratoio” di ricerca, novità e sperimentazione; un po’ in tutto e, negli ultimi anni, anche nel …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply