Pro Loco Pinciano a Roma, formaggi e salumi laziali (ma anche pizza)

Pro Loco Pinciano a Roma, formaggi e salumi laziali (ma anche pizza)

pro loco pinciano

Pro Loco Pinciano è il nuovo progetto romano di Gastore Pierini e Fiorentina Ceres al quale ha offerto la sua opera, i suoi prodotti e il nome Vincenzo Mancino: una pizzeria con cucina aperta dal 31 ottobre a due passi da Piazza Fiume, che punta tutto sui prodotti di gastronomia già noti nelle precedenti sedi di Centocelle (qui). Formaggi e salumi uber alles, come dimostra il lungo bancone all'ingresso e tutti rigorosamente laziali: D.o.l., ovvero a denominazione di origine locale. Ma c'è spazio anche per una pizza di ottima qualità e un menu variegato. 

Il locale è una grande sala molto bella che però unisce, in modo un po' incongruo, l'estetica di una taverna in pietra e quella più moderna e modaiola da bistrot francese delle piastrelle maiolicate. Una cinquantina di posti in sala, ma anche un piccolo dehor per una ventina di persone. 

Il menu è ricco e variegato. Si può cominciare con una panzanella con stracciata di bufala di Amaseno e olio di Itri (10 euro). O con un fritto: c'è il supplizio alla romana di Arcangelo Dandini (3 euro), ma anche il morro di baccalà in pastella croccante (5) e le patatine cacio e pepe (4). 

Capitolo pizze: la margherita costa 7 euro, ma ci sono molte varianti più ricche. Citiamo la Margherita Fumè (con prosciutto di Bassiano affumicato); la Conciata, con conciato di San Vittore e zucca; la Gaeta, con pomodoro, acciughe di Gaeta e mozzarella. Ottime le focacce, morbide e croccanti: si può avere con mortadella e carciofo alla romana, oppure con fiocco della Tuscia e broccoletti sott'olio; con prosciutto cotto dol e mela rossa del Lazio, o semplice con rosmarino. 

Splendida la selezione mista di salumi e formaggi Dol "Rarità del Lazio (16): ci sono il prosciutto di Guarcino; una bresaola di Scottona, ovvero una carne morbida, non "stressata", che proviene da un bovino femmina che non ha mai partorito; un prosciutto fatto per metà di cinta senese (il maiale toscano con la fascia di pelo bianco sul torace) e per metà di Mangalitza (maiale ungherese); una bresaola con scottona, la mortadella che al posto dei pistacchi ha la cannella, una toma d'alpeggio da 1200 metri, un caciocavallo di Formia e molto altro ancora. Potete specificare al momento della richiesta, se nella selezione volete formaggi più o meno stagionati. 

Tra le paste gnocchi alla romana con tartufo nero, minestra di pasta con patate e provolone, pappardelle con ragù, spaghettoni cacio e pepe (non esaltanti). E i deludenti ravioli freschi di Mauro Secondi, che purtroppo ci vengono serviti con un eccesso di limone e sono quasi immangiabili (con l'aggravante dell'esorbitante prezzo di 14 euro).  

Buone invece le polpette di pane Cacio e Ovo (12 euro, ci sono anche di manzo o di coda alla vaccinara). Apprezzabile la scelta di mettere a disposizione birre artigianali alla spina, Atlas e Turbacci. Una media costa 5 euro. 
Protagonisti dell'avventura pinciana sono l'uomo con la barba bianca che vedete in sala, Gastore Pierini (ex Moma) e Fiorentina Ceres (ex Urbana 47), che riconoscete dai vestiti neri stile mormone. 

Bonus
Se volete assaggiare salumi e formaggi laziali, non si trova di meglio. Ottima la birra Ipa alla spina

Malus
Prezzi talvolta alti e una cucina che non sta al passo della qualità dei prodotti

I voti di Puntarella Rossa
Cucina: 7,5 per salumi e formaggi, 7 per la pizza, 5 per i piatti
Ambiente: 6,5
Servizio: 6,5

Se vi piace questo Pro Loco Dol Centocelle

Piatto consigliato: selezione di formaggi e salumi "Rarità del Lazio".

Pro loco pinciano, via Bergamo 18, Roma. Tel. 06.8414136. 

About author

You might also like

Eat4Fit Roma, nel quartiere Trieste il nuovo ristorante per gli amanti del fitness

Eat4Fit Roma, il ristorante per gli amanti del fitness. Attività fisica e alimentazione ipocalorica sono un connubio non semplice da portare avanti. Soprattutto per gli sportivi che decidono di mangiare al ristorante o …

Cinque cose da sapere sull’olio Evo in cucina, secondo Filodolio Roma

Cinque cose da sapere sull’olio extra vergine di oliva in cucina, secondo Filodolio Roma. L’olio non si beve ma si mangia è la prima regola fondamentale da tenere a mente in cucina. Parola …

Caprera Roma, il bistrot con fettuccine, uova in trippa e cocktail nel quartiere Trieste

Caprera Roma, bistrot del quartiere Trieste. Una nuova insegna si è da poco illuminata in quella Piazza Caprera che con i suoi villini in stile Liberty si è aggiudicata nell’ultimo …