Bimbi tricolori, stringiamoci a coorte!

Il menu del 16 marzo, vigilia della gran Ricorrenza? Pasta tricolore, bollito risorgimentale, patate arrosto e crostata tricolore o macedonia bianca verde e rossa… Anche i bimbi romani, dunque, festeggeranno l'unità d'Italia, su editto imperiale del sindaco di Roma Capitale Gianni Garibaldi Alemanno. Siamo in grado di documentarlo con il fax ufficiale inviato dal Comune di Roma alla scuola materna ed elementare comunale Pistelli, a Prati. 

il dipartimento scolastico di Roma Capitale impone ai figli della Patria un menu rigorosamente unitario. Per la cronaca, c'è la pasta di semola tricolore (si specificano i colori, a scanso di equivoci: verde-bianco-rosso) e c'è il bollito risorgimentale: carne di vitellone di spalla e sottopancia, carota, cipolla, sedano, alloro e aceto balsamico. 
Cibi sani per bimbi cattolici, apostolici e romani (a Varese probabilmente, poverini, si abbofferanno di polenta padana e di bollito all'Alberto da Giussano). Si spera ora che i giovani eroi siano invitati a intonare l'Inno di Mameli e a leggere qualche passo maestoso di Galli della Loggia. Del resto questi giovani virgulti costituiranno il nerbo della nuova Italia: sennò chi ci aiuterà a riprenderci la Tripolitania e la Cirenaica?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*