I vini valtellinesi alla riscossa, Arpepe e Stappato

I vini valtellinesi alla riscossa, Arpepe e Stappato

I vini valtellinesi alla riscossa, Arpepe e Stappato. Arpepe è l’acronimo di uno dei produttori migliori della Valtellina. Un’azienda antica che si è rinnovata e che è stata d’esempio per una nuova generazione di giovani produttori. Segno distintivo, naturalmente, il nebbiolo. Che da queste parti si chiama Chiavennasca e che, rispetto all’omonimo vitigno delle Langhe, ha un approccio molto più elegante e fresco.

Il nostro sito gemello dell’ecommerce Stappato (seguitelo su Instagram!) ha realizzato un reportage in zona, producendo una lunga e interessante intervista a Isabella Pelizzati Perego, una delle anime di Arpepe. Si parla della chiavennasca (no, non la sapete l’origine vera del nome), delle botti di legno piegato a vapore, delle macerazioni lunghe, della raccolta a mano, dello sforzato, della vinificazione in bianco del nebbiolo (è un no!) e dei terrazzamenti. Si parla anche degli altri produttori amici della zona, da  Fay a La Perla, da Dirupi a Alfio Mozzi, fino a Marino Lanzini.

Con l’occasione Stappato ha fatto il punto sul vino in Valtellina, storia e curiosità, sulle differenze tra chiavennasca e nebbiolo delle Langhe.
E sul Rosso di Valtellina, che è vino più fresco e di pronta beva di Arpepe.

Lo trovate qui, sullo shop di Stappato!

About author

You might also like

Wine influencer e sommelier, la classifica di Stappato dei migliori profili instagram

Wine influencer e sommelier, la classifica di Stappato dei migliori profili instagram Gli influencer, chi erano costoro? Quando tra qualche anno ci volteremo indietro, chissà se ci saranno ancora le …

Uruguay e vino, per la Cnn è la nuova Toscana con Bodega Garzon (grazie all’Oceano e un enologo italiano)

Uruguay e vino, per la Cnn è la nuova Toscana. Tutti conoscono,  se si parla di Sud America, i vini di Cile e Argentina. Prodotti sempre più diffusi sul mercato, …

Perdere le stelle, vietare il terzo bicchiere, sovranizzare il pinot grigio – Er Murena in punta di forcone

Il sovranismo del “vero” pinot grigio” Di “sovranisti” non se ne può più. Di loro, ma anche della parola, che dilaga come la gramigna. Fermiamoci un attimo: non c’è un …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply