Winyl 2.0 live su Facebook, Vini & vinili ricomincia con Canarie e il rosato di Sette

Winyl 2.0 live su Facebook, Vini & vinili ricomincia con Canarie e il rosato di Sette

Winyl live su Facebook, Vini & vinili ricomincia con Canarie e il rosato di Sette. Da giovedì 23 aprile alle 18 torna Winyl: Vini & vinili, la storica trasmissione radiofonica di Vincenzo Caruso ( dell’enoteca Vigneto) e Fabio de Marco (dell’etichetta Dna Concerti/Porto records) che gioca sull’intreccio tra vino, musica e chiacchiere brillanti fra amici (per brillanti vedi brilli). Stavolta si chiamerà Winyl 2.0 e sarà trasmessa live sulla pagina fb di Winyl tutti i giovedì dalle 18. Puntarella ne ha parlato con Vincenzo Caruso, detto Vins.

Vins, si tratta di  un Winyl reloaded o di un Winyl come una volta?
“Lo abbiamo chiamato Winyl 2.0. Praticamente il format rimane lo stesso: un ospite del mondo enogastronomico e uno di quello musicale. Non avremo tutti lo stesso vino, ma non saranno le distanze né il lockdown a scoraggiarci. Brinderemo insieme ognuno con quello che ha a disposizione. Ci collegheremo con produttori di vino, osti e personalità del mondo enogastronomico da tutta Italia. Alle chiacchiere fra amici alterneremo brani musicali di artisti indipendenti a cui ci è sempre piaciuto dare spazio”.

Quali saranno gli ospiti della puntata di domani?
“Ci saranno Gino Della Porta, l’anima caustica e visionaria di Kippis (consulenza e distribuzione vini) e dell’azienda agricola Sette e Canarie (Porto records), il duo indie-pop di Paola Mirabella e Andrea Pulcini. E ci saremo io e Fabio a condurre, stavolta, non dagli studi di Radio Kaos ma direttamente da casa nostra.”

Concludiamo con un abbinamento insolito: vino e musica. Qual’è il tuo pezzo preferito di Canarie?
“Senza dubbio  Mammiferi.”

Ce lo abbini con un vino?
“Le sonorità di Canarie evocano «un caldo habitat tropicale che ha l’estate come stagione preferita». Noi abbiamo immaginato lo stagno di un giardino giapponese, dove nuotano carpe koi. Ed è stato facile pensare al  rosato 2018 di Sette. Un bel rosato di barbera sapido e fresco, sebbene sia un peso medio (13%). Vinificato con pressatura diretta, senza macerazione. Una bottiglia da pic-nic bordo piscina o da merenda all’aperto rigorosamente sull’erba. Salute”.

Salute e appuntamento a giovedì su Winyl.

Ps. Secondo il produttore pare si tratti di una triglia.

About author

You might also like

Ristoranti e crisi, la profezia di Igles Corelli: “I trentenni finti gourmet rinunceranno ai piatti fighi da social e chiuderanno: ciao ciao”

Ristoranti e crisi, la profezia di Igles Corelli: “I trentenni finti gourmet rinunceranno ai piatti fighi da social”  Ricordati che devi morire. E’ piuttosto divertente – ma no, è terrificante …

Fontesecca vini di Città della Pieve, canaiolo e sangiovese in purezza (naturale) dall’Umbria

Fontesecca a Città della Pieve Succede di frequente che i produttori di vino in Toscana, Umbria e non solo, siano “forestieri”. Un po’ a causa della mezzadria, che ha parcellizzato i …

Ricette 0 Comments

Riso al salto con brasato di manzo al Barolo, la ricetta dello chef Sparaco del Jackie O’

Riso al salto con brasato di manzo al Barolo Il riso al salto è un piatto tipico della tradizione milanese, un po’ andato fuori moda, purtroppo. Si tratta di un piatto …