Palatino bistrot Roma, il ristorante italo-francese con crêpes galettes, foie gras e formaggi

Palatino bistrot Roma, il ristorante italo-francese con crêpes galettes, foie gras e formaggi

Palatino Bistrot Roma. Tel. 0669327106. Un angolo italo-francese nel quartiere Salario, a nord del parco di villa Borghese e vicinissimo allo storico quartiere novecentesco di Coppedè, che unisce foie gras, crêpes galettes bretoni, formaggi d’Oltralpe, piatti creativi e ingredienti mediterranei. Un ristorante curato, in un ambiente in stile moderno, firmato da Giorgio De Iulio, già patron di Hostaria Po, Laurène e David Bilski (titolari della boutique gastronomica Va Sano),  e Florent Carrière, giovane imprenditore che ha aperto l’apprezzato Crepes Galettes a Monti (ne abbiamo parlato qui). Prende il nome di Palatino Bistrot, e richiama quello del mitico treno notturno Roma-Parigi, soppresso alcuni anni fa. Palatino cerca di “fondere l’ eleganza del classico bistrot parigino con la semplicità romana”.

Palatino Bistrot

In cucina un nuovo chef che si affaccia sulla scena gastronomica romana, Rocco Cavadini, che dopo aver frequentato la scuola di cucina Paul Bocuse di Lione, ha lavorato in alcuni ristoranti francesi e nella cucina dell’Osteria Francescana di Massimo Bottura.

Palatino Bistrot

Tra le specialità di Palatino ci sono i piatti a base di foie gras. Un alimento su cui il giovane chef punta molto. E così viene proposto il piatto “foie gras, pain d’épices, pompelmo rosa, vin brulé” a 16 euro.

Palatino Bistrot

Come detto, anche la crêpes galettes di Florent, che ha trovato la sua prima sede a Monti nel 2015, ha un suo spazio importante nel bistrot. Le crêpes, tutte preparate con grano saraceno biologico, vengono preparate sulle piastre direttamente di fronte al cliente. Vengono proposte diverse versioni, oltre alla classica bretone con uovo, formaggio e prosciutto cotto, ci sono quelle ai funghi e prosciutto, salmone e yogurt e in versione vegetariana.

Palatino Bistrot

Tra le proposte settimanali in menu, oltre al fegato d’anatra, tra gli antipasti (tra i 10 e i 16 euro) troviamo piatti particolari come porcini, finferli, uva fragola, tonda gentile delle Langhe, melograno e pizzo ai semi di papavero o l’uovo parfait, sedano rapa, guanciale con fonduta di parmigiano 24 mesi.

Palatino Bistrot

Ed eccoci ai primi. Si va dagli spaghetti Mancini, sarde, pane tostato al finocchietto selvatico, mandorle tostate e pistacchi ai rigatoni alla gricia con fondue de poireaux al tartufo nero pregiato (22 euro).

Palatino BistrotPappardelle alla crema di cardi, carciofi e burro nocciola (16 euro) e spaghettoni al bergamotto, mazzancolle di Mazara, cannolicchi, piment d’Espelette (18). Tra i secondi invece, lo stinco di maiale, puré di patate alla noce moscata, sauce au poivre, chutney di mele (16).

Palatino Bistrot

Anche tra i dolci (5-8 euro) ci sono diversi piatti che, almeno sulla carta, promettono bene. Il Mont Blanc, meringa francese al cacao, crème montée alla violetta, Île flottante e fragole e Kaki, crema pasticcera di Spéculoos, biscotti sablé.

camenbert

Provenienti direttamente dalla selezione di Va Sano ci sono “le fromage”, tutti rigorosamente francesi. Tra i tanti: il Mont d’or, Cantal, Comté, il Camembert, tomme de chèvre, tomme de Savoie, Tête de moine, l’Epoisses. Stessa cosa vale per la carta dei vini, che mette insieme bottiglie italiane e francesi.

Palatino Bistrot Roma, via Tirso 46, aperto tutti i giorni a pranzo e cena. Tel. 0669327106. Sito

About author

You might also like

Galo Roma, sapori della tradizione e cucina creativa nel ristorante di Prati

Galo Roma Tel. 06-90201465. Ha aperto lo scorso maggio 2018 il ristorante Galo a Prati e propone una cucina che innova i sapori della tradizione con influenze moderne e creatività. Lo chef …

Tapas day 2016 a Roma: da Pasticcio a Metamorfosi, il cibo spagnolo protagonista

Tapas day 2016 a Roma. Amanti delle patatas bravas o del pescaito frito, da gustare in un bar di Barceloneta con in mano una caña fresca e schiumosa, se Barcellona è ancora lontana …

Mercerie High Street Food a Roma, da settembre il cibo di strada diventa stellato con lo chef Igles Corelli

Mercerie High Street Food Roma, Largo Argentina. L’appuntamento è previsto per la fine del mese di settembre in Largo Argentina, a Roma. Stiamo parlando dell’apertura del primo locale del brand Mercerie, “high …

1 Comment

  1. […] Nel frattempo, come annunciato nei mesi scorsi, Pipero ha lasciato l’hotel Rex per una nuova grande sede a corso Vittorio Emanuele. Alessandro Pipero ha scelto un elegante spazio di circa 400 metri quadri su due livelli. In cucina lo chef Luciano Monosilio. Al Mercato Centrale a Termini il giovane Pier Daniele Seu, che ha reso celebri le pizze di Gazometro 38, ha lasciato ufficialmente Ostiense e ha preso il posto di Romualdo Rizzuti, con la sua tonda partenopea. A marzo, poi, dovrebbe aprire il nuovo esperimento fuoriuscito da Sbanco di Stefano Callegari, con la giovane chef Sarah Cicolini in cucina. Il format dovrebbe essere quello dell’osteria, in spazio con circa 40 coperti. Durante il mese, vi abbiamo già dato conto di altre aperture capitoline: Viola cucina cruda a Monteverde, la nuova sede di una delle trattorie giapponesi specializzata in ramen più apprezzate della capitale, Waraku, il nuovo laboratorio di gelato artigianale Ciampini Lab e il ristorante italo-francese Palatino bistrot. […]

Leave a Reply