Appuntamenti: Roma Chocolate

Afrodisiaca? Un attentato alla linea? Un antidepressivo naturale contro i mali d'amore (e di stagione?). Se volete scoprire tutti i segreti e le tradizioni del cioccolato artigianale, basterà uscire di casa, nel weekend, e andare a fare una passeggiata al Laghetto dell'Eur, dove vi aspettano una quarantina di mastri cioccolatai per la prima edizione di Roma Chocolate. L'ingresso e' libero, dalle 10 alle 20, da stamattina fino a domenica. 

E se siete dei veri ciocco-maniaci, ecco cinque tra le migliori cioccolaterie di Roma.

 

 

SAID – DAL 1923, ANTICA FABBRICA DEL CIOCCOLATO 

 

 

 

 

 

 

Via Tiburtina 135. Sito. Un must per gli amanti del cioccolato, con insolite varietà di cioccolatini e dolci: E' anche un ristorante e un bar. Molto famosa la sua fonduta al cioccolato

VALHRONA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Piazza di Pietra, 62. Sito. La storica maison francese, nata nel 1922 da un pasticcere della valle del Rodano, ha scelto Roma per aprire la sua prima boutique monomarca in Italia. Chicchi di cacao provenienti da tutto il mondo da piantagioni selezionate, sfruttando varietà talvolta dimenticate. Dalla gamma 'Ricette e cioccolato' , ai Cioccolati di riserva millesimati, si possono trovare tutte le specialità del marchio, famoso in tutto il mondo.

GAY ODIN 

 

 

 

 

 

 

Via Stoppani 9. Sito. Bottega aperta a Napoli nel 1922, e una fabbrica inserita tra i monumenti nazionali, la tradizione della cioccolateria tiene insieme macchine d'epoca perfettamente funzionanti, macchinari moderni e mani esperte che ancora oggi eseguono le ricette del fondatore Isidoro Odin.

CIOCCOLARIUM

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Corso Trieste 76. Sito. Creazioni di cioccolato di altissima qualità e molto originali. Dalla mucca alla tartaruga, alla moka con tanto di tazzine da caffè. Il tutto rigorosamente con prodotti selezionati e con la massima cura nella lavorazione

CONFETTERIA MORIONDO E GARIGLIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Via del Pie' di Marmo 21. Laboratorio di cioccolato fondato a Torino nel 1850 dai cugini Moriondo e Gariglio, servitori di Casa Savoia, che nel 1970 seguirono i regnanti portando la loro attività a Roma. Tradizione centenaria, insomma, che porta al palato dei giorni nostri non solo tutti i tipi di cioccolatini, ma anche colorate (e gettonatissime) gelee alla frutta

 

3 Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*