Dove mangiare all’Isola d’Elba, i ristoranti da non perdere

mangiare all'isola d'elba, publius
Ristorante Publius

Dove mangiare all’Isola d’Elba. Tra le mete più apprezzate per una vacanza italiana, l’Isola d’Elba – seppur ormai sia presa di mira da numerosi turisti ogni estate – conserva ancora un fascino selvaggio, con le sue strade tortuose, i percorsi da fare in bici o a piedi, le calette nascoste. La più importante dell’Arcipelago Toscano, quest’isola ha anche molto da offrire dal punto di vista enogastronomico, tra ristoranti sul mare, trattorie ma anche aziende agricole e vinicole, che offrono ai turisti un’esperienza completa sotto tutti i punti di vista.

Ecco allora una selezione di indirizzi dove mangiare durante una vacanza all’Isola d’Elba.

a cura di Silvia Di Pasquale e Viola Parentelli

 

Leggi anche: Wine resort nel Centro Italia: mangiare e dormire tra le vigne in Toscana, Umbria e Lazio

 

Dove mangiare all’Isola d’Elba

Osteria Pepenero (Portoferraio)

Osteria Pepenero a Portoferraio, Isola d'Elba.

Il borgo marinaro di Portoferraio è uno dei più attrattivi dell’isola, con le sue fortezze medicee, l’affascinante centro storico e la darsena. Tra una viuzza e l’altra c’è l’Osteria Pepenero, dove i menu, sia alla carta che degustazione, sono dettati dalla terra e dal mare, reinterpretati ogni giorno in base alla disponibilità della materia prima, esclusivamente locale. Questo è il posto dove mangiare piatti in cui non manca un tocco di internazionalità, come nel caso dei gyoza ripieni di pollo, con brodo di patata arrosto o del pastrami e lattuga marinata. Per il pesce, si va dalla linguina con acciughe, soia e uova di pesce a un filetto di pesce spada, con burro affumicato, crema di zucchine e puntarelle marinate. La carta dei vini include alternative locali ed estere, purché legate da un unico filo conduttore: arrivare da piccoli vignaioli che prestano attenzione alla territorialità.

Osteria Pepenero. Via Dell’Amore 48, Portoferraio (LI). Tel. 0565 916240. Sito. Facebook. Instagram

Molo G Osteria Portuale (Portoferraio)

Molo G Osteria Portuale all'Isola d'Elba

“Cucina di pesce, vino, chiacchiere, musica e consigli”, così Molo G Osteria Portuale, sempre a Portoferraio, riassume la sua proposta. La location vista mare e barche ricorda i tipici ristori portuali, con tavoli in marmo e legno, dove si respira un’atmosfera informale e conviviale. Il menu è scritto su una grossa lavagna, con piatti che cambiano in base a ciò che il mare offre, garantendo la freschezza della materia prima. Difficile resistere a una porzione di pici cacio, pepe e cozze al tramonto, a un pacchero allo scoglio, a un frittino di baccalà o uno di acciughe del Tirreno, concludendo il tutto con dei cantucci alla mandorle e Aleatico dell’Elba.

Molo G Osteria Portuale. Viale Teseo Tesei 33, Portoferraio (LI). Tel.0565 915024. Facebook. Instagram.

Da Giacomino (Portoferraio)

Da Giacomino Isola d'Elba

Da Giacomino è un ristorante a gestione familiare affacciato sulla piccola spiaggia del Viticcio. Questo è il posto ideale dove godere di un panorama elbano mozzafiato a pranzo, ma soprattutto a cena, quando il sole cala. La cucina gioca su pietanze semplici, la maggior parte a base di pesce e crostacei, dove sostanza e qualità si fondono. Il menu può variare in base al pescato del giorno, con la possibilità di avere quotidianamente piatti fuori carta. Tra gli antipasti ci sono i carpacci misti di mare o il polpo tre gusti, con patate, con aglio, prezzemolo e pepe o con rucola e pomodoro fresco. Per i primi: Spaghetti alla Giacomino a base di cozze, pomodoro, pan grattato, peperoncino e spezie locali oppure lasagne di mare (su ordinazione). Per i secondi, immancabili le fritture di pesce, così come le Cozze alla Giacomino, con pomodoro, pan grattato, peperoncino e spezie locali.

Da Giacomino. Località Viticcio, Portoferraio (LI). Tel. 0565 915381. Sito

Taverna dei Poeti (Capoliveri)

La Taverna dei poeti, Isola d'Elba

Capoliveri è un altro comune dell’Isola d’Elba, nella zona sud ovest. Un tranquillo borgo dalle cui case e strade si può godere di scorci unici sul mare. Qui si trovano anche spiagge selvagge e affascinanti, dalla Laconella a ovest a quella del Remaiolo a est. Tra bistrot e botteghe del centro, non mancano luoghi dedicati ai piacere del palato quali la Taverna dei Poeti, con più di cento anni di storia, dove trovare una cucina di pesce e carne. Ci sono vari ambienti, tra sala, saletta e una fornita cantina. Fra i primi in carta: spaghettoni all’aglio, olio e peperoncino di polpo con burro acido o tortelli di rana pescatrice, bisque di astice e polvere di olive taggiasche. Per i secondi: aragosta locale (su ordinazione) o pesce spada al tegamino, porro, olive verdi e hummus di melanzane.

La Taverna dei Poeti. Via Roma 14, Capoliveri (LI). Tel. 0565 968306. Sito. Facebook. Instagram.

Da Pilade (Capoliveri)

Da Pilade, Isola d'Elba

Restando a Capoliveri, all’interno del Country Hotel e Residence Pilade c’è l’omonimo ristorante, Da Pilade, che propone una gastronomia mediterranea e tipicamente toscana, spaziando dalla carne al pesce, con grande attenzione alla scelta delle materie prime in base alla stagione. Il locale si affaccia su una terrazza circondata dal verde. In carta ci sono le fettuccine al nero di seppia, i tripolini ai molluschi o gli gnocchi fatti in casa al sugo di pesce; poi crostacei e pesce bianco alla brace fresco per i secondi di mare e tagliata di Angus o fiorentina per i secondi di carne. Tra i dessert tipici, segnaliamo la schiaccia Briaca e la schiacciunta. Ampia e varia la cantina, con più di 250 etichette.

Da Pilade (Country Hotel & Residence Pilade). Località Mola, Capoliveri (LI). Tel. 0565 968635. Sito. Facebook. Instagram.

Ristorante Koala (Capoliveri)

Un piatto del ristorante Koala (Isola d'Elba)

Il nome del ristorante Koala non passa inosservato ed è legato alle fondamenta della sua struttura, perché negli anni ’80 era un piccolo albergo gestito da una famiglia australiana, con radici capoliveresi. La famiglia Censi, alla guida attuale, lo ha acquistato dando vita al progetto di ristorazione nel 2006. Questo è il posto ideale dove mangiare pasta fatta in casa, che siano tagliolini, tagliatelle, maltagliati, calamarata, fusilloni o bigoli. Dopo un antipasto di tartare di pescato del giorno, si può passare a un Riso Acquerello con asparagi, tartare di gambero rosso e polvere di porcini, concludendo con un fritto misto a km zero o una suprema di dentice su crema di patate e zafferano dell’Elba. Non mancano secondi di carne come unaguancia di manzo glassata all’Elba Rosso Riserva.

Ristorante Koala. Località Ravigoli, Capoliveri (LI). Tel. 0565 935255. Sito. Facebook. Instagram.

Osteria La Botte Gaia (Porto Azzurro)

Una piatto di crudi de La Bottega di Gaia all'Isola d'Elba

Sul versante centro-orientale dell’Isola d’Elba sorge il comune di Porto Azzurro, con l’imponente fortezza di San Giacomo costruita a inizio ‘600 sulla sommità del promontorio che domina il paese, sotto il quale si è sviluppato il borgo marinaro. Qui c’è l’Osteria La Botte Gaia, altro indirizzo dove mangiare all’Isola d’Elba, che trova spazio in un palazzo dei primi dell’ottocento, dove le due sale interne odierne ospitavano una piccola chiesa e un magazzino per i vini, con un giardino coperto da una veranda, adibito a sala esterna. Il ristorante, nella cui cucina vengono lavorate materie prime locali e non, purché di grande qualità, è anche ostricheria, con uno spazio dedicato alla preparazione di crudités di mare, seguendo la formula dei “bar à huîtres” francesi. La cantina conta circa 250 etichette, con ampio spazio alle bollicine.

Osteria La Botte Gaia. Viale Europa 5, Porto Azzurro (LI). Tel. 0565 95607. Sito. Facebook. Instagram.

Sapereta (Porto Azzurro)

mangiare all'isola d'elba, sapereta

Agriturismo con appartamenti, ristorante e azienda agricola: tutto questo è Sapereta, struttura immersa nella campagna elbana poco distante da Porto Azzurro. La proposta della cucina spazia dalle paste fresche fatte in casa (così come il pane) a tutti i tipi di carne, piccione, agnello e Fiorentina. Gli ospiti possono scegliere tra il menu alla carta stagionale e il menu degustazione (8 portate a 85 euro). Le materie prime sono tutte di prima qualità, a partire dai vegetali che arrivano dal loro orto all’interno dell’azienda, di cui 18 ettari sono dedicata alla produzione di vino biologico e di olio. Il vino lo troviamo in carta, ben 15 etichette, che si aggiungono alle circa 250 referenze tra Italia, Borgogna e Champagne ma anche Sud America e Nuova Zelanda.

Sapereta. Loc. Mola 73, Porto Azzurro (LI). Tel. 0565 95033. Sito. Facebook. Instagram

Al Moro (Marina di Campo)

ristorante al moro isola d'elba

Nella campagna intorno a Marina di Campo troviamo il ristorante Al Moro che accoglie i suoi ospiti nelle due sale interne o nella gradevole veranda esterna, fruibile con la bella stagione. Il menu alterna mare, terra e vegetali e viene costantemente aggiornato in base alla disponibilità dei prodotti, privilegiando il pescato locale e rispettando sempre la materia prima. C’è la possibilità di ordinare alla carta oppure scegliere uno dei tre menu degustazione (da 65, 80 o 95 euro). Buona la selezione di crudi e ostriche, da provare gli spaghetti allo scoglio con ricci di mare, anemoni, sconcigli, crema di salicornia. La cantina conta circa 150 etichette spaziando in varie regioni dell’Italia, ma con una particolare attenzione per i vini elbani e toscani.

Al Moro. Via G. Pietri 1277, Campo nell’Elba (LI). Tel. 392 4430495. Sito. Facebook. Instagram

Ristorante Bagni Orano (lacona)

bagni orano, mangiare all'isola d'elba

Per chi vuole unire la cucina a un po’ di relax marittimo, il ristorante dei Bagni Orano è il posto giusto. Un’attività a conduzione familiare che si sposa perfettamente con la bellezza della spiaggia di Lacona, la più grande del Comune di Capoliveri. Il ristorante è circondato da dune e fitta vegetazione (come i pini secolari) e propone una cucina in grado di accontentare tutti gli avventori, che possono mangiare direttamente con i piedi nella sabbia. Piatti semplici, senza fronzoli e materie prime di qualità: pescato del giorno alla griglia, frittura di paranza e cacciucco, ma ma anche pizza e proposte più veloci perfette per il pranzo, come le “schiaccine” elbane e le insalate.

Ristorante Bagni Orano. Viale dei Golfi, Lacona (LI). Tel. 0565 964430. Sito. Facebook. Instagram

Osteria del Noce (Marciana)

mangiare all'isola d'elba, osteria del noce

Da Osteria del Noce a Marciana si viene accolti nella grande sala interna, ma è la terrazza il vero punto forte, tra oleandri e piante di noce, da cui si gode di una bella vista e si possono trascorrere piacevoli serate soprattutto in estate. Il menu si fa strada nella tradizione, con materie prime sempre fresche e locali, proponendo piatti di pesce e di carne (selvaggina compresa). Ma è ovviamente il mare a essere protagonista, tra specialità ai frutti di mare, paccheri al ragù di polpo, pesce alla griglia o al forno. Ad accompagnare una selezione di vini perlopiù elbani.

Osteria del Noce. Via della Madonna 14, Marciana (LI). Tel. 0565 901284. Sito. Facebook. Instagram

Publius (Marciana)

mangiare all'isola d'elba, publius

Locale storico dell’Elba, Publius è in attività dal 1970. Siamo a Marciana e arrivando qui si può trovare posto sia nella veranda panoramica che nelle terrazza al piano superiore, con vista sul Golfo. La cucina rispetta la tradizione elbana e toscana, concedendosi tuttavia qualche rivisitazione, ma andando di pari passo con le stagioni e le materie prime del territorio. Da provare le loro specialità di carne, dal cinghiale alla bistecca di Angus toscano, ma non mancano ovviamente piatti di pesce, oltre alla pasta fresca fatta in casa e proposte senza glutine. Ad accompagnare i vini della ricca cantina che comprende circa 300 etichette.

Publius. Piazza del Castagneto 11, Loc. Poggio (LI). Tel. 0565 99208. Sito. Facebook. Instagram

Umami (Marciana)

mangiare all'isola d'elba, umami

Nella lista dei ristoranti dove mangiare all’Isola d’Elba trova spazio anche Umami, a Marciana. Un indirizzo valido per provare una cucina moderna e dagli accostamenti mai banali, che abbraccia la tradizione per portare poi a tavola piatti bilanciati, ma con guizzi creativi. Il tutto sulla base di una materia prima di qualità, che racconta l’isola e la sua biodiversità. Il menu (si può ordinare alla carta o lasciare guidare con i percorsi degustazione) propone prevalentemente portate di mare, ma c’è anche qualche piatto a base di carne. Studiata la carta dei vini, con focus su bianchi e bolle italiane e francesi.

Umami. Via del Cotone 23, Marciana (LI). Tel. 0565 904390. Sito. Facebook. Instagram

 

Seguici sui social: Facebook e Instagram

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*