Premio Strega Mixology 2019, vince la barlady francese Virginie Doucet dell’Out of Ordinary di Firenze

Premio Strega Mixology 2019, vince la barlady francese Virginie Doucet dell’Out of Ordinary di Firenze

Premio Strega Mixology 2019, vince la barlady Virginie Doucet La finale della quinta edizione del premio Strega mixology si è svolta ieri presso l’Hotel La Griffe in Via Nazionale 13, la vincitrice è la barlady francese Virginie Doucet del locale OOO – Out Of Ordinary di Firenze, con il drink “Beneventum”. Virginie Doucet in collaborazione con il bar manager Alex Frezza del Bar L’Antiquario di Napoli, realizzerà la drink list per il premio Strega letterario che si terrà il prossimo 4 luglio.

I cinque finalisti in gara su duecento partecipanti hanno creato per la competizione un drink a base di Strega, storico liquore beneventano prodotto nello stabilimento Alberti. Liquore particolare e difficile da miscelare dalle caratteristiche organolettiche speziate con note di ginepro, chiodi di garofano, anice stellato, cannella e floreali date dallo zafferano, menta, limone e arancia amara. I drink sono stati valutati secondo tre criteri, il bilanciamento e l’equilibrio, la valorizzazione del liquore Strega all’interno del drink e la replicabilità.

Drink vincitore “Beneventum” così composto: 4cl Liquore Strega, 3cl vermouth extra dry, 0,5 cl succo fresco di lime, top di soda al pompelmo bianco fresco home made. Garnish ciliegia al maraschino, tecnica shake e strain.

Ecco gli altri finalisti: drink “Elisir” (3cl Liquore Strega, 4cl grappa, 2cl sfusato Amalfitano, basilico e 1cl acquafaba, acqua di cottura di ceci che viene utilizzata come sostituto dell’albume, per rendere il drink fruibile anche per il pubblico vegano. Garnish foglia di basilico, tecnica shake e strain), di Davide Mastromauro del locale Alle erbe – Cantina del Tormento di Vicenza.

Drink “Lo Sventato” (3cl Liquore Strega, 3cl brandy infuso ai chicchi di caffè, 3cl vermouth rosso, 3 drop banana e caffè bitters. Garnish banana disidratata, tecnica build e stir), di Luca Romano del locale 1000 Misture di Casarano (Lecce).

Drink “ Sleeping Witch” (3cl Liquore Strega, 2 cl Liquore alla pesca, 2cl sciroppo alla vaniglia, 8 cl infuso alla camomilla. Garnish Fiori di lavanda, tecnica shake e strain), di Gennaro Schiano del Hilton Sorrento Palace, Sorrento (Napoli).

Drink “Wiched Mirror” (3 cl Liquore Strega, 3cl gin London dry, 3cl succo di limone, 3cl Sherry Fino. Garnish peel di limone, tecnica shake e strain), di Sabina Yausheva del Julep – Hotel della Ville di Roma.

About author

You might also like

Florence Cocktail Week 2019, dieci eventi da non perdere

Florence Cocktail Week 2019, dieci eventi da non perdere. Torna a Firenze la quarta edizione della Florence Cocktail Week, la settimana dedicata all’arte della miscelazione e al bere di qualità. Quest’anno …

Eventi 1Comments

The Gin Master Class a Roma: l’arte della mixology da The Gin Corner in cinque lezioni

The Gin Master Class a Roma: l'arte della mixology da The Gin Corner. Si tengano pronti gli amanti del distillato non ancora avvezzi all'arte della mixology; dal 19 maggio fino al 23 giugno al Gin …

Lo Zio d’America a Roma, dalla colazione all’aperitivo il restyling della storica caffetteria di Talenti

Lo Zio d’America a Roma Talenti. Tel: 06 820 98 161. Caffetteria, pasticceria, cocktail e wine bar, enoteca e ‘bottega’ di quartiere: lo Zio d’America si è completamente rinnovato. Dal 1971 …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply