Villa Ada 2017 Roma incontra il mondo: l’estate tra musica, vini, trattoria e street food a bordo del laghetto

Villa Ada 2017 Roma incontra il mondo: l’estate tra musica, vini, trattoria e street food a bordo del laghetto

Villa Ada 2017 Roma incontra il mondo, 4 luglio-14 agosto 2017. Non è estate in città senza “Roma Incontra il mondo“, l’appuntamento di Villa Ada, lato laghetto, che raccoglie il meglio della musica indie e rock del panorama italiano e internazionale. Ottima musica, ma anche buon cibo e abbinamenti enogastronomici per gustare al meglio le serate dell’evento (che prenderà il via questa sera ma verrà ufficialmente presentato in conferenza stampa giovedì 6 luglio). E quest’anno le novità sono tante e allettanti, con Il Sorì, Adriano Baldassarre con Trattoria Temporanea, Pastella e la pizza di Stefano Callegari.

villa ada 2017

Apre i battenti il 4 luglio Ani Di Franco: tutti pronti sotto il palco a ballare i ritmi punk, funk, hip hop, jazz, soul, ed elettronica. Aprono anche le proposte food & drink, con la squadra selezionata da Il Sorì partner di Arci in questa nuova avventura. Vediamole. Mentre presto verranno sfornate serate evento di abbinamenti enogastronomici.

Il Sorì

villa ada 2017

Da via dei Volsci a Ponte Salario: Il Sorì chiude ma non va in ferie. Ogni sera fino al 14 agosto, dalle 18 alle 2, proporrà i suoi vini alla mescita o in bottiglia che tanto abbiamo imparato ad apprezzare nell’enoteca di San Lorenzo al festival di Villa Ada. Si parte con circa 40 vini, tra i quali spicca una selezione di naturali, champagne, come sempre selezionati tra piccoli produttori. Sarà una carta dinamica con variazioni in corso d’opera, con alcuni dei vini, vista la produzione limitata, che verranno serviti esclusivamente al bicchiere. Solo per fare qualche esempio: champagne: Alain Leboeuf (Blanc de Noirs Extra Brut) calice 9 euro, bottiglia 48; Andrea Occhipinti (Alea Rosa 2016) 6 euro al calice; o ancora Tenuta del Grillo (Pecoranera 2004) 7 euro a bicchiere. In abbinamento, una vasta proposta street food, tra panini e hamburger.

Trattoria Temporanea

villa ada 2017

C’è Adriano Baldassarre (Tordomatto) dietro la Trattoria Temporanea, versione pop dell’apprezzato ristorante al Trionfale. Ottanta posti a sedere per chi vuole sperimentare la cucina raffinata e originale di Baldassarre in un ambiente fresco e a prezzi popolari. Si parte anche qui il 4 luglio, e si andrà avanti nel corso dell’estate con piatti che vanno dagli antipasti ai primi, ma anche con proposte street food originali per aperitivo. I piatti potrebbero variare testando pubblico e gradimento, ma le intenzioni sono di proporre tra gli antipasti polpette al sugo di picchiapò (6) o insalata di polpo finocchi e patate (6); primi: rigatoni alla matriciana (9), spaghetto alle vongole (9); secondi: pollo e peroni (14), parmigiana di melanzane (10) e poi contorni, dolci e frutta. Per aperitivo, fritti, prosciutto e fichi, pizza e mortadella.

La pizza di Stefano Callegari

villa ada 2017

Abbiamo imparato ad apprezzarla da Tonda a Sforno: adesso la pizza di Stefano Callegari, vera istituzione romana per l’invenzione del Trapizzino, sarà a Villa Ada con due prodotti ad alta lievitazione: Marinara e Margherita. Due tonde, ma rigorosamente servite a portafoglio visto l’ambiene easy, per chi ha voglia di una pizza e poi via sotto il palco dei concerti.

Pastella

supplì

I famosi fritti di Montesacro (da poco anche al Mercato Centrale di Roma) si potranno gustare tra un concerto e l’altro. Placate i vostri languorini con le proposte di Pastella: un supplì classico, il supplì vegano, ma anche una bella frittata cacio e pepe, o le classiche crocchette di patate. Abbinateci un vino al calice, un bianco naturale o delle bollicine. Del resto anche nella bottega di viale Gottardo gli abbinamenti fritto-vino vanno alla grande.

Autore

Potrebbe interessarti anche

Briciole favole, a misura di bimbo

Andarsene a cena, portarsi i figli, e non avere l'incubo di strilli, capricci, lamenti. Incredibile ma vero, pare che da Briciole e Favole sia possibile, a Boccea, appena fuori dal raccordo. Certo …

Dove mangiare all’aperto a San Lorenzo a Roma: da Ferrovecchio fino a Soul kitchen

Mangiare all’aperto a San Lorenzo a Roma. San Lorenzo, quartiere caro agli studenti e colmo di locali, birrerie e cornettari assaltati la notte, offre un panorama gastronomico non da poco, che fa dimenticare …

Peppino a mare? No, grazie

Dopo lunghe e penose ricerche, solo per voi, fedeli lettori, Puntarella Rossa ha trovato quello che al momento sembra essere il peggior ristorante di Roma. Stiamo parlando di “Peppino a …