Dove mangiare in Versilia: i migliori ristoranti di Viareggio, estate 2017

Dove mangiare in Versilia: i migliori ristoranti di Viareggio, estate 2017

Dove mangiare in Versilia, estate 2017. Dalle storiche trattorie dove provare il cacciucco viareggino e la frittura di mare, ai ristoranti dei grandi alberghi per chi apprezza la cucina creativa, ecco dieci indirizzi a Viareggio, per tutti i gusti e tutte le tasche, tra bagni in stile liberty e manifestazioni legate al Carnevale, per le vostre vacanze.

Dove mangiare in Versilia

Menu creativo

Fubi’s

fubi's

Un locale a due passi dal mare, con un piccolo spazio all’aperto per mangiare all’aperto d’estate. Da Fubi’s i piatti stupiscono per la qualità delle materie e gli accostamenti insoliti e a volte un po’ arditi. Così gli antipasti (16 euro) propongono sgombro marinato e affumicato, pesto di borragine e friggitello in tempura o un’insolita insalata di mare con molluschi, spinaci, arachidi, vermut e spuma di mare. I primi (15 euro) propongono gli abbinamenti che non ti aspetti come il risotto allo zafferano con la salsiccia a crudo e l’olio evo ai ricci di mare, mentre i secondi (22-26 euro) si dividono tra pesce e carne. Due proposte creative? Pluma di maiale iberico con zabaione di ostrica e burrata, altrimenti ventresca di tonno, pomodoro, mela verde e cerfoglio. Non deludono neanche i dolci (8 euro): da provare il tris di sorbetti al chinotto, ginger, birra e mela. Per un’esperienza chiavi in mano ci sono due menu degustazione da 4 portate (50 euro più un tris di vini per 25 euro) altrimenti da 7 portate (80 euro con degustazione di 6 vini a 60 euro).

Fubi’s, via IV novembre 103, Viareggio. Tel. 0584 1921548.

Locale storico

Da Giorgio

da giorgio

Storica trattoria a conduzione familiare, Da Giorgio è una garanzia per chi cerca una trattoria nel vero senso della parola. L’ambiente è caratteristico con quadri e stampe alle pareti, il menu propone i classici con il pesce, freschissimo, a farla da padrone. La specialità del locale sono gli spaghetti Trabaccolara (14 euro) con gallinella triglia e scorfano altrimenti ci sono la zuppa di frutti di mare (18 euro) e gli spaghetti alle arselle sgusciate. I secondi (25-28 euro) offrono il fritto di paranza, il pesce nobile al forno, la zuppa di moscardini.

Ristorante Da Giorgio, via Zanardelli, 71 Viareggio Tel. 0584 44493.

Stellato

Romano

romano viareggio

Il ristorante Romano (1 stella Michelin) ha festeggiato l’anno scorso mezzo secolo di vita. Una longevità che già la dice lunghi in tempi di locali mordi e fuggi. Il locale è a conduzione familiare: la signora Franca in cucina circondata dalla sua brigata, in sala il padrone di casa Romano Franceschini, mentre il figlio Roberto, tra i migliori sommelier d’Italia, è pronto a fornire suggerimenti e consigli per la carta dei vini. Romano è un ristorante dove andare per farsi coccolare senza sentirsi a disagio, bensì di casa. Il menu è molto ricco, vale la pena ricordare i cavalli di battaglia: sparnocchi, lardo di Colonnata e crema di ceci di Valentano (35 euro), insalata di mare calda (35 euro), Spaghettoro Verrigni (90 euro) all’aragosta (per due persone). E ancora: la minestra di farro della Garfagnana (25 euro) con verdure e pesce-piatto del Buon Ricordo, il fritto misto di mare (32 euro), scampi e sparnocchi al guazzetto (35 euro), il tegamino di pesce alla viareggina (32 euro).

Romano, via Mazzini 122 Viareggio. Tel. 0584 31 382.

Gourmet

Lunasia

lunasia

Da Lunasia (1 stella Michelin) si trova sulla terrazza dell’Hotel Plaza e De Russie: la vista è straordinaria e spazia dalle Alpi Apuane al Mar Tirreno. In cucina c’è lo chef Luca Landi, che con fantasia e concretezza ripropone i piatti della cucina tradizionale in modo creativo. Esperienze all’estero, d’altissimo livello in particolare in Francia e in Spagna, Landi punta su una cucina dove all’attenzione per l’incontro di sapori si aggiunge l’aspetto estetico. Tra le proposte troviamo l’insalata in verde delle Apuane, i paccheri alla Trabaccolara (28 euro) nel segno della tradizione come la carbonara di mare (28 euro). Non mancano le variazioni sul tema come il cacciucco finger (35 euro). Da provare i gelati, cavallo di battaglia di Landi. Menu “Ad Maiora” a 120 euro.

 Lunasia, piazza Massimo D’Azeglio, 1, Viareggio. Tel. 0584 4449.

Pizzeria

Pachino

pachino pizzeria

Pachino è una pizzeria che è ormai un’istituzione a Viareggio. Grande attenzione alla lievitazione, alla materia prima e al giusto rapporto qualità-prezzo. Il costo delle pizze oscilla dai 6 euro della marinara e margherita agli 11 euro della pizza con il pata negra e delle pizze speciali con lo chef Lorenzo Giglioli. In alternativa una selezione di calzoni (8 euro), di insalate (7.50-8 euro). Bella selezione di birre artigianali, anche senza glutine.

Pachino, via Vittorio Veneto, 46 Firenze. Tel. 0564 961063.

In Darsena

Da Miro alla lanterna

da miro alla lanterna

Un ristorante in Darsena dagli arredi marinari e il dehors con vista sulle barche attraccate. La cucina di Da Miro alla lanterna è all’insegna della tradizione. Si possono assaggiare il cacciucco viareggino (25 euro) e gli spaghetti alla trabaccolara (16 euro), la Recanati: una padellata con pesce nobile e crostacei (22 euro); non mancano la classica insalata calda di mare (18 euro). Per chi ama il pesce da provare la rana pescatrice alla cacciatora, l’orata al forno alla Vernaccia. Per chi vuole la frittura di paranza (18 euro) non resterà deluso.

Da Miro alla lanterna, via Michele Coppino 289, Viareggio. Tel. 0584 384065.

Gourmet

Acquasalata

acquasalata

Acquasalata ha festeggiato da poco i due anni. Il locale ha aperto al posto dello storico ristorante Il Garibaldino, non lontano dalla Passeggiata a mare. Un’apertura che se da una parte ha rotto con la tradizione della cucina tradizionale versiliese, dall’altra ha costituito una grande novità per Viareggio: per la presentazione dei piatti, per la ricerca delle materie prime, per l’accoglienza all’interno del locale. Tra i piatti da provare l’insalata di mare 3.0 (25 euro) e fantasie di cruditè (35 euro), il “Blu di Morozzo” croccante su radicchio rosso brasato (12 euro), i “Felicetti Monograno” all’Acquasalata (16 euro) con totanini, seppioline, gamberi biondi e scampetti e le linguine Rummo n.13 con coltellacci e nuvola ci carciofo croccante (16 euro),  il gran Fritto del Tirreno (20 euro) e il cacciucco 2016.2 (25 euro) e il trancio di pescato all’Acqua pazza (28 euro).

Acquasalata, via Antonio Fratti 62-66, Viareggio. Tel. 0584 581991.

Street food

Rizieri

rizieri cecina

Rizieri è l’indirizzo di riferimento per chi ama la cecina.  La torta realizzata con la farina di ceci, costante della costa toscana, qui può essere gustata a prezzi decisamente popolari (cecina intera 17 euro). Il locale è ristorante e pizzeria. Il menu propone i grandi classici: i ravioli versiliesi al ragù (12 euro), il baccalà marinato, le acciughe fritte (1o euro) e le linguine al branzino (12 euro). Pizze classiche (8-14 euro). Il locale ha pochi tavoli, quindi il problema è trovare posto soprattutto nel week-end.

Rizieri, via Cesare Battisti 35, Viareggio. Tel. 0584 962053.

Stellato

Il Piccolo Principe

piccolo principe

Il Piccolo Principe (2 stelle Michelin) si trova all’interno dell’hotel Principe di Piemonte. La vista dalla terrazza è magnifica con la piscina dell’hotel da una parte e il mare di Viareggio dall’altra. Ambienti lussuosi ed eleganti. Il Piccolo Principe è il regno dello chef Giuseppe Mancino che dosa sapientemente la sua cucina creativa tra piatti di terra e di mare. Tradizione, ricerca e innovazione in tavola con sapori e profumi di Viareggio. Ampia la scelta tra menu à la carte, menu degustazione pesce e menu degustazione carne. Da provare tra gli antipasti (40 euro) la triglia di scoglio croccante e il sushi toscano affumicato. Tra i primi (38 euro) la calamarata di Gragnano, i bottoni di pasta cotta e lo spaghettone Oro Verrigni. Tra i secondi (50 euro) l’ombrina cotta al carbone, l’anatra al tamarindo e la tempura di crostacei e verdure.

Il Piccolo Principe, piazza Puccini, 1 Viareggio. Tel. 0584 401806.

Menu di pesce

Cicero

cicero

Cicero è l’indirizzo giusto per chi cerca una trattoria dove assaggiare la cucina di pesce. Tra i piatti da provare gli spaghettini ai ricci di mare e i paccheri all’astice (18-25 euro), la trabaccolara e la frittura di paranza (20 euro), la catalana. Pesce rifornito quotidianamente: da chiedere i piatti del giorno. Servizio rapido efficiente e alla mano.

Cicero, via Coppino 319, Viareggio. Tel. 0584 393089.

About author

You might also like

Sagre Lazio marzo 2016: festa degli gnocchi a Nazzano e della primavera a Ciampino

Sagre Lazio marzo 2016 (weekend 19-20). Il weekend che precede Pasqua potrete passarlo tra i borghi del Lazio tra vino, stornelli e piatti tipici: a Nazzano c’è la sagra degli gnocchi …

Pranzo del 25 aprile 2017 Roma, le proposte in città e fuoriporta

Pranzo del 25 aprile 2017 Roma. Siete rimasti in città, senza approfittare del lungo ponte del 25 aprile? Tra chi andrà alle manifestazioni per la Festa della Liberazione e chi …

News

Il Gallobrillo, low cost all’amatriciana

Un po' punk e un po' izquierdista, un po' buono e un po' casuale, più casalingo che casereccio, sicuramente caciarone, si nasconde tra i palazzoni di viale delle Milizie, a …