Baccalà mantecato? Al cinema (Kino)

Dove trovare un buon baccalà mantecato a Roma? In alcuni ristoranti, pochi, e ora anche in un cinema. Strano a dirsi, ma neanche troppo, perché stiamo parlando del Kino, l'innovativa sala aperta lo scorso anno al Pigneto da un gruppuscolo sedizioso di giovani che non si rassegnavano all'idea di non riuscire a vedere i film più belli che girano i festival di tutto il mondo e che non trovano spazio nella distribuzione tradizionale. Così hanno aperto un cinema tutto loro, con una saletta da 30 posti che proietta film in lingua originale. Ma siccome non volevano farne il solito cinema insalubre e tristanzuolo, hanno deciso di affiancare, nella sala superiore, un bistrot, con cucina di qualità, come il cinema. Dopo qualche difficoltà e un po' di rodaggio, da qualche giorno ha preso ufficialmente il via il bistrot mangereccio del Kino, con un bravo gastronomo dedicato, Marco Tombolini (ex Uve e Forme e Tutti Frutti), e la supervisione di Maurizio Raponi, che ha avviato e lavorato in passato al Bodum Caffè, ai Tre Moscardini e all'Osteria degli Amici. Naturalmente, stiamo parlando di cucina da winebar non da ristorante vero e proprio. Puntarella Rossa, qualche giorno fa, ci ha organizzato la sua festa di compleanno. E gli ha assegnato la prima vetrofania "Consigliato da Puntarella Rossa".

English review at the bottom

Il menu del giorno (di qualche giorno fa): prezzi modici, come si vede, per una cena rapida e di qualità

La sala del Kino: cinque o sei tavoli di legno, pavimento di legno, due colonne splendide e un pianoforte. In fondo, le scalette per scendere in sala cinema

Il bel bancone bar con le lampade di un biliardo: tutto quello che c'è al Kino è stato portato dai soci (sono 54 ragazzi) o reperito nei mercatini.

Guido Iuculano (sceneggiatore e socio) e Roberta Bizzini al lavoro dietro il bancone. Qui si servono vini naturali (uno dei pochi locali romani ad aver fatto questa scelta) e birre artigianali

Ogni giorno due film in lingua originale, in arrivo dai festival di tutto il mondo e mai distribuiti in Italia.

Le Lomokino dietro il bancone: sono cineprese analogiche che funzionano con rullini da 35 mm

Anche torte al Kino: queste erano in vendita al Mercakino, il mercatino dell'usato che si tiene ogni ultima domenica del mese

Un tecnologico sistema per informare gli spettatori della sala bistrot del film in programmazione

La saletta cinema, con le sue poltroncine rosse fiammanti. Unica sala romana dove si può tranquillamente entrare con un vodka tonic in mano

 

English review

It’s a great cinema, with a little underground theatre with 30 seats, but it's also a bistrot that offers an innovative formula: organic wine, artisan beer plus a few well conceived dishes. Tapas with creamy baccalà (fried cod), an excellent, refined selection of cheese and cold cuts and creamed cannellini beans with sausage and crunchy pancetta (a type of bacon) that would be the envy of many celebrated restaurants. You can eat and drink at the few small tables, in a warm and friendly atmosphere, then watch one of their films –  in the original language version – fresh from film festivals from around the world.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*