Vini d’Abbazia 2024, la terza edizione a Fossanova con oltre 30 cantine

vini d'abbazia 2024

Vini d’Abbazia 2024, dal 7 al 9 giugno nel Borgo di Fossanova (LT), appuntamento con la terza edizione dell’evento dedicato alle tradizioni vitivinicole e ai riti contadini delle Abbazie d’Italia.

 

Il Borgo di Fossanova, in provincia di Latina, e la sua Abbazia del 1200, ospitano ancora Vini d’Abbazia, manifestazione giunta alla terza edizione e ideata per ricordare il ruolo che, sin dal Medioevo, le abbazie hanno avuto non solo nella produzione del vino ma anche nella preservazione di vitigni altrimenti scomparsi. Appuntamento dal 7 al 9 giugno 2024 con oltre 30 cantine tra cui alcune importanti abbazie francesi legate all’Associazione Les Vins D’Abbayes, che svolge un’analoga manifestazione a Parigi.

Le novità di Vini d’Abbazia 2024

vini d'abbazia 2024

La novità di questa edizione sarà la Georgia, presente con il Monastero Alaverdi risalente al VI secolo d.C. Sepolte nelle cantine del monastero, le Qvevri (anfore di terracotta) ospitano il vino che fermenta e poi si affina in questi storici contenitori. Un’occasione, dunque, per scoprire il vino in anfora, che anche in Italia trova sempre più appassionati.

Vini d’Abbazia è un viaggio tra lo spirito e i territori con le produzioni curate da religiosi ed enologi. Per la prima volta all’evento si potranno assaggiare il Prosecco Superiore DOCG del Monastero Cistercense dei Santi Gervasio e Protasio di Vittorio Veneto, il cui vigneto si trova all’interno delle mura del Monastero; nuova entrata anche l’Abbazia di Santa Maria de La Matina, di San Marco Argentano in provincia di Cosenza, luogo di sosta dei crociati in partenza per la Guerra Santa e tappa di un itinerario obbligato per i Cavalieri di Malta. Qui, la produzione vinicola dà vita a un rosso corposo, Muntu, e a un rosato Dop Terre di Cosenza, il Mádam, che rappresentano il vitigno principe della Dop Cosentina, il Magliocco. Tornano, tra gli altri, le note Abbazia di Novacella, Abbazia di Monte Oliveto Maggiore, Abbazia di Busco, il Monastero di Santo Stefano Belbo, il Monastero di Sabiona – Valle Isarco, il Convento di Muri-Gries.

Anche i vini locali prodotti nel Lazio hanno il loro spazio, con le Cantine della Strada del Vino di Latina, della Strada del Cesanese del Piglio, del Consorzio del Cesanese del Piglio, Consorzio Cabernet DOP di Atina e Consorzio Cori DOC. Sempre all’interno del Borgo, viene allestito per l’occasione un villaggio di gastronomia curato da Slow Food Latina, con numerosi stand di produttori e presidi, con ingresso gratuito.

Il programma, gli orari e i biglietti per Vini d’Abbazia 2024

vini d'abbazia 2024

Il programma completo è presente sul sito dell’evento e prevede numerosi banchi d’assaggio, masterclass, dialoghi con i produttori e incontri. Inoltre, nella Sala Capitolare all’interno del Chiostro, sarà visitabile una mostra che illustra le storie e le produzioni delle cantine delle abbazie che partecipano alla manifestazione.

Orari: da venerdì 7 a domenica 9 giugno, dalle 16 alle 22

Prezzo dei biglietti: ingresso giornaliero 30 euro / giornaliero con 1 masterclass da 35 a 45 euro / giornaliero + tutte le masterclass 75 euro.
I prezzi sono acquistabili online fino al 4 giugno. Successivamente, potranno essere acquistati in loco nell’apposita biglietteria.

Vini d’Abbazia 2024. Chiostro dell’Abbazia di Fossanova – Via San Tommaso d’Aquino 1, Priverno (LT). Sito

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*