Mangiare e bere a Siracusa: guida per un weekend di tradizione, street food e materie prime locali

Mangiare e bere a Siracusa: guida per un weekend di tradizione, street food e materie prime locali

Mangiare e bere a Siracusa. Siracusa, la perla barocca della Sicilia Orientale. Punto nevralgico della Magna Grecia, come testimoniano i reperti e siti archeologici magnificamente conservati. Culla della cultura, con il teatro greco e la rinomata stagione estiva delle tragedie, ma anche capoluogo del gusto. Ricca di posti dove bere e mangiare divinamente. Con un occhio alla tradizione e uno alla modernità, grazie a un’imprenditoria in fermento e un turismo sempre più selettivo.

Ecco i posti imperdibili per un fine settimana siracusano di mare, sole e buona tavola.

RISTORANTI

Don Camillo

Don Camillo Siracusa

Iniziamo con un’istituzione a Siracusa. Il Ristorante Don Camillo dello chef Giovanni Guarnieri. Una cucina che potremmo definire di nuove tradizioni. Con radici salde nella storia gastronomica siciliana e siracusana, ma anche un forte desiderio di sperimentare con accostamenti e ingredienti più innovativi. L’ambiente è classico e raffinato. La sala si dipana all’interno di un palazzo storico di Ortigia, con volte catalane, pietra a vista e luci soffuse, una cinquantina di coperti, tutti al chiuso. Il servizio accorto e presente, all’altezza della location. Il menu è ricco di proposte intoccabili, ma anche di piatti nuovi e in costante rinnovo. Possibile scegliere tra due degustazioni diverse, per 100 e 80 euro a persona. La consumazione alla carta prevede, invece, la scelta di minimo due piatti a persona, dessert e insalata esclusi. Si possono trovare piatti classici della maison come la crema di mandorle di Noto con gamberi in crosta nera (20 euro), o gli spaghetti delle sirene con gamberi e ricci (25 euro), o proposte più nuove come i ravioloni di falso brasato di manzo con burro, salvia e formaggio ragusano (20 euro) o il filetto di merluzzo allo zafferano degli Iblei e crema di zucchine (25 euro). La carta dei vini presenta un’offerta variegata con etichette classiche e produzioni più piccole e locali.

Don Camillo. Via della Maestranza 96, Siracusa. Tel. 0931 67133. Sito, IG, Facebook.
Aperto dal lunedì al sabato a pranzo e a cena

Il Tiranno

Il Tiranno Siracusa

Il Tiranno è uno dei fiori all’occhiello di Siracusa. Un ristorante innovativo, moderno che presenta una cucina bella e buona, con ingredienti di alta qualità. La location è suddivisa su tre livelli: uno spazio interno con circa 35 coperti e due esterni, con 18 coperti nel dehors e 28 sul rooftop. L’ambiente è raffinato, ma giovanile e dinamico. Il servizio presente e mai impostato. Si trova appena fuori Ortigia, in un punto strategico della città. Il menu è ricco di accostamenti particolari, con una forte attenzione a valorizzare le materie prime scelte in chiave pop. Le proposte sono in continua evoluzione e la carta si modifica regolarmente. Al momento è possibile trovare piatti come vortice di anguria ghiacciato con gamberi e scampi marinati al gin e agrumi (22 euro), spaghettone ricci e caffè (23 euro) o seppia alla vaniglia con insalata liquida asiatica e nero di seppia (20 euro).

Il Tiranno. Viale Montedoro 78, Siracusa. Tel. 0931 581528. Sito, IG, Facebook
Aperto tutti i giorni a cena, tranne il martedì

Olivia Natural Bistrot

Bistrot Siracusa Olivia

Foto Sito Web Olivia Natural Bistrot

Per una scelta vegetariana a Siracusa c’è Olivia Natural Bistrot. Un ristorante pizzeria che propone piatti unicamente vegetariani e con utilizzo di prodotti locali. Le materie prime sono selezionate nel rispetto della stagionalità e con una predilezione per grani antichi siciliani e filiere locali. Una cucina naturale e biologica, ma non solo vegan. Presenti nelle preparazione numerosi formaggi siciliani tra i quali Pecorino primosale, Cuore di manna, Fior sicano, Talè, Ragusano DOP, Vastedda del Belice, Provola delle Madonie, Tuma persa. I prezzi delle pizze variano dai 6 ai 12 euro. La carta propone ricette come il risotto al ragusano DOP con zucchine, mandorle tostate e zest di limone di Siracusa (12 euro). Presente una sostanziosa wine e drink list per accontentare tutte le esigenze. La location, luminosa e dai colori delicati, presenta spazio interno ed esterno e si trova nei pressi della zona archeologica della città.

Olivia Natural Bistrot. Viale Teocrito 118, Siracusa. Tel. 0931 61364. Sito, Facebook, IG
Aperto dal lunedì alla domenica dalle 8 alle 15 e dal martedì alla domenica anche a cena, dalle 18 alle 23.30

Fuori Ortigia Cucineria

fuori ortigia cucineria siracusa

Foto Instagram Fuori Ortigia Cucineria

Come suggerisce il nome, questo ristorante si trova fuori Ortigia. Lontano dalle vie turistiche e con una proposta che si discosta da quelle più classiche presenti in città. Si tratta di un cocktail e wine bar con una cucina incentrata su tapas e cicchetti. Accostamenti originali, come il gazacho con scampi e ciliegie, e di richiamo iberico, come il pulpo a la gallega. Ma si nota anche un sapiente uso di materie prime locali come bottarga, pistacchio e tonno. Presente uno spazio interno e uno esterno. Arredamento industriale per un tocco moderno e giovanile.

Fuori Ortigia Cucineria. Viale Montedoro 89, Siracusa. Tel. 0931 162 3174. FacebookIG.
Aperto dal lunedì al sabato dalle 18 a mezzanotte e mezzo

 

STREET FOOD SICILIANO

Pasticceria Midolo

Midolo Siracusa

Lo street food siciliano è quello che potremmo definire ante litteram. Il cibo da strada è un caposaldo della cucina isolana, con secoli di storia e tantissime varierà di alimenti da mangiare passeggiando. Il re siculo di queste proposte è senza dubbio l’arancino. Al maschile, come si usa in questa zona della Sicilia e non al femminile come invece lo potete ordinare a Palermo. Non sbagliatevi, mi raccomando! Se cercate il miglior arancino di Siracusa non potete non fermarvi alla pasticceria Midolo, alle porte di Ortigia. In questo piccolo negozio troverete tutta la proposta della rosticceria siciliana: dagli sfinci con formaggio e pomodoro alla tuma (uno sformato) con acciughe e primosale. Meritano una menzione gli arancini classici, con il ragù di carne e al burro. Grandi, caldi, fragranti e golosissimi. Perfetti per una pausa pranzo mentre visitate la città.

Pasticceria Midolo. Corso Umberto 86, Siracusa. Tel. 0931 68046. Sito, Facebook.

Caseificio Borderi

Borderi Siracusa

Foto dal sito ufficiale Caseificio Borderi

Quando si visita la Sicilia, una tappa nei mercati più importanti delle città è d’obbligo. Qui si possono trovare i profumi e i sapori di una volta. Preparazioni antiche e riti tramandati da generazioni, come quella del panino con la milza. Tra i banchi del mercato di Ortigia potrete rifocillarvi in un posto unico, per una sosta gastronomica d’eccezione: il Caseificio Borderi con la sua selezione ampissima e gustosa di formaggi di loro produzione, salumi, gastronomia siciliana, birre e vini di accompagnamento. La specialità della casa sono, senza dubbio, i panini da poter addentare passeggiando per il mercato o da portare con voi in spiaggia per una giornata di mare. Fatevene preparare uno da Gaetano o Andrea a loro piacimento, non vi deluderanno. Possibile anche consumare sul posto, alla buona, dei taglieri di formaggi misti.

Caseificio Borderi. Via Emmanuele de Benedictis, 6, Mercato di Ortigia, Siracusa. Sito. IG. Facebook
Aperto tutti i giorni dalle 7 del mattino alle 16

 

LOCALI PER BERE

Cortile Verga

Cortile Verga Siracusa

Un cortile del 700 nel cuore di Ortigia, quello di palazzo Bonanno. Luci soffuse e cocktail di alto livello. Cortile Verga è un locale dove poter bere, mangiare ma soprattutto passare una splendida serata fuori dal tempo. Per quanto riguarda i drink, è possibile ordinare quelli ideati da loro in una fascia di prezzo tra gli 8 e i 18 euro, oppure classici come il negroni, il moscow mule, il gin tonic e tanti altri a un prezzo che si aggira intorno ai 7 euro circa. La proposta di cocktail personali e originali è sicuramente la cifra stilistica del locale. Vengono utilizzati ingredienti stagionali e locali, come l’estratto di pomodoro datterino, smash di basilico o sciroppo all’origano. Tra le proposte gastronomiche è possibile scegliere nel menu tra diversi piatti per spizzicare: da una selezione di bruschette alle ostriche, passando per la tartare arrivando a più semplici panini di panfocaccia. Un posto perfetto soprattutto per l’aperitivo o un dopocena.

Cortile Verga. Via della Maestranza 33, Siracusa. Tel. 392 3318599. Sito, Facebook, IG

Barcollo

Barcollo Siracusa

A due passi dal Duomo, c’è Barcollo. Cocktail e wine bar col barmanager Andrea Franzó. La proposta di drink varia tra quelli più classici ai signature, con prezzi che partono dai 10 euro a salire. La lista varia ogni 6 mesi, seguendo la stagionalità delle materie prime e con proposte di ingredienti homemade davvero interessanti. Anche qui la location è immersa in un cortile settecentesco, quello di Palazzo Borgia. Perfetto per un dopocena d’atmosfera e gusto.

Barcollo. Via Pompeo Picherali 10, Siracusa. Tel. 0931 24580. Facebook, IG

 

[Foto copertina Cortile Verga Ortigia]

About author

You might also like

Dove mangiare alle Isole Eolie, i migliori ristoranti consigliati dalla chef Martina Caruso di Signum

Dove mangiare alle Isole Eolie, i migliori ristoranti consigliati dalla chef Martina Caruso di Signum. Un tempo, Filippino si chiamava Belvedere, modesta trattoria di Lipari destinata a rifocillare pescatori e …

Classifiche 0 Comments

Dove mangiare in Salento: i migliori ristoranti consigliati dagli chef Pellegrino e Potì di Bros

Dove mangiare in Salento, i migliori ristoranti consigliati dagli chef Pellegrino e Potì di Bros, Lecce . Eccoci in Salento, il tacco dello stivale all’estremo sud della nostra penisola, terra pugliese, ma dallo …

Classifiche 0 Comments

I migliori ristoranti di Ischia, dove mangiare da colazione a dopo cena nel borgo di Forio

I migliori ristoranti di Ischia, dove mangiare da colazione a dopo cena nel borgo di Forio. Immersa tra mari e monti, Ischia è soprannominata “isola verde” per il suo fascino …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply