La carbonara di Gordon Ramsay è una zuppa arancione e fa infuriare il web

La  carbonara di Gordon Ramsay è una zuppa arancione e fa infuriare il web

La carbonara di Gordon Ramsay è arancione e fa infuriare il web. E’ probabilmente lo chef più noto del mondo, ma forse un grande chef può fare una pessima carbonara. Noi non lo sappiamo, in realtà, che non l’abbiamo assaggiata, ma alcune foto postate sul web hanno già fatto infuriare e discutere.

La Carbonara di Gordon Ramsay

Ramsay è attualmente chef all’Union Street Cafè di Southwark, a Londra. E da lì posta un video nella quale impiatta il celebre piatto romano, che come molti altri italiani è nel menu del ristorante. Si vede Gordon arrotolare gli spaghetti che sono intrisi di una salsa densa, cremosissima, con un giallo intenso che arriva fino a tonalità da arancione. In questa palude di uovo (e panna?) vagano strisce di pancetta (bacon?). Gordon rifinisce il tutto con una spolverata di pepe.

Leggere i commenti, soprattutto degli italiani, fa capire quanto poco sia stato apprezzato. Chiara Valerio: “Mio Dio”. Marco Seveso: “Too much egg yolk, where is the “guanciale” (cheek lard), where is Pecorino cheese? It looks like a soup“. Simone Leoni: “Non sanno, perdonali“. Giovanni Di Caprio: “Carbonara it’s a dry dish no souse just egg youth and pecorino cheese”. Giulia Di Massa: “Io andrei avanti con il filetto alla Wellington“.

La Carbonara di Gordon Ramsay

About author

You might also like

Coronavirus, i ristoranti cinesi e gli all you can eat non sono pericolosi: ecco perché

Coronavirus, i ristoranti cinesi e gli all you can eat non sono pericolosi. E’ il messaggio che patron e associazioni di categoria stanno lanciando nelle ultime ore. Fra questi c’è …

Angelo Gaja: “Alba non sarà la capitale del Barolo”

Angelo Gaja: “Alba non sarà la capitale del Barolo”. Certe volte la lettura dei quotidiani locali dà notizie inaspettate. Succede che da giorni si fa un gran parlare, in zona, …

Er Murena 0 Comments

Dimenticate i vini naturali, ecco i vini artigianali di Castagno, Gravina e Rizzari

Vini artigianali italiani, di Armando Castagno, Giampaolo Gravina e Fabio Rizzari. Da qualche tempo, trovo sempre più insopportabile la frase standard: “A me non piacciono i vini naturali“. Tic (sotto)culturale …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply