San Valentino 2020 a Firenze, cinque ristoranti romantici per la festa degli innamorati

San Valentino 2020 a Firenze. Innamorati? Fidanzati da poco? Sposati da una vita? Ai limiti della sopportazione? A San Valentino non importa se la propria situazione sentimentale sia felice o tendente al depresso: questo è un giorno in cui le coppie devono festeggiare. E’ inutile che proviate a dire “ma l’amore lo festeggio ogni giorno” o criticare la data additandola come una trovata commerciale, non si scappa. Bisogna impegnarsi, trovare un luogo ideale per celebrare la festa degli innamorati, renderla una serata speciale, ma soprattutto prenotare per tempo. Quindi, per chi volesse festeggiare questo San Valentino abbiamo selezionato cinque ristoranti, luoghi romantici, accoglienti, per tutti i tipi di tasche.

5 e Cinque

Nel cuore di piazza della Passera c’è un posticino interessante, il “5 e Cinque”. Ambiente dai dettagli vintage ma senza pretese, offre una cucina basata su materie prime biologiche, rigorosamente stagionali, a km0 e quando possibile, direttamente dall’orto dei proprietari. Le ricette sono tutte vegetariane, da provare la cecina e la focaccia col formaggio alla ligure (4,5 / 12 euro) i pizzoccheri alla verza con patate (12 euro) e le speciali uova al pomodoro o alla libanese (8 euro). Per chiudere in bellezza optate per un biancomangiare (6 euro) e per i cantucci di Prato artigianali pucciati nel vin santo.

5 e Cinque, piazza della Passera 1, Firenze – 0552741583

Trattoria L’Ortone

Trattoria accogliente e cucina interessante in zona Sant’Ambrogio. Da provare le alici fritte, i coccoli con prosciutto e stracchino e la tartare con le verdurine (10 euro), gli gnocchi di patate rosse col ragù di coniglio e i cappelletti di piccione su burro al timo (12/13 euro), per secondo la guancia di manzo brasata col purè, il mini roastbeef con finocchi o il filetto di baccalà in crosta profumato all’arancia ( 16/18 euro).  Tenetevi assolutamente uno spazietto per i dolci: torta al cioccolato col cuore di mou salato da urlo (6 euro). Una chicca: in bagno, conservate in una teca refrigerata, troverete le migliori bottiglie della cantina.

L’Ortone, piazza Lorenzo Ghiberti, 87/R, Firenze – 0552340804

Hostaria Da Fulvio

Aperta da poco ma ha già conquistato il cuore di Santo Spirito,  l’eclettica “Hostaria Da Fulvio” ha le pareti affrescate dal pittore fiorentino Giambaccio e un’atmosfera particolare che ti fa sentire subito a casa. Da provare la polentina fritta e i crostini burro e acciughe (8/12 euro), i tortellacci di patate al ragù (10 eur0) o gli spaghetti vongole e bottarga (18 euro), la tagliata di manzo o il polpo dello chef (20 euro) e la specialità della casa: 1kg di cozze in tre versioni, servite direttamente in una pentolina ed accompagnate da abbondanti patatine fritte (18 eur0), in un secondo vi sentirete in un bistrot parigino!

Hostaria Da Fulvio, via Sant’Agostino 10/R – 0550135039

Atelier de’ Nerli

Un bistrot con l’anima da galleria nel quartiere di San Frediano aperto dal designer Daniele Cavalli, l’Atelier de Nerli ti accoglie con un ambiente sofisticato, sospeso nel tempo e con una cucina sostanziosa a cura dello chef piemontese Gianluca Camillotto. Da provare il carpaccio di manzo, bottarga e fichi d’India e il misto crudi di mare (18/20 euro). Per i primi  il risotto con mango, taleggio e scaglie di mandorle (16 euro) e gli spaghetti agli scampi (22 euro), e per i secondi si può scegliere tra coniglio ripieno (22 euro), guazzetto di mazzancolle (24 euro), pesce spada o tagliata di manzo (26 euro). Una menzione speciale per i dolci fatti in casa, come la panna cotta, il tiramisù lamponi e fragole o le crostatine di frutta fresca con la crema pasticciera (10 euro).

Atelier de’ Nerli, piazza de Nerli 11 – 0557602982

Enoteca Pinchiorri

Per chi volesse strafare l’opzione migliore è puntare all’Enoteca Pinchiorri: non c’è luogo a Firenze che possa batterla in quanto a bellezza, accoglienza e sofisticatezza. Tre stelle Michelin e una sapienza unica. Lasciando al sommelier la scelta dei vini, qui davvero importanti e di altissimo livello (si parla di quasi 60 mila bottiglie), potete optare per un menu degustazione con 7/9 portate ( 275/290 euro a persona, vini esclusi) o per il menu alla carte, dove non potete perdere le code di scampi crude e cotte(110 euro), gli spaghetti alla chitarra con frutti di mare e crostacei, briciole di pane e bottarga di muggine (95 euro) oppure il risotto con crema di cavolfiore (90 euro), mentre per secondo l’astice in salmì, il piccione in crosta di fave di cacao e sale (110 euro) o la faraona disossata e glassata alle olive (90 euro). La pasticceria è deliziosa, tutta, e degno di nota “il nostro fiore” (35 euro). In occasione di San Valentino la cucina propone anche un menu speciale (285 euro a persona, bevande escluse).

Enoteca Pinchiorri, via Ghibellina 87, Firenze – 055242757

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*