Le migliori pasticcerie di Torino: cinque indirizzi per bonèt, macarons e gianduiotti

Le migliori pasticcerie di Torino: cinque indirizzi per bonèt, macarons e gianduiotti

Le migliori pasticcerie di Torino. Che sia un croissant a colazione o una fetta di torta a merenda, è impossibile non cedere a qualche peccato di gola. E a Torino le tentazioni sono davvero tante. Se ad esempio vi capiterà di camminare nella centralissima via Po sarete attirati da decine e decine di torte esposte in bella mostra nelle vetrine dei caffè storici. Dal tradizionale Bonèt, il budino al cioccolato più amato dai piemontesi, ai gianduiotti. Per orientarsi in questa dolce marea, ecco qualche consiglio firmato Puntarella Rossa.

Le migliori pasticcerie di Torino

Raspino

Aperta dal 1° settembre del 1959 da Lorenzo Raspino e Margherita Ghigo (sì proprio i Ghigo della storica Cremeria di piazza Vittorio Veneto) questa pasticceria è il luogo ideale dove iniziare la giornata. Con un croissant, preparato solo con lievito naturale, o con una cedrata, fatta a regola d’arte. A gestire il locale oggi ci sono la figlia dei fondatori, Rosaria, e suo marito Gino, pasticcere. Raspino è insieme pasticceria, cioccolateria, caffetteria e torrefazione. La specialità del locale è nella qualità dei prodotti. La regola è che ogni cosa, dal dolce al salto, deve essere preparata con materie prime, mai semilavorati. Punto di forza sono le paste lievitate: dai tradizionali panettoni e colombe al pan passito, accompagnato da pipette di passito per poter bagnare il dolce anche a casa. Tra i pasticcini più curiosi che Raspino offre c’è “Anita”, dedicato alla famosa rivoluzionaria, moglie di Giuseppe Garibaldi, perché unisce i sapori di tutta la penisola: dalle melanzane del sud alle mele renette del Trentino. Questo pasticcino fresco è la rielaborazione di un’antica ricetta di un monaco di Capri, creato da Raspino in occasione dei 150 anni dell’unità d’Italia.

Raspino, corso Regio Parco 24, tel. 011 850142, Aperto da martedì a domenica dalle 7 e 30 alle 20. Il sabato chiude alle 13 e riapre alle 15 e 30. Pagina Facebook

Torteria Berlicabarbis

Berlicabarbis in dialetto piemontese significa “da leccarsi i baffi”. E già il nome la dice lunga. Questa torteria, nata nel 2012 dall’idea di due amici, Francesco Cravetto e Enrico Ugolotti a cui si è unito un terzo socio, Ariele Canuto, è il posto ideale dove fermarsi a fare merenda. Ogni giorno vengono sfornati venti tipi diversi di torte, rigorosamente “home made” da accompagnare ad una tazza di tè. Si può scegliere infatti tra più di cento varietà di tè, infusi e tisane. Da tenere d’occhio anche la carta dei caffè: si va dal goloso Balengo con cioccolata, panna montata, torroncini e scaglie di fondente, al Muntagnin con crema di marroni, panna montata, marron glacé e bonbons alla violetta. I due locali, uno a Corso Moncalieri e il più nuovo in via Catania possono anche essere affittati per feste di compleanno o di laurea.

Torteria Berlicabarbis, corso Moncalieri 214/D, tel. 011 207 4508, Torteria Berlicabarbis 2, via Catania 10, tel. 011 231032, Aperti tutti i giorni dalle 7, chiudono all’1 il lunedì, alle 2 dal martedì al giovedì e alle 3 il venerdì e il sabato. La domenica aprono alle 8 e 30 e chiudono all’1. Sito internet e Pagina Facebook

Ghigo

Conosciuta da tutti i torinesi per la sua famosa Nuvola, il pandoro ricoperto di crema al burro e spolverato di zucchero a velo, è una delle pasticcerie storiche della città. Aperta dal 1870 è a due passi da piazza Vittorio Veneto. In origine era una latteria dove si producevano tomini e formaggi. Le ricette dell’epoca, tra cui quella per la preparazione dei croissant, sono state tramandate di generazione in generazione. Per fare colazione o per un goloso spuntino a metà giornata vi consigliamo di assaggiare la pasticceria mignon e la famosa panna montata, preparata al momento, servita direttamente in tazza sul caffè, sulla cioccolata calda o da accompagnare agli ottimi marron glacé.

Pasticceria Ghigo, via Po 52/b, tel. 011 887017, Aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 20, il sabato e la domenica apre dalle 8 alle 20, Sito internet e Pagina Facebook

Farmacia Del Cambio

Aperta dal 2014 è insieme pasticceria e gastronomia del ristorante stellato del Cambio. Il locale era un tempo della Farmacia Bestente, antica bottega di speziali aperta nel 1833. All’interno l’arredamento è rimasto quello dell’epoca con vetrine e scaffali in legno dove vengono esposte le creazioni degli chef Fabrizio Galla e Matteo Baronetto. La qualità dei prodotti giustifica i prezzi più alti rispetto alla media. La Farmacia è stata infatti definita una boutique, un vero e proprio laboratorio del gusto. Tra i dolci si può scegliere il classico Bonèt, il budino tipico del Piemonte a base di cacao, liquore e amaretti, oppure Jessica, la torta dedicata alla prorompente Jessica Rabbit che è valsa allo chef Galla la coppa del mondo di pasticceria a Lione nel 2007. E ancora, bigné, croissant, torta di nocciole, cheesecake. Il tutto da gustare all’interno o all’esterno del locale, ai tavoli da cui si gode della splendida vista di piazza Carignano.

Farmacia Del Cambio, piazza Carignano, 2, tel. 011 1921 1250, Aperto tutti i giorni dalle 9 alle 21 e 30. Sito internet e Pagina Facebook

Gerla

Gerla è uno dei locali storici della pasticceria torinese. Nata nel 1927 con il nome di Eccelsa, nel 2012 viene acquistata da Roberto Munnia che decide di espandere il progetto aprendo accanto alla pasticceria, la caffetteria e un lounge bar. Sua è anche l’idea di inserire nel menu i colorati macarons, preparati seguendo la ricetta francese originale. Tra le specialità da provare ideate dalla chef Evi Polliotto ci sono la versione salata dei macarons e la Tartelletta esotica a base di cocco e mango, con un cuore di ananas e la glassa al frutto della passione. Un dolce fresco ideale per la bella stagione. Per i più golosi c’è poi la rivisitazione della famosa Foresta Nera preparata con pan di spagna al cioccolato, gelée di amarene, mousse al cioccolato, ganache montata alla vaniglia e glassa di amarene.

Pasticceria Gerla, Corso Vittorio Emanuele II 88, tel. 011 545422, aperto tutto i giorni dalle 6 e 30 alle 21 e 30, Sito internet e Pagina Facebook

About author

You might also like

Grezzo a Torino, lo chef Vito Cortese: “Vi racconto il crudismo e il Kombucha, la bevanda dell’immortalità”

Grezzo raw chocolate Torino, intervista a Vito Cortese. In occasione dell’apertura dello store di Torino lo scorso 6 giugno, dopo la fortunata esperienza capitolina di Via Urbana, abbiamo incontrato Vito Cortese, …

I migliori brunch di Torino, buffet e pranzo della domenica

I migliori brunch di Torino 2018 Conosciamo tutti la pace e la tranquillità che riempiono il fine settimana. E, diciamocelo, anche la pigrizia. La risposta è una sola: il brunch. Per …