I Ristoranti d’Italia 2018 dell’Espresso, tutti i premiati e i cappelli d’oro (con Vizzari che attacca la Michelin)

I Ristoranti d’Italia 2018 dell’Espresso, tutti i premiati e i cappelli d’oro (con Vizzari che attacca la Michelin)

I Ristoranti d’Italia 2018 dell’Espresso, tutti i premiati e i cappelli d’oro.
Siamo in piena stagione guide e, in attesa del Gambero Rosso e di Michelin, ecco i premiati della Guida dell’Espresso, che festeggia 40 anni, con il nuovo riconoscimento dei cappelli d’oro, ai locali classici che hanno contribuito a cambiare il volto della cucina italiana.

I Ristoranti d’Italia 2018 dell’Espresso

casadonna reale

5 Cappelli

Casadonna Reale di Castel di Sangro

Le Calandre di Rubano

Osteria Francescana di Modena

Piazza Duomo di Alba,

Uliassi di Senigallia

Cappelli d’oro

Caino di Montemerano
Colline Ciociare di Acuto
Dal Pescatore di Canneto sull’Oglio
Don Alfonso 1890 di Sant’Agata sui Due Golfi
Enoteca Pinchiorri di Firenze
Lorenzo di Forte dei Marmi
Marchesi alla Scala di Milano
Miramonti l’Altro di Concesio
San Domenico di Imola
Vissani di Baschi

4 Cappelli

Casa Perbellini di Verona
Da Vittorio di Brusaporto
Dani Maison di Ischia
Del Cambio di Torino
Duomo di Ragusa Ibla
La Pergola dell«Hotel Rome Cavalieri di Roma
St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina di Badia
Il Pagliaccio di Roma
Kre’sios di Telese
La Peca di Lonigo
Lido 84 di Gardone Riviera
Seta dell’Hotel Mandarin Oriental di Milano
Taverna Estia di Brusciano
Villa Crespi di Orta San Giulio
Hisa Franko di Caporetto (Slovenia)

Seguono 40 ristoranti da 3 cappelli, 132 da 2 cappelli, e 457 quelli segnalati con 1 cappello.

A margine della presentazione, il direttore delle Guide Enzo Vizzari si lascia andare una critica alla concorrenza, in particolare alla guida Michelin:  «Bisogna fare un solo mestiere. Noi facciamo solo la guida e facciamo i critici. Lo possiamo fare bene o male ma facciamo solo questo. Però non siamo organizzatori di eventi, di congressi, e non incentiviamo la gente ad andare nei ristoranti sotto forma di convenzioni. Questo perché ritengo che debbano essere mestieri distinti».

I Ristoranti d’Italia 2018 dell’Espresso

About author

You might also like

I migliori aperitivi a Napoli: dal Jazzy Bar al Granafine, da Cannabistrò a Brusco Wine

I migliori aperitivi di Napoli. Napoli non avrà avuto il suo Conte Negroni, che stanco di bere il solito Americano creò il cocktail che ancora oggi porta il suo nome, né …

Frisio Bistrot a Napoli, dove il mare incontra l’hamburger

Frisio Bistrot a Napoli: tra mare e terra hamburger gourmet e dessert artigianali. Chi ha detto che l’hamburger deve essere solo di chianina, di angus, doppio, al sangue o ben cotto? …

Florence Cocktail Week 2017, torna la settimana dedicata all’arte della miscelazione

Florence Cocktail Week 2017. Torna, dal 1 al 7 maggio prossimi, la settimana dedicata all’arte della miscelazione, dopo il successo della prima edizione dello scorso anno. Florence Cocktail week, ideata e organizzata …