Tognazzi Eat Fest a Torvajanica, tributo alle ricette d’Abbuffone di Ugo

LA GRANDE BOUFFE 1973 DIRECTED BY MARCO FERRERI Philippe Noiret, Michel Piccoli and Ugo Tognazzi. © Rue des Archives/DILTZ

Tognazzi Eat Fest. Il perfido Paolo Villaggio, nelle sue memorie sosteneva che Ugo Tognazzi cucinasse malissimo:  “Non aveva assolutamente la vocazione del cuoco. Solo una tragica voglia di farlo. Seviziava i suoi ospiti. Gli ho visto fare fette di mortadella panata con prosciutto e scamorza e maial tonnè. Gli ospiti nuovi si abbuffavano, poi scomparivano dalla circolazione per alcuni giorni; altri, per sempre”. Eppure Tognazzi di cucina se ne intendeva: ha scritto molti libri leggendari, dall’Abbuffone al Rigettario. E ogni venerdì aveva istituito la Cena dei 12 Apostoli, con Villaggio, Vianello, Monicelli e altri. Villaggio, Monicelli, Vianello e gli sceneggiatori Benvenuti e De Bernardi. A fine cena, votazione segreta con sei giudizi possibili: straordinario, ottimo, buono, sufficiente, cagata, grandissima cagata.

Tognazzi Eat Fest okPer rievocare quei bei tempi, nei quali cucinare era un’arte ma anche e soprattutto un divertimento, arriva a Torvajanica la prima edizione di Tognazzi Eat Fest, tributo ai piatti di Ugo, patrocinato dalla Città di Pomezia e ideato dalla Costa di Enea. Dal 24 agosto al 4 settembre, 15 ristoranti prepareranno i piatti più amati da Tognazzi:  dalle orecchiette al pomomascarpone al risotto al radicchio, dai fagotti di melanzane con carne di agnello alle fragole all’aceto di lamponi e al bavarese di fragole. Non mancheranno anche i famosi panini di Ugo.

abbuffone

Ecco i ristoranti che aderiscono all’iniziativa: Marine Village-Ristorante Ugo al Villaggio, La Ciurma, Un’Altra Storia, Talea, Il Nido, Klepsydra, Pizzeria Funiculì Funiculà, Perla nera, Mare Village, Miami Beach, Tinga Risto, Pizzeria da Gabriele, Pizzeria da Vivarelli Paninoteca da Coso e la PasticceriaMartinoj.

Oltre alla gastronomia ci sarà anche una mostra fotografica, che verrà inaugurata il 24 agosto dal Sindaco di Pomezia, Fabio Fucci e il Vicesindaco Elisabetta Serra, durante la kermesse verrà consegnata una targa alla famiglia Tognazzi. La mostra dedicata ad Ugo Tognazzi è a ingresso libero ed è aperta tutti i giorni dalle 16 a mezzanotte presso lo spazio allestito a Viale Francia 42 fino al 3 settembre 2017.

Lo sponsor tecnico non poteva che essere la Tognazza, l’azienda vinicola fondata da Ugo e gestita ora dal figlio Gianmarco.

tognazzi 2Noi, per omaggiare lo spirito goliardico di Ugo, vi riportiamo una sua ricetta stravagante delle polpette:

“Stabiliamo anzitutto che fare le polpette, per me, significa utilizzare ogni tipo di carne avanzata: lesso, arrosto, gallina, brasato, ecc ecc… Io, alla carne, aggiungo un panino bagnato nel latte. Si favoleggia di una volta che feci le polpette adoperando, oltre al panino bagnato nel latte, una patata lessa: risultato clamoroso. Alla carne avanzata ben tritata va aggiunto anche un avanzo di prosciutto o salame, oppure un avanzo di salsiccia sbollentata. E un avanzo di spicchio d’aglio tritato con abbondante prezzemolo (tritato). Non dimenticate un po’ di noce moscata, e un uovo intero. E due cucchiaini di parmigiano non volete metterceli? Anche pecorino, se preferite. Tutto ciò va trasformato in tante palline che passerete nella farina bianca e bagnerete in un altro uovo intero sbattuto. Fate rotolare le polpette nel pane grattuggiato e friggetele in metà olio e metà burro. Dimenticavo: scorza di limone grattuggiata. Se per caso fra gli avanzi avete anche della porchetta, non esitate a impastarla con il resto”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*