Case dell’acqua a Roma, i nasoni diventano hi-tech: acqua liscia o frizzante e ricarica cellulari

ACEA,ARRIVANO CASINE DELL'ACQUA:"NASONI" HI-TECH PER RICARICA SMARTPHONE- FOTO 6
Foto Omniroma

Case dell'Acqua Acea a Roma. I nasoni di Roma diventano hi-tech. Sono le fontanelle più famose al mondo, con acqua che scorre sempre fresca giorno e notte, ristoro per i turisti del centro storico nelle giornate afose in piena estate e fonte preziosa per i romani in giro per la città. Da ora in poi i nasoni che distribuiscono gratuitamente ed ininterrottamente "l'acqua del sindaco" avranno anche schermi per informazioni e daranno la possibilità di caricare la batteria degli smartphone. Si potrà scegliere tra acqua liscia o frizzante e riempire bottiglie, sempre a costo zero. Saranno insomma delle vere e proprie "case dell'acqua".

La rivoluzione hi-tech dell'acqua di Roma parte dall'Ostiensein via delle Cave Ardeatine dove – proprio sotto la sede di Acea – è stato posizionato il primo distributore. Per tutti, la possibilità di approvvigionarsi liberamente – senza costi insomma – di acqua fresca (alla temperatura di 9 gradi) e controllata, sia naturale che gassata, con dosi da bicchiere oppure da 1 litro. Sarà possibile ricaricare per strada il proprio cellulare o tablet attraverso porte usb appositamente installate, o consultare informazioni di pubblica utilità (meteo, info sul quartiere, comunicazioni Acea) su uno schermo ad alta definizione.

Forse, ci duole ammetterlo, l'estetica lascia un po' a desiderare. Vi immaginate un "totem" così tra i vicoletti di Monti? Niente a che vedere con le vecchie fontanelle in ghisa che risalgono addirittura a fine '800, disseminate dentro e fuori le Mura Aureliane (se ne contano almeno 2.500), di cui Acea ha realizzato anche una mappa.

L'obiettivo però è lodevole: l'acqua delle casine sarà un vero e proprio bene comune. Il progetto prevede di installare 100 nasoni hi-tech nel giro di tre anni, a Roma e provincia, nelle piazze, nei mercati e nelle ville storiche. Si parte dalle periferie: già nelle prossime settimane sorgeranno le prime casine dell'acqua nei mercati di Magliana, Laurentino, Casilino 23, Villa Gordiani e nel mercato Appagliatore di Ostia. Con un bel risparmio in termini ambientali, di riduzione di consumo di plastica e soprattutto economico per le tasche dei consumatori: quanti ancora continueranno a comprare l'acqua imbottigliata al supermercato?

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*