Boom di ascolti per Masterchef, nonostante Sanremo

Boom di ascolti per Masterchef, la puntata andata in onda l’8 febbraio 2024 conferma il successo della 13esima edizione del cooking show di Sky, che ha dovuto competere con Sanremo.

L’8 febbraio 2024, i social di Masterchef sono stati invasi da un simpatico post che diceva: “Sappiamo che questa sera per causa di forza maggiore non tutti seguirete Masterchef Italia (VI PERDONIAMO), quindi per non spoilerarvi nulla posteremo solo nei prossimi giorni chi dovrà abbandonare la Masterclass”. Un chiaro riferimento al fatto che buona parte degli spettatori fosse concentrato sulla visione di Sanremo.

Il successo di Masterchef 13

Boom di ascolti per Masterchef

Nonostante Sanremo, però, il cooking show di Sky condotto da Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli ha tenuto botta. Anzi. La tredicesima edizione continua a macinare ascolti e consensi e la puntata dell’8 febbraio ha fatto registrare una media serata di 525mila spettatori e il 2% di share, con il 71% di permanenza, numeri in crescita del +22% rispetto agli stessi episodi della scorsa stagione (sempre in onda durante la settimana del Festival di Sanremo). Nel dettaglio, il primo episodio di ieri ha raggiunto 563mila spettatori medi, con il 2% di share e il 67% di permanenza; il secondo 487mila spettatori medi, con il 2,1% di share e il 76% di permanenza.

Ascolti che si sono uniti alla partecipazione social, con 201mila interazioni social totali (+43% rispetto a un anno fa), con #MasterChefIt che è stato il contenuto più commentato del prime-time dopo il Festival di Sanremo.

Insomma, dei risultati ottimi che fanno pensare a un ulteriore aumento in vista delle fasi finali, che si stanno avvicinando. I concorrenti, ormai, sono rimasti in 6 e manca sempre meno alla proclamazione del prossimo Masterchef d’Italia.

Nella puntata di ieri sera, grandi ospiti nella cucina del cooking show, come Chiara Pavan del ristorante Venissa sull’isola di Mazzorbo (che ha portato il granchio blu e la rapana venosa, due specie aliene del mare Adriatico) e Riccardo Gaspari del San Brite di Cortina d’Ampezzo (che ha portato sedano rapa e pino mugo).

 

Seguici sui social: Facebook e Instagram

 

[Foto Sky]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*