Sei idee per Pasquetta (ma sbrigatevi!)

Sei idee per Pasquetta (ma sbrigatevi!)

Il meteo, certo, potrebbe non aiutare. Ma se non siete obbligati a interminabili pranzi a casa con schiere di parenti, e avete comunque voglia di sfidare qualche nuvola (e l'immancabile traffico) perché proprio non potete rinunciare alla tradizionale gita di Pasquetta, sono diverse le mete che potete tentare di raggiungere. Gli appassionati di cucina, a dispetto della crisi, in realtà hanno già prenotato (abbiamo fatto almeno 15 telefonate e la risposta è stata sempre (tutto esaurito), ma non è detto che non si trovi last minute qualche leccornia preparata dai migliori chef. Intanto, noi vi diamo sei mete sicure, con posti ancora disponibili (ma stanno finendo, basta temporeggiare!). Buona Pasqua, buona Pasquetta (e buon Natale, visto che siamo a Roma…)

FRASCATI – PRANZO TRADIZIONAL-GOURMET

 

Se al classico panino con la porchetta incartato e mangiato per strada, preferite comunque assecondare i vostri istinti gourmet, ai Castelli qualcosa si trova ancora. Ad esempio a Frascati potete prenotare da Cacciani (via Diaz 13). Si spazia dalla focaccia espressa con guanciola, fumi di peperoncino e rosmarino alle pappardelle con ragù bianco ed erbe profumate, fino all'abbacchio scottato. Sul sito, comunque, trovate tutti i menu' (ce n'e' uno degustazione a 50 euro). Posti liberi solo a Pasquetta. 

 

TIVOLI – PICNIC IN VILLA

Sempre 'fuori porta', se preferite invece l'aria aperta e siete pronti a sfidare orde di ragazzini, potete optare per una gita a Tivoli, dove, al Parco Villa Gregoriana, il 25 aprile sarà possibile rilassarsi con un classico pic-nic. E chi invece fosse troppo pigro per portarsi il pranzo da casa, può trovare il cestino da pic-nic per soli 8 euro al caffè della Villa (anche qui, meglio prenotare, telefonando allo 0774318296 oppure al 393-3256162)

 

 

 

 

 

 

A ROMA (NORD) – BABA

Per chi invece non rinuncia a un pranzo nel pieno rispetto delle tradizioni pasquali, ma non ha intenzione di muoversi da Roma, un posto adatto e facilmente raggiungibile (a due passi da Corso Francia) è sicuramente Baba. Dalla pizza al formaggio, all'abbacchio, passando per le uova sode decorate, non manca proprio niente per festeggiare insieme una delle principali feste di primavera (il menu' fisso costa 50 euro, dall'antipasto al dolce, compresa una bottiglia di vino ogni tre persone, e c'e' anche un menù bimbi a 20 euro). Attenzione però, come fa pranzo familiare che si rispetti, da Baba bisogna presentarsi a tavola all'una (ed è meglio, ovviamente, prenotare, chiamando lo 06.3330745).
 
 
A ROMA (SUD) – FLAVIO AL VELAVEVODETTO 
 
E se abitate dall'altra parte della città e proprio non volete fare nessuno sforzo, niente paura. Anche dalle parti di Testaccio si trova qualcosa di aperto, come Flavio al Velavevodetto. Classica osteria con cucina nel cuore dello storico quartiere di Roma (sud), mette in tavola i sapori della tradizione gastronomica della Capitale, dalla gricia alle polpette al sugo all'immancabile cicoria ripassata. Da non provare, però, se siete in vena di osare, le tagliatelle fatte in casa con occhi di canna e polpette al bollito. 
 
 
PIZZA DA PORTARE A VILLA ADA – LE BON BOULANGER
 
Se alla fine, colpiti da insuperabile pigrizia (e con la speranza che in ogni caso, Giove pluvio sia clemente e ci sia almeno mezzo raggio di sole), rinunciate alle abbuffate e preferite buttarvi per esempio sull'erba di villa Ada, la soluzione per un pic-nic ottimo ed espresso (non proprio super economico) la trovate a pochi passi da via Salaria, a via Collalto Sabino, che si chiama Le Bon Boulanger. Un po' gastronomia, un po' bottega, di recente pure un po' ristorante,  è di sicuro il un paradiso della pizza bianca (per noi la più buona, perlomeno di Roma Nord).  Parcheggiate alla meglio dove riuscite, vi mettete in fila con santa pazienza, e vi fate riempire la pizza con quello che vi pare (ottime le selezioni di affettati e formaggi). Se avete tempo, potete anche tornarci a fare l'aperitivo, dove vi serviranno, comodamente al vostro tavolo senza risse per agguantare l'ultima pizzetta, una scelta delle loro specialità ( imbattibile il rapporto qualità-prezzo).
 
OSTIA – LA BUSSOLA
Punto fermo della ristorazione di massa di Ostia, la Bussola offre pesce freschissimo, una grande sala al coperto e una all'aperto (pioggia permettendo). Buen ritiro di Renzo Arbore e di molti romani non troppo snob che amano sguazzare nella sabbia, nelle vongole e nel vino bianco. A Pasqua è già tutto esaurito, ma per Pasquetta ci sono ancora posti disponibili. Il menu prevede un prezzo fisso da 40 euro, Falanghina compresa.

About author

You might also like

Fulvio Bressan e la “Kyenge scimmia”: quando il vino ha il sapore acre del razzismo

Quando si beve una bottiglia di vino, si dice, si beve anche la sua storia, la sua origine, le mani che hanno lavorato l’uva, che l’hanno seguito con amore in …

L’Emilia si profuma di tartufo

di Gianluca Schinaia / © Fatto quotidiano Tempo d’autunno, sinonimo di castagne, funghi, salumi. E di tartufi, per chi ha voglia di soddisfare uno dei vizi più gentili del Bel Paese. …

Recensioni 5 Comments

Albos Club da Rosario, a Fregene come in Grecia

Albos Club a Fregene. Ora che avete visto il piatto di crudo qui sopra, avete capito quasi tutto. Ma ecco qualche dettaglio in più. Se arrivi sul lungomare di Levante …

1 Comment

Leave a Reply