Smash Tag Roma, la nuova generazione di burger smash in un unico morso

Smash Tag Roma, la nuova generazione di burger smash in un unico morso

Smash Tag Roma. Se si parla di street food a Roma, si pensa generalmente alla pizza, ai supplì, ai panini con ricette regionali. Dal 9 aprile 2021 è arrivato in città un altro protagonista dello street food direttamente dall’America, dove è da sempre re indiscusso del cibo da strada. Stiamo parlando dello smash burger di Smash Tag, lo street food che si fa “strada” in via Michele di Lando, nei pressi di piazza Bologna. Dal 15 Maggio anche con area esterna.

Il concept  

Da una parte abbiamo la pubblicità provocatoria e aggressiva di Burgez, dall’altra una campagna vivace e colorata di Smash Tag per annunciare la nuova apertura di coloro che “we didn’t create burger, we make it better“. Da una parte l’ideatore di un brand che punta sul marketing dello scalpore per far parlare di sé e dare contro i vegani, dall’altra tre ragazzi con un pick-up a noleggio che girano 13 Stati dell’America per trovare il burger perfetto da riproporre e “migliorare” in terra madre, raccontando un cibo che in molti pensano di conoscere bene ma in realtà dalle nostre parti c’è ancora diversa strada da fare.

Riccardo Di Salvo, Ivan Leone e Giorgio Rajani, questi i nomi dei tre founder. Quasi come gli eredi di Kerouac in una nuova “burger generation”, intraprendono nel 2019 un viaggio on the road per gli States con un unico obiettivo: conoscere tutti i segreti del burger a stelle e strisce. Armati di curiosità e spirito imprenditoriale, Riccardo, Ivan e Giorgio visitano i più noti diners e food-truck, parlano con chef e titolari di locali, attraversano il continente coast to coast per giungere ad una conclusione illuminante: esportare in Italia una nuova generazione di burger, lo Smash burger. “Dopo averne mangiati migliaia nella nostra vita abbiamo deciso di partire per un viaggio con una missione: trovare l’Hamburger. Quello irripetibile. Quello che ti si stampa in testa e non fa reggere il confronto a tutti gli altri che proverai nella tua vita” raccontano.

Lo Smash burger 

Ma cos’è lo Smash burger? Si tratta di un burger letteralmente “schiacciato” mentre è sulla griglia con un apposito strumento detto appunto “smasher”. Contro ogni apparente buona regola del BBQ, che vorrebbe non toccare mai la carne una volta sul fuoco, la tecnica dello smash burger prevede che si aumenti la superficie utile alla formazione della crosticina. Questo perché, insieme all’alta temperatura di cottura, la crosticina intorno al burger permette di sigillare i liquidi che si formano all’interno. Il risultato è un burger dalla texture succosa che si presta benissimo ad essere il ripieno del bun.

Anche sul bun, c’è qualcosa da precisare. “Abbiamo studiato prima la perfetta ratio tra bun e carne, poi il morso in maniera maniacale” dichiarano i founder, “l’effetto sublime che fa la nostra carne una volta che la mordi è il risultato del processo con cui abbiamo imparato a macinare e creare il patty negli States”. Per il loro pane hanno scelto una ricetta a base di patate per una consistenza extra morbida.

Il menu

Ispirandosi al modello di White Castle, la prima catena americana a proporre gli smash burger sul mercato, Smash Tag vuole scardinare i paradigmi secondo cui l’hamburger è quel panino alto ed ingombrante che si fa fatica ad addentare con un unico morso.

Una sola mano e un unico morso, lo smash burger è compatto e diretto. Anche eco-friendly, grazie al packaging totalmente compostabile.

Lo Smash White è semplicemente bun, smash burger e bun. Costa 5,70 euro per la versione singolo e fit, 7,70 euro per la versione con doppio burger. Lo Smash Pink aggiunge patatine, gravy sauce, american cheese e crispy bacon (7,50 e 9,50 euro), e gli ingredienti cambiano per gli altri colori, 7 in totale. Salse e topping, tra cui cipolla, guacamole, cheese, cetrioli, si possono aggiungere al panino per comporre il proprio smash burger personalizzato.

Essendo street food, si ordina per asporto e delivery, ma dal 15 maggio sarà disponibile un dehors esterno per la consumazione in loco sempre self-service. Attive le ordinazioni sulle principali piattaforme di Justeat, Deliveroo, Glovo, Ubereats tutti i giorni dalle 19.30 alle ore 23.00.

Smash Tag. Via Michele Lando 22, Roma. Tel. 335 1532616. Pagina Fb. Pagina Instagram

About author

You might also like

Nuove aperture 0 Comments

Brado Roma, tagliata di selvaggina e birre artigianali nel locale in zona Tuscolana

Brado Roma, tel. 375 514 0851. Mattoncini rossi, cucina a vista e dettagli in legno nel nuovo locale di Roma in zona Tuscolana, che riportano alla mente un rifugio di …

Nuove aperture 0 Comments

Biblos Fregene, la pizza (in teglia) di Stefano Callegari arriva nello storico bar pasticceria del litorale romano

Biblos Fregene. Tel. 06 86660666. Biblos o Biblo’s bar è la pasticceria e gelateria storica di Fregene che ha animato fino a qualche anno fa il litorale romano con aperitivi e …

La Friggitoria On The Beach: a Ostia il delivery che consegna panini e frittura di pesce sotto l’ombrellone

La Friggitoria On The Beach a Ostia. È il 2015 quando i giovani imprenditori Matteo Serravalli e Andrea Castelmare decidono di aprire la Friggitoria di corso Duca di Genova, a …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply