Pico Gelato a Roma apre ai Parioli la quarta gelateria nonostante il virus

Pico Gelato a Roma apre ai Parioli la quarta gelateria nonostante il virus

Pico Gelato a Roma apre ai Parioli. Sono passati diversi anni da quando, nel 2013, Pico Gelato ha fatto il suo arrivo a Roma. Un format chiaro: una realtà tutta al naturale, arredamento semplice, gusti che seguono la stagionalità dei prodotti e materie prime di qualità. La formula di Pico si è rivelata vincente dato che, prima dell’emergenza sanitaria, le sedi erano tre: la prima a Largo XXI Aprile, poi il bis nel quartiere Flaminio e il terzo in via Ridolfino Venuti (che comprende anche Pico Lab). E la novità? Pico Gelato inaugura il 14 maggio 2020 il suo quarto locale, stavolta nel quartiere Parioli, in via Vittorio Locchi 19D. A raccontarci questa nuova avventura uno dei due proprietari, Diego Barbaresi.

Pico Gelato Roma

“Il progetto va avanti da ottobre e l’apertura era prevista per fine febbraio/inizio marzo, poi le cose sono andate come tutti sappiamo” ha esordito Diego. Lo stop forzato di questi due mesi e mezzo, però, non ha bloccato il nuovo Pico Gelato, ma ha solo rimandato l’inaugurazione. E adesso è possibile ripartire? La situazione è drammatica, ma serve positività, che di certo non manca allo staff della gelateria dal cuore argentino. “Avevo scelto già i dipendenti, il locale era pronto. Abbiamo la giusta forza per ripartire dopo lo stop: la gente ha voglia di gelato, ha voglia di passeggiare con un cono in manco e noi siamo pronti per questa nuova avventura”.

Pico Gelato Roma

L’inizio è stato duro, la cosa è andata un po’ a rilento: abbiamo rispettato rigidamente le norme” confessa Diego. “Niente coni né coppette. Solo la vaschetta di polistirolo da portare via”. Per lunghe settimane, Pico Gelato ha lavorato con i partner per il delivery: “I clienti hanno avuto bisogno di adattarsi. Poi è bastato poco per far arrivare molti ordini. Siamo stati chiusi al pubblico per troppo tempo, ma all’interno non ci siamo mai fermati. Con incassi decisamente ridimensionati, ma siamo riusciti a lavoricchiare”. Dal 4 maggio, invece, le direttive del Governo hanno permesso l’asporto. Come hanno reagito gli aficionados? “C’era la fila fuori! E questa, oltre a essere una grande soddisfazione, è la spinta più forte che serve per ripartire. La nostra forza sono le persone che amano il nostro prodotto”.

Pico Gelato Roma

Ma cosa cambia nella nuova sede? In realtà non molto. Il format di Pico Gelato è ormai conosciuto in tutta Roma: un gelato “naturalmente buono”, artigianale e sano realizzato dal maestro Gustavo Fabian Sosa, proprietario e fondatore insieme a Diego. Il quartiere Parioli non è stata una scelta casuale, qui Gustavo si è formato professionalmente, conosce bene la zona e tutti conoscono lui. Negozi, attività commerciali, uffici: c’è un bel passaggio di persone e, come dice Diego, “manca una gelateria artigianale. La nostra idea è diventare un punto di riferimento: la gelateria di quartiere”.

Pico Gelato Roma

Restano poi i cavalli di battaglia di Pico Gelato, come il gusto al Dulche de Leche, preparato facendo cuocere latte e zucchero che diventano una crema, con un sapore molto simile alle caramelle mou. Ma anche Pane, Burro e Marmellata e i classici Pistacchio di Bronte e Stracciatella. Non solo coni e coppette (baby 1,80 euro, piccolo 2,50 euro, medio 3 euro, grande 3,50 euro), ci sono i frozen yogurt (2,50/3,50 euro), i piccoli coni (1,20 euro ), i mini stecchi da passeggio (2 euro) e le torte gelato. E per chi si fosse abituato al gelato in vaschetta (24,50 euro al kg), può continuare a mangiarlo a casa propria.

Pico Gelato Roma

Dicevamo che il concept è rimasto identico. Sono stati aggiunti piccoli, ma fondamentali, dettagli. Pico ha avuto una svolta green. Il colore bianco, che da sempre caratterizza le sedi della gelateria, nel nuovo locali ai Parioli lascia il posto al verde, sia nelle pareti che negli arredi. Questo perché i proprietari vogliono lanciare un messaggio chiaro: la svolta green è soprattutto il passaggio all’utilizzo esclusivo di materiali bio sostenibili, sia coppette che tovaglioli, ma anche il packaging delle buste d’asporto sarà solo in carta.

Pico Gelato. Aperto con servizio di asporto, tutti i giorni dalle 11 alle 23. Via Donatello 81 – Largo XXI Aprile 1 – Via Ridolfino Venuti 77 – Via  Vittorio Locchi 19D. Roma. Tel. 06 44254365. Sito. Pagina FB

About author

You might also like

Mercerie High Street Food a Roma, da settembre il cibo di strada diventa stellato con lo chef Igles Corelli

Mercerie High Street Food Roma, Largo Argentina. L’appuntamento è previsto per la fine del mese di settembre in Largo Argentina, a Roma. Stiamo parlando dell’apertura del primo locale del brand Mercerie, “high …

Madeleine Roma, salon de gastronomie parigino in Prati

Madeleine Roma, salon de gastronomie. Tel. 063728537 Il 4 dicembre 2015 va in scena una nuova bella realtà nel quartiere Prati. Per esser precisi ci troviamo a Delle Vittorie, nella residenziale e tranquilla …

La Santeria di Mare Roma, il bistrot del Pigneto raddoppia con cucina di pesce e oyster bar

La Santeria di Mare, al Pigneto raddoppia la pizzicheria-bistrot. Tel. 0689230730 – La Santeria di via del Pigneto, insegna che abbiamo imparato a conoscere negli ultimi anni per qualità e buon gusto, raddoppia e diventa …