Mama Pokè e Ami Pokè Roma: dimenticate il sushi, arriva la poke mania

Mama Pokè e Ami Pokè Roma: dimenticate il sushi, arriva la poke mania

Mama Pokè e Ami Pokè Roma, da marzo e aprile 2018 Il caro buon vecchio sushi inizia a tremare, dopo anni in cui ha dominato incontrastato la scena gastronomica mondiale, rischia di essere rimpiazzato. Oggi, l’ultima tendenza in fatto di pesce crudo arriva direttamente dalla tradizione povera della tavola dei pescatori d’oltreoceano e si chiama pokè (o poke). Se non lo avete ancora sentito nominare preparatevi a far diventare questo termine di uso quotidiano perché, dopo aver conquistato l’America e gran parte dell’Europa, arriva anche in Italia questo piatto di derivazione tutta hawaiana. Pokè (si pronuncia poh-kay), letteralmente significa “tagliato a pezzetti”, ed infatti il pesce crudo è senza lische e tagliato a cubetti irregolari.


foto Mama Pokè
Viene servito in una bowl (ciotola) con altri ingredienti solitamente di origine asiatica, ma che ormai, risentendo di contaminazioni multiculturali, lasciano spazio alla creatività e si prestano ad essere reinterpretati da ogni tipo di tradizione culinaria e rivisitati dalla fantasia degli chef.

foto Mama Pokè

Ami Pokè

foto Ami Pokè

Ed ecco che anche a Roma, a partire dalla prossima primavera, soffierà la brezza proveniente direttamente dall’oceano Pacifico settentrionale. Si comincia con Ami Pokè, ideato da Alessandro De Crescenzo, che a rione Monti, apre il primo Hawaiian Bar d’Italia ed il primo Pokè Bar di Roma. L’inaugurazione è prevista per il 21 marzo in via Madonna di Monti 38. Lo chef Marco di Carlo sarà accompagnato in cucina da Alessio Ferrari, mentre il design, che richiama le Hawaii, è a cura dell’architetto Corinna Josi.  Ami Pokè aprirà a seguire anche all’Eur, a Firenze e a Napoli. Nel menù si potrà scegliere, oltre alle diverse bowls (anche nella versione Build Your Own Bowl), tra Appetizer, Specials, Salads e Dessert, per poter gustare l’intera esperienza hawaiiana, da ordinare da casa ma anche da consumare in loco dove saranno disponibili 15 posti a sedere.

Mama Pokè

foto Mama Pokè

Daniele Piccolo, Stefano Costi e Giulia Castellini porteranno invece nella capitale, Mama Pokè, il poke shop, che aprirà nel quartiere di Prati, in via Sforza Pallavicini 16, già da aprile.
L’idea nasce da un viaggio che i giovani imprenditori romani hanno fatto negli States dove questo piatto è ormai un must, da New York a Los Angeles è la moda del momento.
Sulla scia di un’esigenza sempre più sentita, di semplicità e qualità dei prodotti, di una maggiore attenzione agli ingredienti ed alla loro freschezza, il poke, infatti, sta diventando uno dei piatti più richiesti del mondo.
Per farsene un’idea basta vedere come l’hashtag pokebowl su Instagram sia uno dei più usati (più di 284.000 volte). Il “nuovo sushi”, come lo chiamano in molti, non solo è meno costoso dell’ormai arcinoto fratello, ma è anche un pasto fresco e completo, di veloce preparazione e consumo e soprattutto dall’aspetto colorato e goloso (per la gioia di tutti i social food addicted).

Per questi ed infiniti altri motivi l’ascesa del poke, iniziata negli Usa, appare ormai inarrestabile.
Per rendere onore alla provenienza del trend, il design degli interni di Mama Poke sarà tutto ispirato alla west Coast. Il locale offrirà, oltre ad un servizio di delivery e take away, anche la possibilità di ordinare comodamente seduti a tavola con circa 15 coperti a disposizione.
Il menu sarà strutturato in due parti, una per i più indecisi, con sei ricette già studiate dallo chef, e due proposte dolci che varieranno in base alla stagionalità dei prodotti. Ed una seconda parte, per adattarsi anche ai palati più esigenti, in cui si avrà la possibilità di personalizzare la propria bowl scegliendo:
1. La base, che potrà essere di riso sushi, riso integrale, quinoa o misticanza;
2. La proteina, tra salmone, tonno, gamberi al vapore e tofu;
3. La marinatura (sei diversi tipi di condimenti);
4. Il topping, tra edamame, cavolo viola, avocado, wakame, elementi crunchy ecc.
Le bowls saranno disponibili in due formati, regular e large e costeranno dai 9 euro ai 12 l’una.

foto Mama Pokè

In coerenza con il suo nome, Mama Pokè, evocativo da una parte del mood Californiano ed internazionale del concept ma dall’altro dell’idea di casa, di familiarità e quindi di cibo sano e salutare, nel locale verranno serviti in accompagnamento alle bowls, centrifugati, estratti, succhi e bevande naturali ad alto contenuto energetico, per i quali verrà utilizzata frutta bio.

foto Mama Pokè

Non mancherà una selezione di birre locali artigianali, per aggiungere quel tocco di italianità che non guasta mai.

foto Mama Pokè

Il poke potrete gustarlo per pranzo, per cena, ed in qualsiasi altro momento della giornata, il locale sarà infatti aperto orario no stop dalle 11 dal lunedì al venerdì, sabato e domenica solo per cena.
Non ci resta che aspettare dunque, per poter mettere alla prova la nostra creatività in una bowl fai da te, da gustare finalmente anche passeggiando all’ombra di sua maestà il Colosseo e di Castel Sant’Angelo.

Ami Pokè, via della Madonna dei Monti 38, Roma. Tel. 3332434075. Pagina Facebook. Pagina Instagram. Sito web. Aperto tutti i giorni, orario no stop, dalle 12 a mezzanotte.

Mama Pokè, via Sforza Pallavicini 16, Roma. Pagina Facebook. Pagina Instagram. Sito web. Aperto dal lunedì al venerdì dalle 11 orario no stop, sabato e domenica solo per cena.

Pokè a Roma

About author

You might also like

Recensioni 0 Comments

Moggio Roma, l’enoteca con cucina al Quadraro con vini naturali, formaggi e salumi a km0

Moggio Roma, enoteca con cucina al Quadraro. Tel. 328 011 8337 A settembre 2017 fa capolino al Quadraro Moggio, vineria con giardino esterno che si concentra sui vini biologici e materie prime …

Palmerie Roma, ai Parioli il nuovo ristorante glamour

Palmerie Roma, Parioli Restaurant et Jardin. Da marzo una novità per la movida romana al numero 7 di viale Parioli. Il viale alberato che negli ultimi anni ha visto spuntare locali di …

Nuove aperture Roma marzo 2016, da Coropuna a Tacito 18, da Nest a The Fisherman Burger

Nuove aperture Roma marzo 2016. Ecco un altro gruppetto di nuove aperture. Finalmente ristoranti, e non solo street food. Finalmente novità sul pesce, con due nuove aperture italiane e una …