Nuove aperture Milano ottobre 2017: il tartufo di 10 grams, Albufera cambia casa, da Roma la cacio e pepe di Felice a Testaccio

Nuove aperture Milano ottobre 2017: il tartufo di 10 grams, Albufera cambia casa, da Roma la cacio e pepe di Felice a Testaccio

Nuove aperture Milano ottobre 2017. Continuano le aperture autunnali a Milano. C’è chi raddoppia, come il tempio della pasta Miscusi, e chi si sposta di sede, come il ristorante spagnolo Albufera. E poi ci sono progetti innovativi, come Wood*ing bar, locale trendy che profuma di natura. Ancora Cracco, che ritarda l’apertura del mega ristorante in Galleria, e una interessante novità in arrivo da Roma: la cacio e pepe di Felice a Testaccio. 

Nuove aperture Milano ottobre 2017

CENTRALE

MiScusi

miscusi

Dopo il successo riscosso dalla prima apertura, in via Pompeo Litta 6, il ristorante di riferimento per gli amanti della pasta bissa e si prepara ad accogliere i carbs addicted poco distante da Stazione Centrale e Porta Venezia. Una buona notizia per un quartiere centrale che era rimasto un po’ fuori dall’ondata di nuove aperture che ha travolto Milano, legata ad una tradizione di ristoranti più classici, ma che ora sta vedendo arrivare decine di giovani realtà. Preparatevi a prendere in mano il menu e a scegliere il tipo di pasta (spaghetti o pacchetti, classica o integrale), la base (pomodoro, pesto, pesto di noci), il formaggio (ricotta di pecora, stracciatella), l’aggiunta (‘nduja, pistacchi), oppure un ricetta classica (Gricia, Bolognese). C’è anche la pasta ripiena.

Miscusi, piazza San Camillo De Lellis, Milano. 345 1339879, Sito – Pagina Facebook

CENTRALE

Muu House – Steak & Grill

Muu

Proprio tra Stazione Centrale e Porta Venezia apre anche Muu House – Steak & Grill, che in viale Premuda 46 e in viale Giulio Richard 1 è già conosciuto e apprezzato dai carnivori più convinti. La carta predilige i piatti alla griglia, ma la cucina tratta la carne a 360°, offrendo anche alcune proposte in tartare. Ogni taglio è selezionato con attenzione e di qualità (tra i fornitori Selecta e Longino&Cardenal); l’offerta prevede anche antipasti, alcuni primi e persino un menu vegano e vegetariano. I dolci sono firmati dal re del cioccolato Ernst Knam. Ora si apre in via Boscovich 18, all’interno della piccola galleria.

Muu House – Steak & Grill, via Boscovich 18 (interno Galleria Boscovich), Milano. 02 89601380, Sito – Pagina Facebook

MOSCOVA

10 grams

10 grams

E’ appena nato a Milano il primo ristorante interamente incentrato sul tartufo che punta sulla rapidità del servizio a prezzo non bassi, ma più accessibili di altro competitors. Si potrebbe definire truffle fast food, dove fast (cioè veloce) sta ad indicare esclusivamente la formula di una cucina veloce che, aperta dalla mattina fino a notte inoltrata, propone le sue specialità al tartufo, da mangiare il loco o da portar via. L’idea è quella di sdoganare il tartufo dal clichè di prodotto inaccessibile, legato ad ambienti fin troppo patinati, e farlo assaggiare ad un pubblico milanese più ampio. Solo tartufo fresco, sui tagliolini o nella baguette, con i timballi o per le insalate, fino all’accostamento con i fritti.

10 grams, via della Moscova 50, Milano. 366 3152000, Sito – Pagina Facebook

SANT’AMBROGIO

Campo Base – Zibo Cuochi Itineranti

Zibo

Zibo Cuochi Itineranti nasce nel 2015 come food-truck e riscuote da subito grande successo. Dal 22 settembre 2017, giorno di inaugurazione ufficiale, Alessandro Cattaneo e Giulio Potestà, i giovani titolari di questo progetto accolgono i proprio clienti nel Campo Base, in zona Sant’Ambrogio, dove preparano i loro amatissimi ravioli e la pasta ripie. È sempre qui che cucineranno per la loro attività di catering e per il food-track.

Campo Base – Zibo cuochi itineranti, via Caminadella 21, Milano.02 35999463, Pagina Facebook

CARROBBIO

Felice a Testaccio

Felice a Testaccio

L’attesa è già iniziata: l’autentica cacio e pepe romana, quella di Felice a Testaccio, arriva nel capoluogo meneghino e per farlo scegliere una location centrale come via Torchio. Per metodo di preparazione e dosi degli ingredienti, quella di Felice a Testaccio è considerata la migliore cacio e pepe di tutta la Capitale, tanto dai romani quanto dai molti turisti (New York Times compreso, che ha recensito il locale). Nell’eterna sfida tra le due metropoli italiane, riuscirà questa filiale lombarda a raggiungere i livelli della gemella romana?

Felice a Testaccio, via Torchio 4, Milano. Sito – Pagina Facebook

PORTA VENEZIA

Olio – Cucina Fresca

Olio Milano

Tra Porta Venezia e corso Buenos Aires, non poteva mancare, tra le nuove aperture, un pugliese di qualità. Protagonista assoluta di questo ristorante, appena aperto da Angelo Fusillo e Paola Totaro è l’olio extravergine d’oliva; ma in piazza Lavater 1 c’è lo chef Marco Misceo e si può gustare molto di più, dai primi al pesce, tutto rigorosamente proveniente dalla Puglia, come i ravioli con gambero viola di Gallipoli e stracciatella e il rotolo di branzino con burrata e olio aromatizzato al limone.

Olio – Cucina Fresca, piazza Lavater 1, Milano. 02 2052 0503, Pagina FB

ISOLA

Wood*ing bar

Wooding Bar

Apre martedì 3 ottobre 2017 questo bar unico nel suo genere. Nel sempre più trendy quartiere Isola, qui verranno serviti cocktail preparati con tecniche innovative e ingredienti selvatici per una nuova filosofia di miscelazione, che sostiene l’ambiente ed è attenta alle tendenze più contemporanee.

Wood*ing bar, via Garigliano 8, Milano. Sito – Pagina Facebook

LORETO

Pasta à gogo

pasta a gogo

Ha aperto l’8 settembre 2017 questo take-away di primi piatti di pasta ma, se ti stringi sul piccolo bancone, li può mangiare anche in loco. Ordinare è facile e personalizzato: scegli la pasta (tra classiche, ripiene, 100% legumi e alternative), il sughi (pomodoro, piselli e zucchine, peperoni, formaggio), gli extra (melanzane, funghi), e le coperture (Parmigiano Reggiano, Pecorino, noci, mandorle). Ci sono anche le Ricette Gogo, dai gnocchi speck e rucola alle reginette al cacao.

Pasta à gogo, viale Abruzzi 89, Milano. 02 99246220, Sito – Pagina Facebook

DUOMO

Cracco

cracco galleria

Carlo Cracco, lo chef televisivo per eccellenza, si è aggiudicato già nel 2015 il bando del Comune di Milano per il nuovo mega-ristorante che sorgerà in Galleria Vittorio Emanuele II. Oltre 1000 mq con tanto di caffetteria. Come data d’apertura tutti davano settembre 2017, ora si parla di dicembre 2017, ma senza certezze. I motivi? È lo stesso chef a sottolineare come i lavori in un luogo storico così prestigioso richiedano una precisione (ed una tempistica) certosina. Attendiamo.

Cracco, Galleria Vittorio Emanuele II, Milano. Sito

CENTRALE

Albufera

Albufera

Da qualche anno, questo piccolo ristorante porta in tavola tutta la tradizione spagnola, partendo dal Pan con tomate fino all’immancabile Paella valenciana. Evidentemente il pubblico meneghino ha apprezzato, tanto che ora da via Lecco Albufera si sposta in via Settembrini 26, a qualche centinaio di metri, in un locale decisamente più ampio. I lavori sono in fase di ultimazione, poi si riapre.

Albufera, via Settembrini 26, Milano. Sito – Pagina Facebook

Autore

Potrebbe interessarti anche

Puzzle Milano, frammenti e visioni di Misha Sukyas nel nuovo ristorante del Townhouse 31

Puzzle Milano. Milanese di origini armene, Misha Sukyas è chef noto per le trasgressioni culinarie, gli accostamenti audaci, addirittura esagerati, e più recentemente per essere stato al fianco di Carlo …

Nuove aperture Milano marzo 2017: raddoppiano SlowSud Muciulerie e Frie’n’Fuie, e poi Pizzium e MiScusi

Nuove aperture Milano marzo 2017. Dal Mediterraneo all’Orientale, passando per la tradizione italiana per eccellenza: la pasta. Milano spalanca le sue porte alla primavera e a tante novità sul fronte …

22 Milano, ristorante con design nordico e cucina a tutte le ore

22 Milano, ristorante con design nordico e moderno e cucina non stop. Tel. 3488219605 22 Milano è un nuovo ristorante di tendenza, aperto il 22 settembre 2015 in via Principe Amedeo. Punto di …