Le migliori birrerie di Roma: 20 pub di qualità, con street food gourmet da provare

Le migliori birrerie di Roma: 20 pub di qualità, con street food gourmet da provare

migliori birrerie romane

Le migliori birrerie di Roma. “Birra stasera?”, chiedeva l’amico. E si rispondeva “sì”. E dove si andava? Ma che domande, al pub sotto casa. Che non era particolarmente curato, ma aveva la classica bionda, il poster trash del perché-una-birra-è-meglio-di-una-donna e le solite facce rassicuranti che, come te, al massimo sapevano la differenza tra una Lager e una Ale. Dopo un paio di boccali si placava la fame con pistacchi e mais tostato. Per i più fortunati, c’erano persino le olive. Poi è arrivato il pub (non lo chiameremo gastropub, vade retro) che celebra il matrimonio tra birra artigianale e street food gourmet, nelle varianti romane, americane o creative. Ricercatezza prima di tutto. L’amico scrive su Whatsapp: “Birra stasera?” (con relativa emoticon) e tu lì subito “Ma dove andiamo a prenderla?”. Lungo scambio di messaggi per scegliere dove è meglio bere, chi serve quel determinato birrificio, chi fa l’hambuger più buono o persino da chi si beve la terza birra gratis con Pubster. Perché oggi la birreria ha la cucina. E se non ha la canna fumaria in qualche modo si arrangia: lievitazioni naturali, formaggi e salumi a filiera corta e così via. Ma la birra: se non è artigianale, vade retro. E possibilmente italiana. Eccovi la nostra lista, che non vuole essere una classifica, che raccoglie le migliori birrerie con cucina di Roma.

BIRRERIA CON CUCINA – CENTRO

Open Baladin

open baladin

Dal 2009, anno in cui apre nel cuore di Roma, a due passi da Campo de’ Fiori, Open Baladin di Teo Musso è una delle birrerie più fornite e amate della capitale. Con quaranta birre artigianali italiane alla spina, una selezione delle migliori internazionali e oltre cento proposte in bottiglia, Open Baladin ha due sale accoglienti. Menu ricco: da provare le Fatate (chips espresse a gusti variegati, dalla liquirizia alla paprika), le Scrocchette (classica, cacio e pepe e gateau) e le strisce di pollo dorato marinato agli agrumi o al curry. E poi hamburger classici, speciali o vegetariani con il pane di Gabriele Bonci e la carne dell’azienda piemontese “La Granda”, presidio SlowFood. Tra le birre è in arrivo Soraya, a bassa gradazione alcolica, dedicata alla figlia più piccola di Teo Musso. Due pecche: il parcheggio e la prenotazione.

Open Baladin, via degli Specchi, 6. Tel. 06/6838989. Aperto tutti i giorni, dalle 12 alle 2.

BIRRERIA – TRASTEVERE

Ma che siete venuti a fa’

macche

Punto di riferimento, istituzione, centro indiscutibile della birra a Roma. Del Ma che siete venuti a fa, “Macche” per gli amici, in questi anni si è già detto tutto, come del suo deus ex machina Manuele Colonna e del suo socio Fabio Zaniol. Senza mezzi termini, la migliore selezione di birra artigianale alla spina (e in bottiglia) da bere in piedi o al banco immersi nel vero clima trasteverino. 

Ma che siete venuti a fa’, via di Benedetta, 25. Tel. 06/64562046 – 380/5074939.

BIRRERIA CON CUCINA – TRASTEVERE

Bir&Fud

bir and fud

Nasce nel 2007 da un’ idea di Manuele Colonna, Fabio Spada e Leonardo di Vincenzo che hanno rilevato una trattoria in via Benedetta. Oltre alla vasta selezione di birre alla spina, Bir&Fud offre piatti della cucina tradizionale romana e pizze cotte al forno a legna. Naturalmente con lievito madre. Ottimi anche i fritti. Dal 7 aprile, il locale si presenta nella versione 2.0, completamente rinnovato e con la carta della cucina ampliata con alcune novità firmate Cristina Bowermann. Le spine sono 36, tutte selezionate da Manuele Colonna, di cui 10 residenti e 26 a rotazione.

Bir&Fud, via di Benedetta, 23. Tel 06/5894016. Aperto lun-giov 17.30-2; ven-dom 11.30-2.

BIRRERIA – QUADRARO

Barley Wine

barley wine

Unico punto di riferimento che si rispetti del quartiere Appio-Tuscolano in quanto a offerta di birre di qualità, Barley Wine è uno dei nostri preferiti, un autentico gioiellino dall’atmosfera accogliente. Le spine sono ben nove, più due a pompa, ovviamente artigianali (quasi tutte) italiane. E anche una selezione di vini naturali (de Les Vignerons). E per non bere a stomaco vuoto, ci sono le focacce a lievitazione naturale del vicino Grandma Bistrot.

Barley Wine, viale dei Consoli, 115-117. Tel. 06/45687489. Aperto tutti i giorni, dalle 18.30 all’1.30.

BIRRERIA CON CUCINA – PORTUENSE

Brasserie 4.20

brasserie 4.20

Appena accanto a Porta Portese, ecco un’altra famosa e apprezzata realtà brassicola romana, il 4.20. Dove la birra non solo si beve (non troverete cocktail, succhi di frutta, coca-cola, al limite acqua), ma si può anche mangiare: la trovate nel pane in cassetta, nelle salse fino agli Hop Burger preparati con luppolo in fiore, di cui vi abbiamo parlato qui. Oltre alla sala di principale, un roof garden al piano di sopra. Quarantasette birre alla spina più dodici a pompa, oltre alle altre sei spine al pano di sopra. Affollato nel weekend.

Brasserie Quattroeventi, via Portuense, 82. Tel. 06/58310737. Aperto tutti i giorni dalle 19 alle 2, tranne giov-ven chiusura ore 4, dom 20-2.

BIRRERIA CON CUCINA – CELIO

Tree folk’s

treefolk

Da dieci anni primeggia sulla capitale per quanto riguarda l’offerta inglese. Il Treefolk, locale frutto di un gruppo di appassionati intenditori, è specializzato in Real Ale, spillata ovviamente con la tradizionale pompa e offre una selezione difficilmente reperibile sulla piazza. Suddiviso in due piani, ha una discreta offerta gastronomica a prezzi contenuti (considerando anche che siamo dietro al Colosseo).

Tree folk’s, via Capo d’Africa, 29. Tel. 349/3924075. Aperto tutti i giorni dalle 17.30 alle 2.30.

BIRRERIA CON CUCINA  – PORTONACCIO

Pork’n’roll

pork'n'roll

“Farm food, craft beer, rock music”. Così si definisce il locale di Valentino Roccia, nome conosciuto dagli appassionati di homwbrewing, aperto appena da settembre 2013, non lontano dalla stazione Tiburtina. Si compone di un’unica sala, arredamento sobrio ed essenziale, birre artigianali (alcune autoprodotte) e salumi dell’azienda suinicola di famiglia. Ad accompagnare le otto spine, ruotate periodicamente (tutte e a 5 euro), taglieri artigianali e panini (pane di produzione propria). Atmosfera, neanche a dirlo, rock.

Pork’n’roll, via carlo Caneva, 15. Tel. 06/45551271. Aperto dal martedì alla domenica, dalle 19 alle 2.

BIRRERIA CON CUCINA  – OSTIENSE

Hopside

hopside

Recente locale nel fervido quartiere Ostiense, questa birreria entra a pieno titolo nella nostra top 20. Innanzitutto grazie alla ricca selezione di birre artigianali italiane e non (12 spine e due a caduta). Anche per l’offerta della cucina: Hopside si propone come Burger Bar e street food. Decidete quante once (OZ) siete pronti a mangiare, ossia la quantità di carne. E poi “pimpate” il burger con gli ingredienti che preferite. Ma soprattutto perché non è solo una semplice birreria, è anche un laboratorio di produzione: la sala è attrezzata per accogliere homebrewers esperti o principianti.

Hopside, via Francesco Negri, 39/41. Tel 06/69313081. Aperto lun-ven 12-2, sab-dom 15-2.

BIRRERIA – SAN LORENZO

Luppolo 12

luppolo12

Siamo a san Lorenzo, quartiere universitario che pullula di locali di ogni genere. Luppolo 12, di primo acchito, non spicca tra gli altri. Ma una volta entrati, capite il perché della scelta. I proprietari sono giovani appassionati di birra artigianale e vi offrono una gamma di ben 16 spine (di cui due a pompa), oltre a diverse ottime etichette in bottiglia. Mentre si beve comodamente seduti in uno dei tavoli in sala, si spizzica con patatine artigianali inglesi, taglieri e focacce regionali. Prezzi onesti, che scendono in orario aperitivo.

Luppolo12, via dei Marrucini, 12. Tel. 333/6750672. Aperto tutti i giorni, dalle 17 alle 2.

BIRRERIA CON CUCINA – TRIONFALE

Lapsutinna

Birreria-osteria nella zona Trionfale, Lapsutinna è specializzato in birra belga. Dodici spine artigianale, tutte a rotazione. L’ambiente è molto rustico, panche e tavoli in legno e arredamento un po’ kitch, ma sulla selezione e qualità della birra non si discute. Menu ricco, per lo più offerta di cucina romana. Parcheggio difficile (siete pur sempre in zona Prati) e folla nel weekend. 

Lapsutinna, via Giordano Bruno25-27, 6. Tel. 347/7844622. Aperto tutti i giorni, tranne il lunedì, 12-15 e 19-2.

BIRRERIA – PORTA PIA

Kombeer

kombeer

Arredamento in stile anni ’70 e ambiente raccolto rendono questo locale, nei pressi di piazza Fiume, molto piacevole. La selezione comprende 8 spine, tutte artigianali e di media a 5 euro, e una piccola scelta di etichette in bottiglia (circa 50). Assieme alla birra, si può sgranocchiare qualcosa: la gastronomia del Kombeer prevede salumi e formaggi

Kombeer, via Alessandria, 39. Tel. 349/6840109. Aperto tutti i giorni, 18-2.

BIRRERIA – SAN PAOLO

Buskers

buskers pub

Accogliente locale accanto all’università di Roma Tre, Buskers offre dodici birre alla spina e una ricca selezione bottiglia dei migliori birrifici italiani. Ad accompagnare le bevute, i panini di Gabriele Bonci. L’idea nasce da Mirko Caretta, già proprietario di “Bir&fud bottega” e Marco Chiossi, che si è fatto conoscere con Ebrius. Buskers significa “artista di strada”, proprio quello che fa esibizioni nei luoghi pubblici su offerta del pubblico improvvisato. Questo è lo spirito del locale, che si definisce un birrificio itinerante. Buskers, infatti, non possiede un impianto di produzione fisso, ma periodicamente commercializza ottime birre presso altri birrifici. Un’idea senz’altro originale.

Buskers Pub, viale Leonardo da Vinci, 287/289. Tel. 06/92599275. Aperto lun-ven 12.30-2; sab-dom 18-2.

BIRRERIA CON CUCINA – CENTRO

No.Au

no.au.

Non ce ne vogliano gli altri, No.Au. resta uno dei nostri locali preferiti, nonostante qualche difficoltà. Questo locale, nascosto nella tranquilla piazza di Montevecchio, aperto appena un anno fa dalla triade Bonci-Di Vincenzo-Musso, ha i suoi segreti: atmosfera intima, accoglienza calorosa, ottime birre alla spina e in bottiglia (Baladin e Birra del Borgo prime fra tutte). Non ultimo un menu di qualità, di cui citiamo la tartare (anche nel panino al posto del classico burger alla piastra) e la pizza (di Bonci, of course) con salumi e formaggi ricercati.

No.Au, piazza di Montevecchio, 16A. Tel. 06/45652770. Aperto mar-ven 18-1; sab-dom 12-2.

BIRRERIA CON CUCINA – PIETRALATA

Inofficina

inofficina

Inofficina apre lo scorso Natale e si fa già annoverare tra le migliori birrerie romane. Vi abbiamo già raccontato della sua apertura qui. Ex officina meccanica, riadattata splendidamente con interventi architettonici conservativi e innovativi, accanto a Cafè Twin, ha una selezione di ben sedici spine e due handpump. La cucina (a vista) prepara piatti di street food ricercato, dai fritti ai dolci. Merita la visita. Occhio al sovraffollamento del weekend e a un servizio non sempre solerte.

Inofficina, via Mesula, 12. Tel. 06/83707012. Aperto dal martedì alla domenica 18-2.

BIRRERIA CON CUCINA – SAN LORENZO

Brasserie Pourquoi

brasserie pourquoi

In via dei Volsci, si definisce “tempio del bere bene e della socializzazione”. Locale accogliente, vasta selezione di birre belga, vanta di sette spine e una vastissima selezione di birre artigianali in bottiglia. Il menu offre hamburger completamente homemade. Prezzi accessibili e personale cordiale, che ti guida volentieri nella scelta della birra.

Brasserie Pourquoi, via dei Volsci, 82. Tel. 06/44361955. Aperto tutti i giorni, tranne in martedì, dalle 18 alle 2.

WHISKY BAR E BIRRERIA CON CUCINA – GIANICOLENSE

Le Bon Bock Cafè

le bon bock cafè

Le Bon Bock Cafè è uno storico whisky bar e birreria. Aperto dal 1992 per mano di Stefano Carlucci, è stato uno dei baluardi di birra artigianale di alta qualità. Questo locale, nel cuore di Monteverde, con il tempo non ha smesso di spillare ottime birre e servire whisky pregiati. La carta è varia e accompagna degnamente la selezione la degustazione dei drink. 

Le Bon Bock Cafè, circonvallazione Gianicolense, 249. Tel. 06/5376806. Aperto tutti i giorni dalle 18.30 alle 2.

BREWPUB CON CUCINA – PIGNETO

Birstrò

birstròòò

Non ha neanche un anno, ma Birstrò merita la menzione. Perché ha uno stile semplice, che ricorda una vecchia osteria, e una proposta gastronomica di livello. La birra? Si produce e si consuma. Birstrò è un brewpub, come si può facilmente intuire dall’impianto da 300 litri a vista. Ci sono solo quattro birre alla spina, ma “a km 0,005” (come vengono definite) – ossia autoprodotte – e ruotano di frequente.

Birstrò, via Luigi Filippo de Magistris, 64-68. Tel. 06/97600054. Aperto dal martedì alla domenica, dalle 18 alle 2.

BIRRERIA CON CUCINA – OSTIENSE

Bibere Bistrot

bibere

La annoveriamo tra le birrerie, ma Bibere Bistrot ha un’offerta food and beverage a 360 gradi e di ottima qualità. Le birre alla spina sono molte e cambiano spesso. Da accostare con qualche piatto della cucina, in continua evoluzione, eseguito con maestria dagli allievi di Anthony Genovese. Bibere, un po’ nascosto sul Ponte di Ferro, all’interno dell’ex Mulino Biondi, ha posti per parcheggiare comodamente l’auto e un grande spazio esterno, perfetto per le temperature miti.

Bibere Bistrot, via Antonio Pacinotti, 83. Tel. 06/5562738. Aperto tutti i giorni dalle 18 all’una; ven-sab chiusura alle 2.

BIRRERIA – SAN LORENZO

Il Serpente

serpente pub

Impossibile non menzionare questo baluardo in zona san Lorenzo, dove una volta nella vita, se abiti a Roma, sei sicuramente passato. Diverse spine a rotazione (birra eclusivamente artigianale) e clima da football pub tipico anglosassone. Discreta offerta anche di whisky.

Il Serpente Pub, via dei Marsi, 21. Tel/3477768687.

About author

You might also like

Nuove aperture 0 Comments

Mi’Ndujo Roma, apre a Monti il terzo locale dello street food calabrese

Mi’Ndujo Roma, apre a Monti il terzo locale dello street food calabrese. Siamo nel 2007 quando il primo locale apre a Cosenza con l’insegna “Panino Genuino”. Si delineano già qui i punti …

Maccheroni Express Roma, pasta espressa e ricette della tradizione a due passi dal Colosseo

Maccheroni Express Roma. La più amata dagli italiani, e dai turisti stranieri che arrivano nella Capitale? È ovviamente la pasta, filante, saltata in padella, da arrotolare alla forchetta e ingoiare …

Birreria di Eataly Roma, arriva uno spazio gigante con birre a “metro zero” e pizza al padellino

Birreria di Eataly Roma. Sono passati ormai 12 anni da quando Eataly ha aperto il suo primo punto vendita a Torino. Un progetto ampio che ha fatto della cultura del mangiare …

2 Comments

  1. Alessandra
    aprile 10, 22:33 Reply

    Non c’è l’Oasi della birra: birro-enoteca storica dove si trova di tutto!!! Non ha menu, ha enciclopedie…

Leave a Reply