Palatium-Puntarella: la birra laziale

Ne avete abbastanza della Becks e della Bud? Noi sì. Intendiamoci, nulla contro il colosso delle birre, se non fosse che insieme a pochi altri si spartiscono sostanzialmente il monopolio dei locali italiani. Se avete voglia di qualcosa di diverso, se siete curiosi, se vi piacciono sapori nuovi, forti, originali, non standardizzati, allora la birra artigianale è quella che fa per voi. Un buon modo per cominciare a scoprirla è la Settimana della Birra artigianale del Lazio. Un'iniziativa che si deve alla nascita di A.BI Lazio, la prima associazione regionale di produttori di birra, che impone un vincolo alla produzione, per realizzare una birra con la tracciabilità delle materie prime utilizzate. Puntarella Rossa, insieme all' agenzia regionale Arsial, ad AssoBirra e Coldiretti Lazio, sono i partner delle degustazioni e delle cene che si terranno al Palatium Enoteca Regionale –  in via Frattina 94 – e che,  fino al 25 febbraio, avranno come protagonista la prima birra 100% made in Lazio: La Zia Ale.

GLI EVENTI DA PALATIUM

L'aperitivo degustazione
Happy Hour con la Zia Ale
 
Un calice della Zia Ale in accompagnamento con uno stuzzicante appetizer da scegliere tra tartelletta con muosse di brocccolo romanesco e pecorino Dop; spiedino di caciottina romana e olive di Gaeta; bottoncino con spianata romana e crema di zucchine
Tutti i giorni, da oggi fino al 25 febbraio, dalle 18 alle 20

Prezzo 6 euro

La cena degustazione
A tavola con la Zia Ale…e le sue Sorelle

La cena degustazione avrà in menu: rustica con salsiccia e broccoletti di Anguillara; fritti di filetto di baccalà e verdure in pastella; minestra di farro con broccolo romanesco e Marzolina; lombo di maiale con mele bio e patate viterbesi; pangiallo e biscotteria secca. Ogni piatto sarà accompagnato da un calice di birra in in abbinamento
Tutte le sere, da oggi fino al 25 febbraio. Meglio prenotare allo 06 69202132
Prezzo 40 euro
(
menu completo con 2 calici di birra)

 

La Zia Ale

Un nome originale e ironico per una birra prodotta in collaborazione con tutti gli associati di A.BI Lazio e realizzata solo con gruyt laziale in sostituzione del tradizionale luppolo di cui è stata  impiegata una quantità minimale. Il gruyt  è una miscellanea di aromi utilizzata per aromatizzare e insaporire la birra, prima dell'impiego del luppolo. Per questa birra è composto da soli ingredienti di provenienza regionale: cicoria, rucola, erbe di campo e timo, ed è presente per circa 4Kg in ogni cotta, insieme al malto d'orzo, al lievito, a una percentuale infinitesimale di luppolo e all'acqua.

Le Sorelle della Zia Ale

Da Turbacci a Itineris e Free Lions, passando per Atlas Coelestis, Birradamare, Birra del Borgo, Mister Malto e Turan, tutti riuniti con lo scopo di promuovere birra prodotta nel Lazio. Birra che usi prevalentemente malto da orzo laziale. Ma anche i maltifici Saplo e Agroalimentare Sud, leader nella lavorazione del Malto, entrati a far parte di A.BI Lazio, per garantire la tracciabilità delle materie prime regionali.

Eccoli tutti i produttori regionali, riuniti in A.BI Lazio, che produrranno la Zia Ale.

Palatium Enoteca Regionale, in via Frattina 94. Tel. 06.69202132

About author

You might also like

News 2 Comments

Il Libano se “pija” un’osteria

In attesa de "pijasse Roma", se so presi un ristorante. Doveva succedere prima o poi. Dopo averli visti scorrazzare in mille posti, portandosi appresso oltre ai commensali, pure il loro …

Assaggia Roma, in via Margutta le tapas di cucina romana dello stellato Angelo Troiani

Assaggia Roma, in via Margutta le tapas di Angelo Troiani. Tel. 0697797980. A Roma si sa: se al ristorante non ti presentano almeno un etto di pasta alla carbonara o amatriciana, o una ‘montagna’ di trippa, le …

Città dell’Utopia, festival della Zuppa

Siete feticisti della zuppa? Disprezzate chi la confonde con la minestra o, peggio, la considera triste? Bene, è arrivato il vostro momento:  domenica 15 aprile parte il Festival internazionale della zuppa …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply