Aman Venezia ristorante: Junio Andrea Torre, lo chef romano nella cucina del luxury hotel (con la consulenza di Davide Oldani)

Aman Venezia ristorante: Junio Andrea Torre, lo chef romano nella cucina del luxury hotel (con la consulenza di Davide Oldani)

Āman Venezia ristorante. Executive chef da sei mesi nel prestigioso luxury hotel Āman di Venezia (l’unico in Italia, si dice, ad avere sette stelle) , il trentaduenne romano, Junio Andrea Torre, vanta quasi dieci anni di esperienza in giro per il mondo come le cucine londinesi del Ristorante Zafferano e di Cecconi’s nella zona di Myfair, dove apprende le più moderne e sofisticate tecniche di cottura e conservazione senza trascurare l’importanza per la materia prima, in particolare quella della sua terra.

mac and cheese Aman Venice

Cucina e sala si trovano nell’antica sala dance room al primo piano nobile di Palazzo Papadopoli edificato nel XVI secolo. Mentre all’ultimo piano risiede il conte Arrivabene Valenti Gonzaga, “proprietario di casa”. Al ristorante dell’Āman Venezia, Junio Andrea Torre gestisce un menu di quasi trenta ricette raffinate e made in Italy, più una carta con richiami internazionali dedicata al lounge bar, divisa in Bits&Bites, Large&Share e Sweets&Treats. Per soddisfare il palato della clientela proveniente da tutto il mondo, al bar, lo chef propone piatti come il Mac and Cheese (22 euro) sostituendo i tipici “macaroni” americani con i tortellini.

sgombro e castrare aman

Troneggia la prima scelta per tutti i prodotti sopratutto locali, anche caseari, che lo chef sceglie personalmente con estrema cura realizzando piatti come l’insalata di lenticchie con pere e miele (16 euro) dove le pere vengono prima fermentate con il tè Kombucha trasformando gli zuccheri in acidi poi conservate in sottovuoto con il proprio succo fermentato, e il crudo di sgombro (locale) con castraure e cipollotto (24 euro): le castraure sono dei piccoli carciofi proveniente dall’Isola Veneta di Sant’Erasmo.

Cipolla caramellata di Davide Oldani

Il giovane chef romano non è responsabile solo delle proprie creazioni: sono sei infatti i piatti “Signature Dishes” di Davide Oldani, consulente di Āman Venice da circa un anno. Una selezione dei più importanti piatti dello stellato chef milanese, contrassegnati in carta dal simbolo D’O, tra cui la famosa cipolla cotta al vapore e poi caramellata con zucchero cristallizzato e servita con pasta brisée e Grana Padano Riserva caldo e freddo (20 euro) .

A Palazzo Papadopoli tutto è regale e perfetto, ma il ristorante non ha nome tutto suo. Il perché? Lo abbiamo chiesto allo chef. “Āman Style”, ci risponde, perché Āman in arabo significa sicurezza, protezione, pace.

Aman Venice restaurant, Calle Tiepolo Baiamonte 1364, Palazzo Papadopoli Sestiere San Polo, Venezia. Tel. 041 270 7333. Aperto tutti i giorni dalle 12.30-15 e 19-22 . Lounge bar 12.30-24 Pagina Facebook

Autore

Potrebbe interessarti anche

Siamo spiacenti, non sono stati trovati articoli.