Nuove aperture Milano marzo 2017: raddoppiano SlowSud Muciulerie e Frie’n’Fuie, e poi Pizzium e MiScusi

Nuove aperture Milano marzo 2017: raddoppiano SlowSud Muciulerie e Frie’n’Fuie, e poi Pizzium e MiScusi

Nuove aperture Milano marzo 2017. Dal Mediterraneo all’Orientale, passando per la tradizione italiana per eccellenza: la pasta. Milano spalanca le sue porte alla primavera e a tante novità sul fronte del food. Di Casa Ramen Super vi abbiamo già anticipato l’arrivo, sempre a Isola. Così come vi abbiamo raccontato  di un’altra novità sul fronte del cibo asiatico: Bottega del Ramen, mentre si aspetta, il 15 marzo, l’inaugurazione ufficiale di Zenzero Caffè. Nel frattempo Carlo Cracco lascia definitivamente MasterChef Italia, per concentrarsi sui nuovi progetti della ristorazione (il nuovo ristorante aprirà, come ci racconta Gambero Rosso, in Galleria Vittorio Emanuele II). Ecco allora le nuove aperture Milano marzo 2017.

CORSO GARIBALDI

SlowSud Muciulerie

nuove aperture milano marzo 2017

SlowSud raddoppia: apprezzato per l’atmosfera allegra e l’aperitivo con i sapori del Mediterraneo, SlowSud il 3 marzo ha aperto il secondo locale in Corso Garibaldi. Già il nome è tutto un programma: SlowSud Muciulerie, che in siciliano significa leccornie, prelibatezze, golosità. Il menu si differenzia tra l’offerta del pranzo (alle 12) e quella della cena. A pranzo un menu più ristretto, per assecondare i rtimi incalzanti dati dall’orario. Troverete la Norma (9 euro) e un primo del giorno (10-13 euro), piatti di carne e pesce (11-12 euro), burger di pesce crudo e marinato (12-13 euro), un paio d’insalate (9-10 euro) e i dolci homemade (5-6 euro). Dall’aperitivo in poi (ore 18.30-19 in base alla giornata), l’offerta si completa con l’abbinamento tra i cocktail “a sentore di Sud” (9-12 euro) e, appunto, le Muciulerie (5-7 euro): tutti quegli antipastini che al Sud si mettono al centro della tavola perché vengano condivisi. Un po’ come le tapas spagnole o le meze greche. La cucina chiuderà tra le 22.30 e le 23 in base ai giorni, ma il locale resterà aperto fino alle 2 per drink e cocktail.

SlowSud Muciulerie, Corso Garibaldi 34, Milano. Tel. 02 3668 0798 Pagina Facebook

SEMPIONE

Pizzium

nuove aperture milano marzo 2017

L’apertura è fissata per giovedì 9 marzo: in via Procaccini 30 arriva il nuovo concept di pizzeria di Giovanni Arbellini – in arte Nanni (ex Briscola) – e Stefano Saturnino, imprenditore milanese nel settore food retail (Panini Durini). Si chiama Pizzium e propone per le sue pizze un impasto studiato con cura e idratato al limite della lavorabilità, preparato con materie prime d’eccellenza e arricchito da prodotti tipici italiani. Nelle intenzioni di Nanni, un vero e proprio “viaggio” culinario attraverso le regioni e i prodotti tipici italiani alla scoperta dei sapori della tradizione. Oltre alle classiche Margherita, Marinara e Bufala il menu propone tante pizze dedicate alle varie regioni come la Campania con provola affumicata “Caseificio Fior d’Agerola”, salsiccia fresca artigianale “Salumi Mastro Enrico” e friarielli campani “Sole e Terra del Vesuvio” o la Puglia con stracciatella “Antica Fattoria”, pomodori gialli e olive nere. Previsti anche antipasti della casa da stuzzicare durante l’attesa della pizza e dolci tradizionali per chiudere in bellezza. In carta sarà presente anche una selezione di vini regionali e naturali e, al fianco della birra alla spina rigorosamente italiana, sarà possibile assaggiare Birrium, la birra artigianale in bottiglia di Pizzium ad alta fermentazione, non filtrata e non pastorizzata.

Pizzium, via Procaccini 30, Milano. Pagina Facebook

CENTRO STORICO

Frie’n’Fuie

nuove aperture milano marzo 2017

Il ristorante specializzato in street food d’alta gamma e fritti campani lo abbiamo già apprezzato in via Spontini accanto a corso Buenos Aires. Ma Frie’n’Fuie è già pronto a raddoppiare, e apre entro fine mese il secondo locale in centro storico all’angolo tra via Albricci e via Larga. Su due piani, 200 metri quadrati, proporrà pizza napoletana e pizza a portafoglio, veloce, sana e portatile. La pizza, come da tradizione napoletana, viene piegata in quattro, come un tovagliolo, per poterla consumare anche in mobilità.

Frie’n’Fuie, nuova apertura entro fine marzo all’angolo tra via Albricci e via Larga

PORTA VITTORIA

Miscusi, adesso pasta!

miscusi

Ha aperto ufficialmente le danze il 28 febbraio scorso: si chiama MiScusi adesso pasta! il nuovo format in cui i primi piatti in versione fast food, ma come fossero preparati dalla nonna, sono i protagonisti assoluti della tavola. Pasta fresca prodotta ogni giorno in diversi formati e ripieni, con miscele di farina accuratamente selezionate, una cucina dove si “spadella” e si serve il piatto al cliente; una vera e propria “trattoria italiana 2.0” dove lavorazioni artigianali e ingredienti di qualità si uniscono all’innovazione delle tecnologie e del servizio. Ogni giorno, nel pastificio a vista, un mulino macina grano duro di Altamura per produrre farina integrale, la stessa che viene usata per preparare la pasta, che è prodotta anche nella varietà a senza glutine, per offrire anche ai celiaci un’offerta gastronomica gustosa. Da Miscusi, a pranzo e cena, si possono scegliere i piatti più tradizionali oppure “osare”, componendo il piatto di pasta a proprio gusto. I due giovani ideatori sono Alberto Cartasegna e Filippo Mottolese.

Miscusi, via Pompeo Litta 6, Milano. Tel. 345 133 9879 Pagina Facebook

PORTA NUOVA VARESINE

Tre Cristi

dario pisani

Non di una nuova apertura si tratta, ma di una rivoluzione in cucina: il Tre Cristi di via Galileo Galilei scommette sui giovani, età media 25 anni: a partire da Dario Pisani, lo chef napoletano che ora è a capo della brigata, che raccoglie il testimone del predecessore, Paolo Lo Priore. Un passato da Enrico Crippa al Piazza Duomo di Alba, Carlo Cracco a Milano e e forse uno degli ultimi allievi di Gualtiero Marchesi, presso l’omonimo ristorante sotto i portici del Teatro alla Scala. Il livello della cucina rimane sempre su alti standard, e le proposte su cui punta il giovane chef sono: uovo morbido in sfoglia con i suoi condimenti; risotto affumicato con gamberi e limone candito; guancia brasata al vino rosso, crema di carote e bietole. A cena, il menu alla carta si affianca al percorso degustazione “A piacer mio”, da 80 euro (vini esclusi), con cinque portate selezionate dallo chef. Il business lunch propone invece due piatti a scelta dal menu al costo accessibile di 30 euro, comprensivi di acqua, coperto e caffè.

Tre Cristi, via Galileo Galilei, 5 angolo via Marco Polo, Milano. Tel. 02 29062923 Pagina Facebook

Autore

Potrebbe interessarti anche

Puglia in Brera Milano, piatti veraci e pasta fresca tra le vie dell’arte

Puglia in Brera Milano Tel. 02 84175503. Un’osteria che è anche una bella storia, quella di Puglia in Brera, nuova apertura che palesa nel nome la tipologia di cucina offerta e …

Recensioni 21 Commenti

Madama Hostel & Bistrot Milano, ostello con cucina per viaggiatori (e non solo)

Madama Hostel & Bistrot Milano tel. 0236727370. Una metropoli internazionale: con Expo un’ondata di energia ha pervaso la città di Milano e anche i più scettici non possono far a meno di notare …

The Meatball Family alla Stazione Centrale di Milano, le polpette di Abatantuono in versione street food

The Meatball Family Stazione Centrale Milano. Si allarga la “famiglia” delle polpette firmate da Diego Abatantuono, con un nuovo punto vendita in Stazione Centrale. L’inaugurazione, con tanto di festa con …