Clotilde Roma, in centro apre il salotto newyorchese con cucina tradizionale

Clotilde Roma, in centro apre il salotto newyorchese con cucina tradizionale

Clotilde Roma, un salotto elegante in centro con cucina tradizionale. Un salotto in stile newyorchese, raffinato ed elegante, con tavoli in cristallo e ferro, arredi blu cobalto e carta da parati geometrica. Una cucina tradizionale, fatta per lo più da prodotti di origine laziale, ma con pochi grassi perché alleggerita con particolari tecniche di cottura. Prende il nome di Clotilde la nuova apertura che affaccia su Piazza Cardelli a Roma, tra Piazza Navona e l’Ara Pacis, tra il Pantheon e Piazza di Spagna, di cui vi parliamo in anteprima. Patron è Clemente Quaglia, ristoratore romano di esperienza che ha gestito per vent’anni il ristorante Clemente alla Maddalena, sempre nella Capitale. Il nuovo ristorante, che inaugura il 9 marzo (da venerdì 10 sarà aperto tutti i giorni dal pranzo alla cena), punta a mettere insieme “Tradizione & Spirtits” con una cucina territoriale e un’importante selezione di cocktail.

Clemente Quaglia

Clotilde Roma prende il nome dalla madre di Clemente Quaglia: una padrona di casa attenta alle necessità dei suoi ospiti, pronta a offrire il meglio delle sue cantine, del suo cibo, dei suoi cocktail. “Vivo sempre fuori casa e, anche quando non lavoro, ceno e pranzo al ristorante – spiega Quaglia – così ho voluto creare un luogo dove chi, come me, è sempre in giro, potesse mangiare anche tutti i giorni, con prodotti di ottima qualità e grande piacevolezza per lo spirito e il corpo”. La cucina di Clotilde è arricchita dal design che è stato curato dall’architetto Danilo Maglio, da un servizio giovane (tutto lo staff è sotto i 30 anni, tranne i responsabili di sala e cucina), da un cocktail bar intimo.

Clotilde Roma

La cucina e la sala. Lo chef è Giorgio Baldari, già cuoco di Terra Madre e dell’Allenza. In sala Paolo Falchi. Il menu contiene prodotti ricercati e di qualità. Molti provengono da produttori della campagna laziale. Altri da nomi noti e di qualità della gastronomia italiana: la carne proviene da Angelo Feroci, la pasta fresca (solo la base, mentre le paste ripiene vengono chiuse “in casa”) dal Pastificio Secondi, i pomodori sono di Travaglini, i tartufi sono di Savini, il riso è Zaccaria. Il menu alla carta (sia a pranzo che a cena) propone piatti di tradizione in cui si fa un grande uso di materie prime del territorio laziale, con una particolare predilezione per le zone di Roma, Latina e Frosinone. Le cotture utilizzate aiutano a rendere i piatti più leggeri e con meno grassi.

Clotilde Roma

Tra le proposte in menu: Tre polpette di una volta, ovvero al manzo con pomodoro, di vitello alla picchiapò e di agnello con carciofi. Fondente di steccata di Morolo con broccoletti ripassati e salsiccia. La schiacciata di patate ed erbe di campo al formaggio conciato e guanciale di suino nero, ravioli di coda nella sua salsa con pomodoro, pecorino e sedano croccante. Paccheri con fagioli, cozze e cotica soffiata al pecorino. Costolette di agnello panate e fritte con salsa di cacio, limone e uova. E ancora: polpo alla griglia con peperone crusco e patate all’olio di frantoio.

Clotilde Roma

Il design. L’ambiente di Clotilde è curato in ogni minimo dettaglio. Sono state lasciate a vista le volte a botte storiche in mattoni che si accostano agli arredi e illuminazioni dal design anni ’50 e ‘60. L’architetto Danilo Maglio ha giocato con i colori del giallo senape, blu cobalto, celeste del velluto e della pelle scelta per divani e poltrone. Questi si innestano con il ferro del bancone bar e della “tenda” metallica che separa la zona ristorante dal bar. Una volta entrati nel nuovo ristorante infatti c’è la zona cocktail, con un grande bancone, sgabelli e poltrone. I drink – dal Daiquiri al Kir Royal fino al Bloody Mary – potranno essere accompagnati da assaggi: mini hamburger con chip o il tris di suppli (mozzarella e pomodoro, cacio e pepe, vegetariano). Superata la trina in ferro battuto, realizzata artigianalmente, si entra nella sala: carta da parati geometrica, tavoli in cristallo e ferro, bicchieri sfaccettati, illuminazione sui tavoli e opere d’arte di artisti della Galleria d’arte Arturarte Contemporanea.

Clotilde Roma, piazza Cardelli 5 A/B. Aperto tutti i giorni dalle 13,30 alle 23. Tel. 0668805145

Autore

Potrebbe interessarti anche

Bakery House, NY a Corso Trieste

Avete deciso che vi potete premiare, che per una volta lo strappo alla dieta non vi dovrà provocare struggimenti e sensi di colpa, e che avete voglia di dolci made in …

Il tortello di mortadella di Marco Martini al The Corner Roma (con il brodo che ha il sapore della pizza)

Il tortello di mortadella di Marco Martini al The Corner Roma. Ogni romano considera pizza e mortadella la merenda per eccellenza. Meglio conosciuta come “pizza e mortazza” è stata rivisitata in …