Abbacchio romano Igp a Roma, menu e ricette dei dodici ristoranti che hanno stretto il ‘patto’

Abbacchio romano Igp a Roma, menu e ricette dei dodici ristoranti che hanno stretto il ‘patto’

Abbacchio romano Igp a Roma. Torna dal 9 al 13 novembre il “Patto tra i ristoranti laziali“: dodici locali della scena gastronomica della regione, da quello gourmet alla trattoria tipica, uniti per promuovere la versatilità e la genuinità di un prodotto che rappresenta la tradizione gastronomica romana.

Abbacchio protagonista assoluto, quindi, da Alchimia Food Lab, Baccano, Colline Ciociare, Il Convivio Troiani, Osteria Fernanda, Osteria di Monteverde, Mazzo, Pigneto 1870, Primo al Pigneto, Retrobottega, Satricum (provincia di Latina), Sora Maria & Arcangelo (Olevano romano).

patto-tra-ristoranti

Agli chef aderenti all’iniziativa è stata richiesta la creazione dei piatti utilizzando tutti i tagli disponibili, dai più pregiati al quinto quarto, per proporre in menu ricette gourmet e quelle tipiche dello street food, con l’intento di esaltare un prodotto che grazie ad un rigoroso disciplinare si può definire la migliore espressione della carne ovina di tradizione.

abbacchio-brodettato-con-broccoletti-romani-cavolfiore-e-broccoletti-siciliani

Abbacchio brodettato con broccoletti e cavolfiore di Primo al Pigneto

Qualche esempio? Da Primo al Pigneto troverete Benvenuto dello chef, antipasto: carciofo arrosto, coratella e spuma di pecorino, primo: pappardelle con pancetta di Abbacchio Romano IGP, cicoria di campo e pecorino; secondo: abbacchio brodettato con broccoletti romani, cavolfiore e broccoletti siciliani (costo 35 euro).

empanadas-di-polenta-dal-cuore-romano

Empanadas di polenta dal cuore romano di Alchimia Food Lab

O ancora il menu (38 euro) di Osteria Fernanda: antipasto: cremoso di coratella, carciofi e liquirizia; primo: cappelletto di Abbacchio Romano IGP, castagne, foie gras e polline di finocchio; secondo: abbacchio Romano IGP vestito di cacciatora. Pigneto 1870: antipasto: coratella e carciofi; primo: rigatoni con ragout d’agnello, liquirizia e menta; secondo: coscio di agnello farcito di ciauscolo all’arancio con fonduta di pecorino; dolce: gelato di castagne e rum con salsa al cachi (38 euro).

Autore

Potrebbe interessarti anche

L’Osteria Pistoia si fa in tre

I clienti affezionati hanno imparato ad apprezzare l'Osteria Pistoia già da qualche anno, a Monteverde. Un locale di design, ma non aggressivo, con una cucina tradizionale ma con spunti creativi, …

Iole e la vignarola di Paris

Questa settimana,┬áper la nostra rassegna dei┬ápiatti preferiti di Puntarella Rossa, mangiati, raccontati e fotografati nei ristoranti e nelle osterie migliori di Roma, un piatto tradizionale e primaverile, a base di …

Eventi 0 Commenti

Sagre Lazio novembre 2015: festa dell’olio nuovo a Roiate e sagra della polenta a Lunghezza

Sagre Lazio novembre 2015, weekend 14-15. Gli appuntamenti con le sagre e feste dei borghi del Lazio  (buona alternativa ai brunch Roma) non vi abbandonano, questo weekend del 14 e 15 …