I migliori Wine bar di Roma del 2013: la nostra top di enoteche con cucina

migliori enoteche roma

I migliori wine bar di Roma. In principio furono Cul de Sac e Cavour 313. Poi la moda del wine bar si è diffusa e così le antiche bottiglierie e vinerie capitoline si sono lentamente trasformate in moderne enoteche con cucina: locali dove bere un buon bicchiere di vino, accompagnandolo con companatico di qualità. Non solo taglieri di formaggi e salumi. Naturalmente insieme alla moda, sono arrivate le sòle, come si chiamano a Roma: finte enoteche che sono ristoranti di lusso o che servono cibo scadenti. Puntarella Rossa, mentre aprono battenti nuovi locali promettenti (due tra tutti, l’Epiro e Litrovi fornisce la sua lista con i dieci migliori wine bar della città.

MONTI

La Barrique

barrique puntarella rossa

Notevole per varietà della carta dei vini, ricercatezza dei piatti e atmosfera nel quartiere Monti. Il padrone di casa (insieme agli altri soci) è Fabrizio Pagliardi, indefesso cacciatore di vini e bollicine. Completamente ristrutturato, da quest’anno alla Barrique ci sono anche alcuni tavolini fuori. Prenotate il salottino centrale: intimo e perfetto per una coppia o un piccolo gruppo.

Apertura: dal lunedì al venerdì con orario 11-1. Il sabato 11.30-1.30. Chiuso la domenica.

La Barrique, via del Boschetto 41/b, Roma. Tel 06/47825953

TUSCOLANO

Remigio Champagne e Vino

remigiuo

Remigio, che prende il nome dalla cattedrale Saint-Rémi nella regione Champagne-Ardenne, è un gioiellino tra la Tuscolana e l’Appia. Facilmente intuibile che il suo cavallo di battaglia sono le bollicine. La selezione di champagne e spumanti è estremamente varia, ma sono presenti nel menu anche molte etichette di vini fermi. Per accompagnare prendete la tartare al coltello, una delle migliori in circolazione. Atmosfera piacevole e servizio cortese completano degnamente la serata.

Apertura: dal lunedì al sabato dalle 18 alle 2. Chiuso la domenica.

Remigio, via Santa Maria Ausiliatrice 15, Roma. Tel 06/789228

SAN LORENZO

Il Sorì

il sorì

San Lorenzo non è tradizionalmente noto per qualità dei locali, in particolar modo per la scelta gastronomica, tralasciando poche eccezioni. Ma via dei Volsci riserva una bella sorpresa, dopo diversi localetti e pub approssimativi. Si chiama il Sorì e  si definisce “bottega enogastronomica“. Pochi i tavoli, tante le bottiglie. Scelta gastronomica discreta, in particolare l’offerta ittica. Segnalo il polpo alla gallega, difficile da trovare e qui ottimo.

Apertura: dal lunedì al sabato dalle 18 alle 2. Chiuso la domenica.

Il Sorì, via dei Volsci 51, Roma. Tel. 393/4318681

COLOSSEO

Bibenda WineConcept

Bibenda WineConcept, a due passi dal Colosseo, prende il nome da Bibenda, rivista rivolta agli appassionati di vino. Questo spazio interamente dedicato alla cultura del vino nasce grazie a un progetto di Grazia Trischitta, sommelier per passione. La scelta è vasta, come potete immaginare, e non mancano i vini naturali. Esiste anche un Bibenda Store, nel quale si può fare shopping di oggettistica di design per la cucina. Peccato per l’ambiente, un po’ più freddo di altri.

Apertura: dal lunedì al sabato dalle 11.30 alle 15 e dalle 17 a mezzanotte. Chiuso la domenica.

Bibenda, via Capo d’Africa 21, Roma. Tel. 06/77206673

CENTRO

Il Goccetto

il goccetto

Intimo e accogliente, il Goccetto è un buon mix tra un’enoteca ricercata (con le sue 800 etichette) e un bacaro in stile veneziano. Passeggiando su via dei Banchi Vecchi, si scorge ancora l’insegna di una volta, che recita “Vino e Olio”. Ad accompagnare i vini ci sono salumi e formaggi di qualità. Ideale per un aperitivo. Frequentato anche da stranieri e da clienti fissi, non giovanissimi.

Apertura: dal martedì al sabato con orario 11.30-14.30 e dalle 18.30 a mezzanotte. Il lunedì solo 18.30-24. Chiuso la domenica.

Il Goccetto, via dei Banchi Vecchi 14, Roma. Tel 06/6864268

MONTI

Al vino al vino

Scaffali, bancone e sgabelli, ma anche tavolini, ad accogliere turisti e locali in questo piccola ma ben fornita enoteca del rione Monti. Ottima la scelta delle bollicine. Il patron, Giacomo, è un signore di poche parole, che guarda partite nella televisioncina all’ingresso e si occupa dei taglieri. Nota dolente: da mangiare solo taglieri di salumi e formaggi e una parmigiana con quintali di salsa di pomodoro. L’ideale è prendere un bicchiere e ciondolare fuori dalla porta, guardando il passaggio su via dei Serpenti.

Apertura: dalla domenica al giovedì con orario 17-23. Venerdi e sabato con orario 17-1.30

Al vino al vino, via dei Serpenti 19, Roma. Tel 06/485803

PIAZZA BOLOGNA

Uve e forme

uve e forme

Si definisce enoteca-bistrot questo winebar con oltre 300 etichette e cucina dalla materia prima proveniente da agricoltura e allevamenti biologici. Anche l’offerta dei vini (circa 300, tra bottiglie e calice) ha una forte impronta biologica e biodinamica. Ideale per aperitivo, cena e dopocena, organizza anche corsi di degustazione con i produttori.

Apertura: dal lunedì al venerdì, dalle 12 alle 24.30. Il sabato con orario 16-24.30. Chiuso la domenica.

Uve e Forme, via Padova 6/8, Roma. Tel. 06/44236801

PIAZZA FIUME

Trimani 

trimani

Imbarazzo della scelta per la varietà di bottiglie, ma anche di vini al calice, Trimani si dice sia il primo in Italia a fregiarsi del titolo di wine bar. Marco Trimani è stato il primo a portare il Brunello di Montalcino a Roma, su richiesta del presidente Saragat, nei lontani anni Sessanta. Questo locale nasce, infatti, come estensione della bottega Trimani, enoteca con un inventario di ben 5500 vini italiani ed esteri. La cucina discreta, ma non sempre all’altezza delle etichette proposte.

Apertura: dal lunedì al sabato con orario 11.30-15 e 17.30 fino a mezzanotte. Chiuso la domenica.

Trimani, via Cernaia 37, Roma. Tel. 06/4469630

CENTRO

Casa Bleve

casa bleve

Punto di raccolta di appassionati e culturi del buon vino, Casa Bleve è stato premiato dalla guida del Gambero Rosso 2014 come migliore enoteca di Roma ricevendo il prestigioso riconoscimento delle Tre Bottiglie. Le cantine sono storiche, impreziosite da un muro romano di età augustea, e tra le più belle della capitale. Il menu è ricco e spazia tra salumi, carne e pesce da accompagnare a un bicchiere della fornitissima carta. Adatto per chi ama un ambiente lussuoso e di classe.

Apertura: dal martedì al sabato, dalle 12.30 alle 15 e dalle 19.30 alle 22.30. Chiuso domenica e lunedì.

Casa Bleve, via del Teatro Valle 48/49, Roma. Tel. 06/6865970

TRIESTE

11 Massaciuccoli Chiuso a fine dicembre 2014

11 MASSACIUCCOLI

Intimo e curato locale in zona Trieste, questa enoteca ha fatto un bel salto di qualità da quando è stata rilevata da Matteo Ventricini che ama rifornire la sua cantina con prodotti ricercati, piccoli produttori di qualità e i migliori vini naturali in circolazione. Un occhio di riguardo alle importazioni francesi. Il cibo è all’altezza dell’offerta enologica: bruschette poco ordinarie, tartare, taglieri e, se siete fortunati, potete capitare nel mese in cui vengono organizzate degustazioni di ostriche (della Rosetta, Massimo Riccioli).

Apertura: dal venerdì al sabato con orario 17-2, dalla domenica al martedì con orario 17-24.30

11 Massaciuccoli, via Massaciuccoli, 11, Roma. Tel. 06/86215529

Autore

Potrebbe interessarti anche

19.26 a Firenze, il bistrot scommette sulla sala da rum

Il bistrot 19.26 apre la più grande sala da rum a Firenze. Sono 174 le bottiglie a rappresentare la più ampia selezione di liquore caraibico in città. Una autentica novità che …

Ninkasi Craft Beer House Roma, al Pigneto il nuovo locale dedicato alle birre artigianali (e non solo)

Ninkasi Craft Beer House Roma. Se siete tra quelle persone che rabbrividiscono al solo nome di una comune birra da supermercato, mentre vi ritenete dei veri e propri estimatori del …

I caffè letterari di Firenze, la storia del ‘900 è passata da qui

I caffè letterari di Firenze: Paszkowski, Gilli, Giubbe Rosse e Giacosa. Qui i nomi di spicco dell’arte e della letteratura del Novecento si sono fermati a bere un caffè.