• Recensioni

Apre Pro Loco Dol a Centocelle: le eccellenze regionali di Vincenzo Mancino (ma non poteva mancare lo zampino di Bonci)

pro loco dol

Apre Pro Loco Dol a Centocelle. Il pioniere della rinascita del quartiere si chiama Vincenzo Mancino. Via Panaroli ospitava già, al civico 6, La Bottega del Gusto D.O.L. (di orgine laziale), che promuoveva l'eccellenza dell'enogastronomia laziale e che si è trasferita nel nuovo locale.

1464611_10151707392735810_1607351817_n

La nuova sede è stata inaugurata domenica 10 novembre, al civico 35: stessa via, ma spazio più grande, completamente ristrutturato con tanto di cucina e tavola calda. I prodotti si possono acquistare o si possono consumare comodamente seduti al tavolo. Pro Loco sarà un locale polifuzionale dove verranno presentati i prodotti della nostra regione. Tutti rigorosamente di filiera corta, selezionati tra le aziende familiari e di nicchia del panorama gastronomico regionale. Sarà aperto per il pranzo e per la cena e si vocifera anche che si organizzerà per preparare il brunch domenicale.

1451457_10151707393250810_1926527572_n

Il progetto, cito dal catalogo prodotti, si propone di "salvaguardare, tutelare e propagandare le eccellenze della nostra regione". Con quali prodotti? Formaggi, ad esempio: pecorini, caprini, ricotte, bufani e vaccini. Alcuni sono definiti rarità perché sono rimasti pochi a produrlo. Vedi Il conciato di San Vittore o il Caciomagno. Alcuni di questi prodotti sono Presidio Slow Food, altri hanno la certificazione Bio, altri la certificazione "Prodotto a latte crudo". Molti sono prodotti a caglio vegetale

foto (2) 

Tra i salumi altre eccellenze, come prosciutto di Campocatino dolce affumicato, lardo di san Nicola, speck affumicato al ginepro (prodotto unico nel Lazio), Susianella (un salame tipico viterbese), guanciale cotto al vino, salame cotto viterbese (anche questo unico produttore). 

1455029_10151707392660810_648175947_n

E ancora legumi e cereali: la cicerchia, un legume ormai dimenticato perché coltivato solo in alcune zone d'Italia, la lenticchia di Onano, fagiolo giallo, il farro del pungolo di Acquapendente. Le birre artigianali, come Turbacci e Birramadare. I liquori, come Genziana, Rattafia, Mirto o grappe. E ancora vini e dolci.

8293_10151707393045810_1700177174_n

E una pizzeria curata da Gabriele Bonci: quindi pizza a taglio, servita per intero al tavolo e condita esclusivamente con prodotti del territorio. 

bonci

E quindi cosa dobbiamo aspettarci da questa nuova attività? “Pro Loco sarà un crogiolo di tutte le mie esperienze, punto di arrivo personale dopo aver osservato e fatto qualcosina per questo nuovo mondo della gastronomia, sempre con attenzione, delicatezza e in punta di piedi tenendo sempre chiari gli obiettivi, ma partendo dalle persone e giungendo a loro, rispettando ancora i tempi della natura, e sperando in una nuova rivoluzione critica fuori dalla globalizzazione, sicuri che questo sia il solo e unico metodo per stare su questa bella terra” spiega Mancino.

Pro Loco Dol, via Domenico Panaroli 35, Roma. Tel 06/24300765

1396044_10201083155422574_572926508_n

 

Il video del Gazzettino di Roma.

1470151_10151707392435810_1495684554_n

Ti è piaciuto questo ristorante ? Votalo !

 
Ilaria Mazzarella

2 Trackbacks

Leave a comment

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Your email is never shared. Required fields are marked *

2009-2011 © Puntarella Rossa - puntarellarossa@hotmail.it | graphic and web designer Francesca 'Fou Turista' Pignataro » heyfou.com