Luca Manfè e il suo frico vincono Masterchef Usa. E Bastianich lo incorona

Luca Manfè e il suo frico vincono Masterchef Usa. E Bastianich lo incorona

luca manfè

Luca Manfè, il frico e Masterchef Usa. Il friulano ce l’ha fatta: l’unico italiano ad avere mai partecipato al programma oggi è il nuovo MasterChef d’America. Trentun anni, di Aviano, Luca Manfè vive da 10 a New York, dove lavora come manager di ristoranti. Un lungo viaggio l’ha portato a conquistare lo show di cucina più famoso al mondo: prima un tentativo nella passata stagione, subito svanito per un fegato alla veneziana riuscito non troppo bene. Ma Gordon Ramsey, uno dei tre giudici assieme a Joe Bastianich e Graham Elliot, gli chiede di tornare.

Le puntate della quarta stagione vanno in onda negli States dal 22 maggio all’11 settembre 2013. E Manfè è una macchina da guerra: sicuro di sé, impara e migliora settimana dopo settimana. I progressi sono impressionanti, stupiscono concorrenti e giudici. Forse all’inizio nessuno avrebbe scommesso su questo “young man” che viene dalla ristorazione di sala, con quell’accento spiccatamente italiano, quei vestiti sempre eleganti e quell’esuberanza sincera. E invece, eccolo lì: in finale affronta Natasha Crnjac, americana di talento di San Diego, 26 anni, di professione casalinga. Nella sfida a due, Manfè ci è arrivato proprio grazie al frico, il piatto tipico della cucina friulana.

In trasmissione ci sono anche la moglie Cate con la sorella Milena e il papà Ferruccio volati nella notte dall’Italia. Ed è l’exploit finale: Luca prepara un antipasto di fegato d’anatra, un brasato di costolette di manzo con glassa di tamarindo e aceto balsamico e una panna cotta di basilico con marmellata di pomodori. Si stappano gli spumanti: Luca Manfè, from Aviano, è MasterChef Usa. Di lui Bastianich ha detto: «Luca è molto bravo. Nel corso delle puntate siamo diventati amici. Penso sia un valido portabandiera della cucina e della cultura friulana nel mondo, a partire da New York».

© Il Fatto Quotidiano / Puntarella Rossa

Autore

Potrebbe interessarti anche

Roma, via dei Savorgnan al Pigneto Certosa: da Chourmo a Shakespeare & Co, enoteche con libri e ristoranti alla buona, bar storici e mercatini bio

Mangiare e bere al Pigneto Certosa, in via dei Savorgnan, a Roma. Pigneto Certosa sembra un'enclave resistente allo scorrere del tempo, forse si è fermato al di là della ferrovia …

Da Settembrini Café a Roma questa sera i cocktail di Setteperle

  Settembrini Café – Setteperle Torna questa sera l'appuntamento settimanale al Settembrini Café, organizzato da Settembrini con la collaborazione di Perla Nahum, che vedrà  avvicendarsi ogni giovedì i migliori bartender di …

Spring beer ‘Pontino’ festival questa sera al Bar Celestino a Roma. E poi Bbq al Porto Fluviale, olio da Bibere, cena slow fusion da Bistrot bio

Spring beer 'Pontino' festival questa sera, giovedì 11 giugno, al Bar Celestino a Roma. E poi Bbq al Porto Fluviale, olio da Bibere, cena slow fusion da Bistrot bio. Da Il Sorì …