Io e te, che mangi le mie acciughe

Io e te, che mangi le mie acciughe

Seconda puntata di “Piatti al Vinile”, rubrica quindicinale di Puntarella Rossa sul supplemento settimanale del manifesto Alias, nella sezione Ultrasuoni. Due ristoranti romani e uno milanese: Jannacci, Working Week e Ivan Graziani.

ROMA
Osteria dell’Arco

Via Pagliari 11
Tel 06-8548438
www.osteriadellarco.com
Chiuso domenica

In principio, nei ÔÇÿ70 e ’80, erano i profiteroles. Praticamente i Beatles. Poi ecco tartufi bianchi e neri e il tiramisù: Duran Duran e Spandau. A metà degli ’80 arriva il cool jazz della torta pere e cioccolato, più duratura dei Working Week. Ora impazza il tortino con il cuore caldo al cioccolato, più morbido di Tiziano Ferro. Non c’è bettola o ristorante che non te lo propini. Sempre uguale, con quel gusto un po’ industriale. Arrivi all’Osteria dell’Arco ed eccolo lì. Poi lo mangi e capisci: questo è un moelleux, cioccolato 85%, marmellata di arance amare all’anice stellato e scaglie di sale. Preceduto da un’ottima ricottina di pecora sabina con scapece di zucchine, da perciatelli con guanciale di Cori e pecorino stagionato, e da una guancia di manzo al Cesanese.
Bonus i prezzi moderati. Lo staff al femminile: la chef è Cristina Iemmi, la sommelier Nicoletta Baiani.
Malus il tortino di cioccolato: buonissimo, ma non se ne può più

I voti
Cucina: 7,5
Servizio: 7,5
Ambiente: 6,5

MILANO
Ratanà

Via de Castillia 28
Tel. 02-87128855
www.ratana.it

Quando la sera milanese diventa una bruma impastata di smog e i grattacieli rischiano di indurirti il cuore, pensi che hai voglia di commuoverti. E allora ascolti una vecchia canzone dell’Enzino Jannacci, chiedendoti perché non sia ancora considerato da tutti quel genio che è: “Io/io e te/ che guardi le mie rughe/ io/io e te/ che mangi le mie acciughe”. E poi entri in questo villino dell’Isola, ti siedi di fronte al gigante gentile Danilo e osservi in silenzio l’antica bellezza di un risotto alla milanese. Lo chef, Cesare Battisti, lo prepara con riso Carnaroli Superfino Riserva San Massimo, pistilli di zafferano spagnolo, pezzi di midollo e niente vino. La mantecatura è con burro e Tipico lodigiano 24 mesi. Poi, visto che tu ci sguazzi nella commozione, passi alla costoletta alla milanese, all’ossobuco, alla tartare di fassona adorata da Carlìn Petrini. E ti sciogli definitivamente.

Bonus: la carne, ottima, arriva dal macellaio Sergio Motta, di Inzago
Malus: La costoletta alla milanese, ottima, costa 30 euro.

I voti
Cucina: 8
Servizio: 6,5
Ambiente: 7,5

ROMA ALL’APERTO
Laboratorio 3

Via di Pietralata 180
Tel. 06-4501288

Se una fredda sera di dicembre la vostra autoradio canticchiando “le osterie fuori porta” di Guccini vi strappasse il volante dalle mani e prendesse il controllo dell’automobile, beh, allora non avreste scampo e finireste pericolosamente parcheggiati in curva, su via di Pietralata, davanti al Laboratorio 3, la pizzeria più pasoliniana di Roma. Gli habitué – e cioè i militari della caserma di fronte – la chiamano “ar mille lire”. Ma il piatto forte della casa non è il prezzo, bensì la cucina: la pizza romana bassa bassa (ottima quella con la nduja), la bruschetta dietetica “salsiccia e mascarpone”, e soprattutto gli arrosticini. Straordinari. Perfetti. Più abruzzesi di Ivan Graziani.

Bonus: Il giardino romantico con annesso pergolato. Gli arrosticini, che producono dipendenza: c’è chi ha superato quota 60.
Malus: Il vino rosso della casa. Talmente freddo e cattivo da risultare imbevibile: l’ideale per affrontare etilometri ed ematologi.

I voti
Cucina: 7
Servizio: 6
Ambiente: 7

Autore

Potrebbe interessarti anche

Classifiche 0 Commenti

Le ricette di Alessia, la top ten

Sbarca sul Giornale di Sicilia (qui), sua terra di nascita, Alessia Vicari, la chef di fiducia di Puntarella Rossa, sempre più corteggiata dai media nazionali. Diventato ormai uno dei volti …

Björk Swedish Brasserie a Milano: un angolo di Scandinavia nel melting pot di Porta Venezia

La brasserie scandinava Björk a Milano la trovate fra le viuzze del quartiere di Porta Venezia, precisamente in via Panfilo Castaldi: qui potete acquistare gastronomia fresca, bere una birra accompagnata da aringhe, …

Torta di bianchi d’uovo e ricotta

Se la scorsa settimana vi ho proposto un piatto della tradizione, oggi gioco sul creativo; l'esigenza non nasce solo dalla voglia di dar sfogo alla fantasia ma anche dal rispetto …